Sardegna contemporanea – Fotografia – Stefano Ferrando

Stefano Ferrando - sPOP Asuni 2016

Stefano Ferrando – sPOP Asuni 2016

Non so dire di preciso cosa mi ha portato ad avvicinarmi alla fotografia ormai più di una decina di anni fa; una forte attrazione iniziale, trasformata in passione e infine in dedizione. Penso sia qualcosa che abbia a che fare con la memoria, con la curiosità, con la volontà di vedere di più. Mi viene più semplice rubare le parole di Dorothea Lange secondo la quale “non è per caso che un fotografo diventa un fotografo come non è un caso che un domatore di leoni diventa un domatore di leoni”; forse la fotografia mi aiuta a domare quello che passa davanti agli occhi, a dargli un senso.
Nel testo “To shoot pictures” Wim Wenders ricorre al concetto di “disposizione” (Einstellung in tedesco) per spiegare come la fotografia sia un atto bidirezionale in quanto mostra allo stesso tempo sia il soggetto ripreso che l’immagine del fotografo; è appunto attraverso la disposizione (intesa sia in senso psicologico che in senso pratico, in quanto con questo termine si definisce anche l’inquadratura e il suo taglio) che nell’immagine fotografata si percepisce il fotografo e il suo atteggiamento nei confronti di ciò che vede attraverso il mirino. Ecco, da questo punto di vista si può dire che considero sempre la scelta dell’inquadratura come un atto di concentrazione visiva in cui mi sforzo di scoprire (o riconoscere) ciò che ho davanti. L’unica differenza nei lavori portati avanti risiede nel fatto che alcune ricerche sul paesaggio sono nate da istanze personali (come nel caso di “Uiza” o di “Poetto Abracadabra”), concedendomi così maggiori libertà rispetto ai lavori nati su committenza.

Stefano Ferrando

NOTE BIOGRAFICHE:
Stefano Ferrando, specializzato nella fotografia di architettura e di paesaggio, prosegue nel segno della sua formazione sia con le committenze private che con la ricerca. Assieme al collettivo Sardarch pubblica nel 2015 “Verso un urbanistica della collaborazione” e nel 2016
sPOP – Istantanea dello spopolamento in Sardegna” (Letteraventidue Edizioni). Dal 2016 è docente di fotografia presso la sede di Cagliari dello IED – Istituto Europeo di Design.
Fondatore dell’Associazione Puntozero, dal 2012 porta avanti workshop e laboratori dedicati alla fotografia in tutte le sue forme.

LINK UTILI:
Website | Blog | Instagram | Facebook fan page

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: