Manuale sentimentale per simpatiche canaglie – Abbordaggio (Capitolo 3)

Manuale sentimentale per simpatiche canaglie - Foto di Marilena Riello
Manuale sentimentale per simpatiche canaglie – Foto di Marilena Riello

3. Metodologia della ricerca sui metodi di abbordaggio

In un terreno dai contorni così eterogenei e variopinti, non ci possono essere delle tecniche precise e sempre vincenti atte a raggiungere il fine oggetto di studio. Esse sono relative, non solo al contesto in cui si agisce, ma anche al tipo di persona che si intende approcciare.
Esistono, tuttavia, dei suggerimenti derivanti dal buonsenso che possono aiutare a non annullare, come per incanto, ogni possibilità di riuscita.

CONTINUA…
Per le ragioni che potete leggere qui, il testo completo di questo capitolo è stato rimosso.

La prossima puntata verterà su: Metodologia della ricerca sulla qualità del sesso nella determinazione o meno del successo nell’approccio relazionale.

STAY LOVED!

Credits: Foto (C)2012 Marilena Riello – Blog | Flickr

INDICE DEL MANUALE:
0. Introduzione
1. Metodologia della ricerca sulla presa di coscienza dei propri istinti sesso-sentimentali
2. Metodologia della ricerca sull’individuazione della preda
3. Metodologia della ricerca sui metodi di abbordaggio (tu sei qui!)
4. Metodologia della ricerca sulla qualità del sesso nella determinazione o meno del successo nell’approccio relazionale
5. Metodologia della ricerca sui metodi per affrontare un rifiuto
6. Metodologia della ricerca sull’individuazione della luce alla fine del tunnel emozionale

Annunci

16 commenti

    • Ah ah ah sei sicuro di fare la cosa giusta? ma sicuro sicuro? 😉
      Cess qui si fa tosta… Molti mi rimproverano di non essere abbastanza esaustiva e di non delineare pienamente ed approfonditamente le varie casistiche. E io lì a ripetere che è solo una parodia dei rapporti, che è scritto solo per ridere e generare spunti di riflessione. Non sono mica una santona, né una psicologa. Tra l’altro non si può di certo prendere spunto dalla mia vita sentimentale…
      Insomma ben vengano le persone come te che comprendono la mia ironia, per gli altri l’unico consiglio è affidarsi a una terapia di coppia 😉

  1. 3.2.5 bis
    Far ridere, fino ad un certo punto.
    Far ridere a cena, al parco, in ufficio, a passeggio, di solita funziona, ma se la Signora continua a ridere anche letto, beh è il caso di iniziare a preoccuparsi.

  2. sa barca .. navighende!! ho letto … ripasso…a rallentatore..le rivedo (mentalmente)…per applicarle….in bocca al lupo e amen!! Ti faccio sapere!!!:):) ..mi fai squartarare…alla prossima puntata..

  3. Eheh questa lezione è bella tosta, mi sono procurato un quadernone come mi hai consigliato intanto. E faccio schemi e riassunti, mi sa che all’interrogazione non mi presento e me la studio ancora un po’ in privato tra me e me 😉 Un saluto insegnante! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.