Curiosity killed the blogger

“Masculinities” @ Barbican Centre, Londra

Rotimi Fani-Kayode, Untitled, c. 1985. © Rotimi Fani-Kayode. Courtesy of Autograph, London. Exhibition: “Masculinities. Liberation through Photography” at Baribican Centre, London, 2020, courtesy Barbican Centre

Rotimi Fani-Kayode, Untitled, c. 1985. © Rotimi Fani-Kayode. Courtesy of Autograph, London. Exhibition: “Masculinities. Liberation through Photography” at Baribican Centre, London, 2020, courtesy Barbican Centre

Luogo: Barbican Centre >> Londra
Autori: Bas Jan Ader, Laurie Anderson, Kenneth Anger, Knut Åsdam, Richard Avedon, Aneta Bartos, Richard Billingham, Cassils, Sam Contis, John Coplans, Jeremy Deller, Rienke Dijkstra, George Dureau, Thomas Dworzak, Hans Eijkelboom, Fouad Elkoury, Rotimi Fani-Kayode, Hal Fischer, Samuel Fosso, Anna Fox, Masahisa Fukase, Sunil Gupta, Peter Hujar, Liz Johnson Artur, Isaac Julien, Kiluanji Kia Henda, Karen Knorr, Deana Lawson, Hilary Lloyd, Robert Mapplethrope, Peter Marlow, Ana Mendieta, Anenette Messager, Duane Michals, Tracey Moffat, Andrew Moisey, Richard Mosse, Adi Nes, Catherine Opie, Elle Pérez, Herb Ritts, Kalen Na’il Roach, Collier Schorr, Paul Mpagi Sepuya, Clarie Strand, Michael Subotzky, Larry Sultan, Hank Willis Thomas, Wolfgang Tillmans, Piotr Uklański, Andy Warhol, Karlheinz Weinberger, Marianne Wex, David Wojnarowicz, Akram Zaatari
Titolo: Masculinities. Liberation through Photography
Dal 20 febbraio al 17 maggio 2020

Comunicato stampa:
Esaminando le rappresentazioni della mascolinità da dietro l’obiettivo, Barbican riunisce il lavoro di oltre 50 artisti, fotografi e registi internazionali tra cui Laurie Anderson, Sunil Gupta, Rotimi Fani-Kayode, Isaac Julien e Catherine Opie.

Sulla scia di #MeToo l’immagine della mascolinità è diventata più nitida, con idee di mascolinità tossica e fragile che pervadono la società di oggi. Questa mostra illustra le rappresentazioni spesso complesse e talvolta contraddittorie delle mascolinità e come si sono sviluppate e evolute nel tempo. Toccando temi come il potere, il patriarcato, l’identità queer, le percezioni femminili degli uomini, gli stereotipi ipermasculini, la tenerezza e la famiglia, la mostra mostra come la fotografia e il film centrali siano stati il ​​modo in cui le mascolinità sono immaginate e comprese nella cultura contemporanea.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.