Arte & curiosità dal mondo

VideoInArt – Gli esseri viventi più vecchi al mondo in un video

Rachel SussmanRachel Sussman non è una semplice fotografa. Nel progetto “The Oldest Living Things in the World“, di cui vi parlo oggi, essa presenta uno studio che affonda le radici nella biologia e nella storia del nostro pianeta. Rachel, dal 2004, ha infatti collaborato con biologi e viaggiato per il globo in luoghi anche non facilmente accessibili come l’Antartide o il deserto del Mojave per fare il suo reportage.
Di cosa si tratta? La sua ricerca parte dall’interesse verso la salute della Terra in un momento in cui i suoi ecosistemi sono minacciati dai cambiamenti climatici e dalla presenza umana. Per questo motivo Susan è andata alla ricerca degli esseri viventi più antichi, organismi che hannoRachel Sussman resistito ai secoli e che, attualmente, sono a loro volta in pericolo di estinzione.
Fra gli altri, troviamo le piante del Pando (soprannominate “Giganti tremanti”), una colonia di pioppi nello Utah la cui vita è stimata in circa 80.000 anni, o le piante Llareta che vivono sulle altitudini delle Ande, crescono mezzo centimetro all’anno e vivono più di 3.000 anni.
Lo studio di Rachel, composto da 124 fotografie, 30 saggi e infografiche, è finito in un libro pubblicato dalla University of Chicago Press.
Eccovi il video risultato dello studio. Buona visione!

LINK UTILI:
Rachel Sussman – Website
The Oldest Living Things in the World – Project
Rachel Sussman – Wikipedia

Via thisiscolossal.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.