Foto dalla Storia

FotoStoria (di Capodanno) [54° invio]

Una giovane Rita Hayworth passa al nuovo anno con un paio di valigie '1941' e incrocia lo scrittore Quentin Crisp con un paio di valigie '1940' che se ne va, 1 gennaio 1941 Getty Images/The John Kobal Foundation

And my winner is “Una giovane Rita Hayworth passa al nuovo anno con un paio di valigie ‘1941’ e incrocia lo scrittore Quentin Crisp con un paio di valigie ‘1940’ che se ne va, 1 gennaio 1941 Getty Images/The John Kobal Foundation”

Cosa troverete: una coppia al concorso di Capodanno “Bevi finché cadi“; il capezzolo in festa di Margaux Hemingway; Edith Piaf che non si regge in piedi; Scarlett Johansson che scala torri di bicchieri da champagne; due tizie in bikini che fanno il bagno in un calice gigante; Clara Bow che esce da un calendario del 1927; il sorriso splendente di Audrey Hepburn a un party di Capodanno; una coppia cappottata su se stessa dopo un festino a St.Moritz; l’attrice Polly Walters con un generoso bicchiere di spumante; Capodanno in epoca edoardiana; Lucy e Bob Hope che augurano a tutti buon anno; l’augurio sexy di Jayne Mansfield; un party vintage in ufficio; Rita Hayworth che “parte” felice verso il 1941; un festino in maschera; Carolyn Bessette-Kennedy e John F. Kennedy Jr. che festeggiano felici; Alice Faye che saluta il 1936 e poi… cartoline vintage, trombette e stelle filanti, signorine stappate dallo champagne, pupazzi di neve di buon augurio e molto altro…

Clicca qui per vedere la gallery di capodanno in bianco e nero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.