Maraya, la sala concerti specchiata in mezzo al deserto arabo

La prima cosa che vi consiglio, al fine di comprendere la bellezza di ciò che vi sto per descrivere senza nessuna informazione distraente, è di immergervi nel video qui sopra. Fatevi trasportare della corsa danzata riflessa nella calda sabbia del deserto. Poi, solo allora, vi dirò cosa state vedendo e sentendo…

Maraya @ deserto Arabia SauditaVe lo dico perché così è iniziato il mio viaggio nel deserto, esattamente a Al-Ula, in Arabia Saudita, dove l’azienda italiana Gio Forma Studio Associato ha progettato “Maraya“, una meravigliosa sala da concerti. La particolarità di quest’opera architettonica site-specific, è il fatto che la sua struttura a cubo è totalmente ricoperta di specchi (“Maraya” in arabo significa specchio) permettendo quindi il suo mimetismo nell’ambiente desertico circostante. Ovviamente ciò implica che la struttura sia sempre diversa, a seconda delle condizioni meteorologiche del momento.
L’edificio, di 5000 metri quadrati, non ha la solo funzione di sala concerti, bensì ospita un teatro immersivo, mostre interattive e arte cinetica dell’agenzia creativa italiana Todo.
Ecco le immagini, buona immersione!

Via ignant.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.