News dal Blog

Emergenza Coronavirus – Iniziative online di musei e gallerie [56]

#iorestoacasa

Cosa troverete: Stefano Cagol per il Rossini Art Site di Briosco; “Passione Italia” per il Touring Club Italiano; Lorenzo Balbi per il Triennale Decameron della Triennale di Milano; Sergio Vega per la Galleria Umberto Di Marino di Napoli; Germano Celant ed Ettore Spalletti per Vistamare di Pescara; la mostra “Boccanera Fiction” per la Boccanera Gallery di Trento; Tomás Saraceno per l’Ex Manifattura Tabacchi di Firenze; “Preludi” per il MAGA di Gallarate; Marco Colazzo per l’Apocryphal Gallery.

Stefano Cagol – Reagente
Fondazione Pietro e Alberto Rossini e Rossini Art Site, per il ciclo “Gli amici di Alberto Rossini”, presentano Reagente, la nuova opera di Stefano Cagol (Trento, 1969), realizzata appositamente per i propri canali Web istituzionali e social, disponibile a partire da mercoledì 13 maggio e fino al 13 giugno 2020.
L’opera di video-arte commissionata a Stefano Cagol si inserisce nel ciclo annuale “Gli Amici di Alberto Rossini”, giunto oggi alla sua quinta edizione. La rassegna, dedicata al collezionista scomparso nel 2015 autore della collezione disseminata nell’omonimo parco, nelle scorse edizioni ha presentato mostre di artisti con i quali Alberto aveva intrattenuto rapporti di amicizia. In questa particolare situazione di emergenza, si è optato invece per la commissione di un’opera video firmata dall’artista Stefano Cagol, ispirata al collezionista e che sarà realizzata dall’artista in piena clausura, tra le Alpi trentine. L’opera potrà dunque essere goduta, in alta risoluzione, attraverso i propri schermi domestici, per l’intero arco di un mese. Stefano Cagol è un artista concettuale che, oltre a realizzare performance e installazioni, nella sua ricerca impiega largamente il video.
Dove: Briosco, Rossini Art Site
Quando: 13 maggio 2020 – 15 giugno 2020

Boccanera Fiction
Artisti: Cristian Avram, Linda Carrara, Jared C. Deery, Nebojša Despotović, Dido Fontana, Andrea
Fontanari, Veronica de Giovanelli, Daniel González, Tamara Janes, Richard Loskot, Federico Seppi.
A cura di Giorgia Lucchi Boccanera
Nulla è così doloroso per la mente umana come un grande e improvviso cambiamento.
Mary Wollstonecraft Shelley, Frankenstein, Londra, 1818
Nella storia, l’arte ha dato conforto all’uomo in tempi difficili. E In un momento in cui molti di noi sono alla ricerca di questa fuga, o di una breve pausa dall’ assalto delle notizie quotidiane, Boccanera Gallery ha deciso di presentare una nuova mostra digitale dedicata all’immaginazione.
Ad un certo punto, è come se il coronavirus fosse scomparso per almeno unattimo dai nostri pensieri, forse perché non ne potevamo più del freddo calcolo dei contagi, dei grafici, dei picchi e della fine degli inni sui balconi.
Proprio in un momento in cui la realtà ha superato la fantasia, vogliamo tornare a indagare l’arte, per affrontare questa situazione attuale, attraverso tutti i paradigmi di lettura possibili.
È la nostra quarantena a convincerci di stravolgere la programmazione della galleria e a far rispuntare le tante letture delle meravigliose o anche spaventose avventure che si raccontano nella poetica dei nostri undici artisti e nei loro video. Una scelta che ci può sembrare la più azzeccata, visti i tempi. Del resto, lavorando da casa, cosa c’è di meglio, al tempo del nemico invisibile, prendersi il privilegio di pensare ad altro utilizzando le proprie risorse? Facendo rispuntare delle emozioni dentro ciascuno di noi.
Dove: Trento, Boccanera Gallery
Quando: 13 maggio 2020 – 13 giugno 2020

Marco Colazzo – Album
La quarta mostra alla Apocryphal Gallery e’ quella di Marco Colazzo, dal titolo album Testo: Pensiero in versi poetici di Marco Colazzo “Arrivo metto i PIL e comincio a dipingere” Sono esposte opere del 2012, olii su tela Inaugurazione mercoledì’ 13 maggio 2020, ore 19,00 Visibile fino al 22 maggio solo su instaram@apocryphalgallery La pittura di Marco Colazzo e’ andare oltre i principi evidenti formali, e la capacita’ di indirizzare verso una lettura ulteriore, verso ragioni di significato più profonde, che trascendono dalla fisicita’ dell’oggetto pittorico. La sua ricerca si forma al fatto della riduzione cromatica, che e’ lontana dai problemi percettivi o da una ripresa delle teorie sul colore, sebbene l’interesse per l’aspetto tecnico della realizzazione del dipinto per colore e sfumature è determinante nel suo modo di concepire l’opera. Quello che contraddistingue lo spirito della sua pittura è il suo andar oltre i principi evidenti formali e la capacità di indirizzare verso una lettura ulteriore, verso ragioni di significato più profonde, che trascendono dalla fisicità dell’oggetto pittorico, come efficacemente si dimostra nel percorrere la sua evoluzione, fino alle ultime realizzazioni.
Chi: Apocryphal Gallery
Quando: 13 maggio 2020 – 22 maggio 2020

Visto da qui_Online – Sergio Vega
La programmazione dell’intero 2019 della Galleria Umberto Di Marino è stata temporaneamente interrotta per fare spazio al progetto Visto da qui.
Visto da qui è stata una precoce occasione per riflettere sulla struttura della galleria stessa e del fare mostre, con l’obiettivo di eliminare quel surplus generato da una sempre più evidente sovrapproduzione di contenuti e riportando l’attenzione esclusivamente sulle opere.
Tre per ogni artista, la maggior parte delle quali provenienti dal deposito della galleria, sono state esposte una per stanza tenendo in considerazione la visuale prospettica dello spazio espositivo.
Con cadenza bisettimanale si sono susseguite le opere degli artisti con cui la galleria ha collaborato nel corso dei suoi oltre venti anni di attività.
Andando oltre la formalità istituzionale dell’evento-opening, ogni capitolo del progetto è divenuto un momento di ricerca e approfondimento sull’operato dell’artista e sulla storia che lo ha accompagnato. Visto da qui voleva essere un momento di ragionamento critico e condiviso sui processi e i luoghi del sistema dell’arte che ha portato a raccogliere nuove testimonianze, testi, dialoghi e approfondimenti.
Chi: Napoli, Galleria Umberto Di Marino
Quando: 13 maggio 2020 – 19 maggio 2020

Journal – Chapter XV: Germano Celant e Ettore Spalletti
“I met Ettore in the 1970s or 1980s, but the connection with his work took place much later.” Germano Celant.
With chapter XV of Journal, we remember the critic and curator Germano Celant, recently passed away, and his friendship and relationship with Ettore Spalletti, presenting an excerpt of the documentary “Ettore Spalletti. Così com’è”, 2019.
In the film the critic talks about Ettore Spalletti, calling him a “solitary”, whose work overcoming the hardness of the artistic movements of the 1960s like Art Povera, conceptual art and land art, finds its uniqueness by creating art through beauty.
Dove: Pescara, Vistamare
Quando: 13 maggio 2020 – 15 maggio 2020

Passione Italia
Una campagna per promuovere il territorio del Belpaese. Anche viaggiando da casa
Cari Soci e cari Amici,
a fronte del forte momento di difficoltà che il Paese sta attraversando e per ricordarci tutti insieme che possiamo essere uniti anche a distanza, anzi soprattutto stando a distanza, abbiamo deciso di lanciare una campagna per promuovere il territorio italiano e le sue bellezze. Un invito a tutti voi a “viaggiare da casa”, per scoprire e riscoprire ciò che ha da offrire il nostro Paese, semplicemente dal vostro computer o smartphone.
Alla “mappa del contagio” Touring Club contrappone la “mappa della Bellezza”. Una sorta di mappa interattiva a cui collegarsi quotidianamente, per ispirarsi e per ricordare che in Italia c’è una bellezza che resiste da secoli ed è questa di cui bisogna parlare.
Con “Passione Italia” vi porteremo alla scoperta virtuale di luoghi, paesaggi e itinerari, dalle città d’arte alle coste, dalla montagna ai borghi o ai cammini, che mai come ora hanno bisogno di andare oltre il racconto di cronaca. Chiave della narrazione sono le Guide Verdi Touring, gli approfondimenti preparati dai giornalisti Touring, le fotografie dell’archivio storico e molti altri contenuti del grande “bagaglio di viaggio” TCI.
La campagna ha l’obiettivo di restituire il domani del Paese ai propri cittadini, sicuri che questo compito ora spetti alla propria comunità e a chi si occupa di «prendersi cura dell’Italia come bene comune» da oltre 125 anni.
Franco Iseppi, Presidente del Touring Club Italiano
Chi: Touring Club Italiano
Quando: Da maggio 2020

Triennale Decameron – Lorenzo Balbi
Triennale Decameron: storie in streaming nell’era della nuova peste nera.
Proseguono gli appuntamenti di Triennale Decameron – il format di Triennale Milano che invita artisti, designer, architetti, intellettuali, musicisti, cantanti, scrittori, registi, giornalisti a sviluppare una personale narrazione – con il Direttore Artistico del MAMbo Lorenzo Balbi, mercoledì 13 maggio.
Nell’ambito di Triennale Decameron, Lorenzo Balbi dialogherà con Leonardo Caffo, filosofo e tra i curatori del Public Program di Triennale Milano, su motivazioni concettuali e implicazioni filosofiche e artistiche del progetto, sviluppato dal MAMbo, del Nuovo Forno del Pane
Chi: Milano, Triennale
Quando: 13 maggio 2020 – 13 maggio 2020

Live talk. Aerocene: un viaggio nella nuova era
Prosegue la collaborazione tra Manifattura Tabacchi e Fondazione Palazzo Strozzi, in occasione di Tomás Saraceno. Aria a Palazzo Strozzi, che presto sarà di nuovo visitabile.
Esiste un mondo nel quale il comportamento dell’uomo è talmente invasivo da avere il potere di modificare l’atmosfera e la superficie terrestre, tanto che l’uomo diventa un agente geologico. Quel mondo si chiama Antropocene, e ci siamo dentro non per una fatalità, ma perché l’abbiamo plasmato con le nostre scelte e azioni. Esiste anche un mondo, tuttavia, che appartiene a chi pensa fuori dagli schemi e vuole mettere in pratica grandi idee. Quel mondo si chiama Aerocene: una comunità artistica interdisciplinare che lavora a nuove espressioni di sensibilità ecologica, con l’obiettivo di avviare una collaborazione etica con l’atmosfera e l’ambiente, per una nuova era libera da combustibili fossili.
Tomás Saraceno, artista visionario e poliedrico, la cui ricerca creativa unisce arte, scienze naturali e sociali, lavorando a stretto contatto con scienziati e attivisti, ha reso de facto possibile questo nuovo mondo.
Aerocene è quindi una proposta, che ci porta non solo a immaginare, ma anche a sviluppare praticamente diversi modelli di mobilità, investendo su una relazione diretta con alcune delle forme più semplici e pulite di energia che la natura mette a disposizione: il sole e il vento. Se volare senza inquinare era un sogno dell’Antropocene, per la comunità di Aerocene è diventata realtà, tra sculture aerosolari e tecnologie che ne permettono la realizzazione. È all’attenzione di chi ha a cuore l’atmosfera che Tomás Saraceno rivolge il suo invito. Sta a noi coglierlo.
Chi: Firenze, Ex Manifattura Tabacchi
Quando: 13 maggio 2020 – 13 maggio 2020

Preludi
“Monet, Ninfee: lo spazio del confine”, con interpretazioni multidisciplinari tra storia e critica d’arte, musica, psicologia e pedagogia, a partire dall’emblematico capolavoro pittorico impressionista di Monet e il brano musicale coevo di Debussy “Reflets dans l’eau”.
Chi: Gallarate, MAGA
Quando: 13 maggio 2020 – 13 maggio 2020

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.