Il fotografo della settimana – Louise Dahl-Wolfe

Louise Emma Augusta DahlLa moda è il leitmotiv del lavoro di Louise Dahl-Wolfe (1895-1989), artista americana divisa fra fotografia e pittura. Nata a San Francisco, ha studiato presso la Scuola di Belle Arti della California avendo come “maestri” Rudolph Schaffer per quanto riguarda il design e Frank Van Sloan per la pittura. Successivamente ha studiato disegno, decorazione e architettura alla Columbia University di New York. Nel 1928 si è sposata con lo scultore Meyer Wolfe che ha costruito per lei gli sfondi di diverse foto.
Si è poi dedicata alla fotografia divenendo nota per i suoi scatti all’aperto, con luce naturale in luoghi distanti, dal Sud America all’Africa.
Tuttavia alla fotografia di moda ella ha sempre preferito la ritrattistica immortalando personaggi come Mae West, Cecil Beaton, Eudora Welty, W. H. Auden, Christopher Isherwood, Orson Welles, Carson McCullers, Edward Hopper, Colette e Josephine Baker.

Louise Emma Augusta DahlI suoi scatti risentono fortemente dell’influenza della pittura, lei ne è consapevole e il suo atteggiamento verso la fotografia è quasi denigratorio a favore delle arti che consentono di fissare anche quello che non c’è. Ecco cosa dichiarava nel 1984:

Credo che la macchina fotografica sia un mezzo di luce, che dipinga con la luce. Grazie ai faretti, posso controllare la qualità delle forme rivelate per costruire una composizione. La fotografia, a mio avviso, non è un’arte. È splendida per la registrazione di un momento, ma ha dei limiti ben definiti, e il fotografo non ha certamente la libertà del pittore. Si può lavorare con gusto ed emozione e creare una fotografia di significato, ma un pittore ha il vantaggio di mettere qualcosa nella foto che non c’è. Per questo penso che la pittura sia un mezzo più creativo.

Louise Emma Augusta DahlEppure le sue fotografie, al di là del fatto che siano delle mere rappresentazioni della realtà, possiedono quella lieve inflessione surreale che fa presagire qualcos’altro portando lo spettatore a utilizzare l’immaginazione.

Nel 1999, il lavoro di Louise Dahl-Wolfe è stato oggetto di un documentario dal titolo Louise Dahl-Wolfe: Pittura con la luce scritto e diretto da Tom Neff, a cura di Barry Rubinow e prodotto da Neff e Madeline Bell.
Ecco le immagini! Buona visione!

Link utili / Useful links:
Louise Dahl-Wolfe – Wikipedia

Via wikipedia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.