Arte & curiosità dal mondo

Arte e curiosità dal mondo – Il legno concettuale di Willy Verginer

Willy Verginer

Willy Verginer

Oggi vorrei sottoporre alla vostra attenzione Willy Verginer, un artista altoatesino che fa della scultura del legno la sua arte. Ciò che colpisce è il suo stile molto particolare che somma una grande abilità di intaglio con la presenza di colori decisi che sembrano frammentare concettualmente le sue opere. I soggetti che vi sono rappresentati hanno lo sguardo fisso, sembrano quasi disorientati e, nella loro fissità, quasi incapaci di reagire alla quotidianità.
Per approfondimenti, vi invito alla lettura e visione di questa videointervista.

Link utili / Useful links:
Willy Verginer – Website
Willy Verginer – facebook fan page


Via mountainblog.it

7 replies »

  1. …ho osservato le immagini delle sculture di Willi, sono molto belle danno un senso di calma di silenzio rimango colpito dalla perfezione dei volti e dei loro sguardi, guardano qualcosa di indefinito quasi a domandarsi il perché di qualcosa. Dal punto di vista dell’ispirazione, non so al momento mi dicono poco, ma come si dice “impara l’arte e metti da parte”, va bè, in questo caso “osserva”…… però mi viene da domandarmi: ma con il Ginepro come se la caverà?
    Grazie del pensiero Barbara!
    Ciao ciao, Roberto!

    Like

    • Non si sa mai… Io non parlo di replicare quanto di vedere anche cosa propone lo scenario artistico per trarne delle suggestioni. Perlomeno a me capita con la scrittura. Mi sembra di essere cambiata e, a mio parere, migliorata soprattutto dal confronto, vedendo le altre esperienze e facendomi contaminare in parte e all’occorrenza.
      Sul ginepro… beh… in effetti :)
      Grazie della visita Roberto

      Like

  2. ….ma siano sembre Benvenuti i confronti!!!! Qual miglior forma di crescita personale, spirituale, sociale. Poi, certo ognuno segue il proprio Estro…….”il mondo e bello proprio perchè vario” !!!
    …e Buondì :)

    Like

    • Sì, anch’io lo trovo parecchio originale. Mi piace proprio, soprattutto quest’uso del colore come a delimitare spazi e sensazioni diverse e ringlobarle allo stesso tempo…
      Ciao Luca, buon week end :)

      Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.