CurKillTheBlog – Mar dei Caraibi, un mostro marino per sanare la barriera corallina

BVI Art Reef

BVI Art Reef

Se appartenete a quella categoria di persone, un po’ come la sottoscritta, che ha una paura fottuta dei mostri marini anche a 1 metro di profondità, questo articolo fa per voi. Almeno con me ha funzionato. Vedere questo enorme polipo avviluppato a una vecchia carcassa risalente alla BVI Art Reefseconda guerra mondiale, infatti, in un primo momento ha fatto emergere ancestrali paure, poi, vista la sua natura artificiale e conosciuti gli intenti del progetto, mi ha fatto sorridere e ha attenuato il tremore.
Ma bando alle ciance e passiamo ai dettagli. Ci troviamo nel Mar del Caraibi, vicino alle Isole Vergini britanniche. Due anni fa circa il fotografo britannico Owen Buggy scoprì una vecchia nave, chiamata YO-44, al largo dell’isola di Tortola. Qui la barriera corallina è compromessa per cui gli venne l’idea di evitare che la carcassa venisse rottamata per il recupero di materiali metallici e di utilizzarla invece per realizzare un’installazione artistica ecologica.
Così, grazie al sostegno dell’associazione no-profit Unite B.V.I., del gruppo artistico Secret Samurai Productions, del gruppo imprenditoriale di giustizia sociale Maverick1000 e dell’associazione no-profit di educazione oceanica Beneath the Waves, è nato questo progetto chiamato “BVI Art Reef“. BVI Art ReefLa nave e il suo enorme mostro sono stati così affondati, con l’aiuto di Commercial Dive Services, nella costa dell’isola Virgin Gorda.
Ecco cosa dichiara Clive Petrovic che ha fatto un consulto sull’impatto ambientale della BVI Art Reef:
È previsto che entro un breve lasso di tempo la nave e l’arte attireranno una miriade di creature marine. Qualsiasi creatura dai coralli alle spugne marine, gli squali e le tartarughe vivranno intorno al relitto. La nave diventa preziosa per la futura ricerca da parte degli scienziati e degli studenti locali“.
Il progetto ha destato la curiosità del filmmaker Rob Sorrenti che ha girato sia la realizzazione dell’installazione, sia l’affondamento della nave. Il documentario è attualmente in fase di postproduzione ma, a fine articolo, trovate il trailer.
Credo di avervi detto tutto, vi lascio a immagini e video. Buona visione!

LINK UTILI:
Website | Facebook fan page

Via thisiscolossal.com

Annunci

2 commenti

  1. Progetto interessante, grazie per questo bellissimo articolo 🐚🐙🐟

    1. Grazie a te per il commento 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: