FotoStoria a colori [46° invio]

1974, la lettera della Lego ai genitori
And my winner is: 1974, la lettera della Lego ai genitori che recita:
“Per i genitori. Il desiderio di creare è forte in egual misura in tutti i bambini. Maschi e femmine. E’ l’immaginazione che conta. Non l’abilità. Puoi costruire qualsiasi cosa ti venga in mente, nel modo che preferisci. Un letto o un camion. Una casa per le bambole o una navicella spaziale. A tanti maschietti piacciono le case delle bambole. Sono più umane delle navicelle spaziali. Tante bambine preferiscono le navicelle spaziali. Sono più emozionanti delle case delle bambole. La cosa più importante è mettere nelle loro mani il materiale giusto e lasciarli creare ciò che li affascina”

Cosa troverete:
una signorina che mostra l’uso della prima cintura di sicurezza; la fantastica lettera della Lego ai genitori; la spassosissima cena di Natale dei cadetti di Hitler; il primo messaggino di testo mai inviato; Gaston Rébuffat che fa il figo su uno spuntone assurdo delle montagne francesi; la celebre foto di Papa Giovanni Paolo II che incontra il suo tentato assassino Ali Agca; i Beatles che ricevono l’MBE a Buckingham Palace; Robin Williams che dona il sangue per le vittime dell’11 settembre 2001; la risoluzione dell’inspiegabile mistero celato dietro Kermit la Rana; Forrest Gump, il tenente Dan e Bubba riuniti; la Principessa Diana in una delle sue tante comparsate griffate; Keanu Reeves, Sandra Bullock e Dennis Hopper sul set di “Speed“; l’architetto Minoru Yamasaki che posa con il modello originale del World Trade Center; Peter Jackson col cast di “Lord of the Rings” & more…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.