Introspective Brabs

Introspective Brabs – La terra di mezzo

La terra di mezzo
Da anni la scruto con fare distratto
Passo e ripasso e la guardo distante
Ogni volta mi dico Adesso mi fermo
Ma son sempre di fretta ed ancora rimando

La terra di mezzo
Oggi è diverso, son limpida dentro
Nessuno mi aspetta e sento il richiamo
Mi fermo e ci penso ma solo un momento
Mi attende, la voglio, finalmente la prendo

La terra di mezzo

Con calma pacata nel cammino mi inoltro
La sua visione or non è solo apparenza
Repentina mi appare quell’essenza sinuosa
Che ansiosa mi spinge a mirarla d’accosto

La terra di mezzo
Risucchiata nel viale dei colori sgargianti
Nei gialli sapori del percorso verdato
La febbre mi prende son ora vicina
La assorbo, è mia quella terra di mezzo

La terra di mezzo
Un cordolo in alto dalle cime fangose
Ci salgo rapita da angeliche note
Che han colmato il silenzio dell’erto rialzo
Su cui mi abbandono sospinta dal vento

La terra di mezzo

Una brezza distinta accarezza il pensiero
E accompagna gioiosa il sentito ritorno
Piena del fatto che ancora una volta
Ho conquistato il mio spazio e son piena di lui.

La terra di mezzo

Brabs

2 replies »

  1. É un po’ diversa da quella di Tolkien… Ma mi pare di intravedere Gandalf a cavallo.. Sullo sfondo…

    Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.