Arte & curiosità dal mondo

Arte e curiosità dal mondo – Dario Gambarin e l’arte di dipingere con il trattore

Dario Gambarin - MunchNon ci crederete ma le opere d’arte di Dario Gambarin sono tracciate senza l’aiuto di sistemi GPS o di tracciamento laser. Egli sale semplicemente su un vecchio trattore equipaggiato di un aratro che si trasforma per l’occasione in un estroso pennello.
Gambarin è uno dei più autorevoli esponenti della Land Art italiana, movimento nato fra gli anni ’60 e ’70, che ha come obiettivo quello di trasformare gli elementi della natura in vere e proprie opere d’arte. Il tutto in modo del tutto naturale.
E’ così che le tele di Gambarin, rappresentate da campi e paesaggi della natura, vengono tracciate dal vecchio aratro animato dalla sua creatività.
Dario Gambarin - Papa FrancescoL’artista, che è un ex avvocato, psicoterapeuta e pittore, ha avuto l’illuminazione a una mostra fotografica di Land Art in Germania, quando vide alcuni lavori di artisti che usavano picchetti e guide laser per tracciare dei percorsi in cui seminare dei fiori, poi aspettavano la fioritura per vederne il risultato. A suo parere, però, questi lavori mancavano dell’immediatezza del disegno a mano libera, per cui si fece prestare un trattore e iniziò a riportare sul terreno i suoi lavori realizzati su tela.
Normalmente egli impiega dalle 3 alle 5 ore per un’opera e i suoi disegni vengono realizzati di getto, senza pause. Egli prima traccia su un foglio il disegno, poi sale sul trattore e fa qualche giro a vuoto nel campo scelto per prendere confidenza e fissare dei punti di riferimento. Dario Gambarin - MandelaSolo allora abbassa l’aratro e inizia a dipingere. In questa fase egli deve rimanere estremamente concentrato in quanto una sola linea sbagliata di qualche metro può compromettere l’intera opera. Alla fine della performance, un fotografo su un piccolo aereo sorvola l’opera e la fotografa. Solo in quel momento Gambarin può capire se l’esecuzione è stata perfetta. La tensione è talmente alta che l’artista veronese perde qualche chilo per ogni opera realizzata.
Non è incredibile? Beh perlomeno curioso e degno di questa rubrica. Potete constatarlo da soli vedendo la gallery e i video. Buona visione!

ENGLISH

Link utili / Useful links:
Dario Gambarin – Website


Via youreporter.it

6 replies »

    • Eh sì… in verità io te lo posso dire con cognizione di causa perché da piccola ci provai col trattore di mio padre ma, oltre a rischiare di fargli fuori metà dell’azienda, non seppi fare…

      Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.