FotoStoria (del 25 aprile) in bianco e nero [8° invio]

Buona Liberazione a tutti voi!

Questa rubrica normalmente esce la domenica, ma ho voluto fare un’eccezione per una buona causa divulgativa. Come ben sapete il 25 aprile 1945 l’Italia è stata liberata dall’occupazione nazista e dal ventennio di dittatura fascista. Ciò è avvenuto grazie alla Resistenza organizzata dai partigiani.
Dacché ho avuto modo di conoscere questo lato buio della storia del mio Paese, ho sempre idealizzato la figura dei partigiani, ho sempre pensato a loro con grande rispetto e in qualche modo li ho sempre ringraziati. Essi rappresentano per me il coraggio e la determinazione nella lotta contro le ingiustizie e i soprusi, l’affermazione della libertà e della democrazia e, per questo motivo, credo di poterli considerare i miei amuleti votivi, coloro a cui penso ogni qualvolta ho la tentazione di mollare, di abbandonare un obiettivo o di discostarmi da principi che ritengo giusti.
Per questo mi sembra più che opportuno ogni anno ricordare i loro sforzi e sentirmi orgogliosa per la vittoria raggiunta, nonostante questo abbia significato morti e spargimenti di sangue.

Quest’anno vorrei unire il ricordo ai loro volti chiedendomi “Chi erano realmente queste persone? Che visi avevano? Da dove venivano e quali erano le loro vite precedenti? Quale lavoro svolgevano in origine e quali i loro interessi?”.
Di certo là in mezzo c’erano uomini, donne, giovani, anziani, militari, preti, persone differenti per religione, ceto sociale e idee politiche. Ciò che li univa, nonostante le differenze, era la lotta per la libertà, per l’uguaglianza e per la democrazia.
Non possiamo sapere molto altro, ma forse possiamo scorgerlo dai loro volti. Eccone alcuni…

GLI ALTRI 25 APRILE SU QUESTO BLOG:
25 Aprile – Una certa Resistenza non è mai finita…
25 Aprile – Quale libertà?

LINK UTILI:
25 aprile 1945: Anniversario della Liberazione d’Italia – Wikipedia
Resistenza italiana – Wikipedia
Partigiani – Wikipedia

6 commenti

    • È il minimo che possa fare nei confronti di queste persone che hanno creduto nella libertà e l’hanno ottenuta anche per me. Ti confesso che ogni volta che vedo queste foto o leggo le dichiarazioni di un Pertini o di un Biagi, ad esempio, in fondo al mio cuore provo una sorta di nostalgia per quello che siamo stati e che potremmo essere. Il 25 aprile per me è anche questo: la festa del vero italiano, l’archetipo delle sue potenzialità. Scusa lo sfogo Marisa ma in questo momento la mia fiducia nell’italiano medio è davvero sotto le scarpe.
      Ad ogni modo grazie a te per la condivisione, si spera sempre che questi stimoli portino un po’ di luce, sarei felice se illuminassero anche un solo cervello dormiente. Piano piano e con pazienza…
      Buona domenica Marisa e grazie ancora.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.