News dal Blog

Calendario Mostre [293] – 03/06/2020

Out-of-blog Barbara Picci

Cosa troverete: Fornasetti @ Complesso Monumentale della Pilotta, Parma; William Kentridge @ Galleria Lia Rumma, Napoli; Gideon Rubin @ Galleria Monica De Cardenas, Milano; Mattia Pajè @ Fondazione smART, Roma; Yuri Kuper @ Accademia delle Arti del Disegno, Firenze; Gianluca Concialdi @ Clima Gallery, Milano; Christopher Broadbent @ Ma.Co.F, Brescia; Marco Raparelli @ Galleria Umberto Di Marino, Napoli; Antonio Panino @ Mutabilis, Torino; “#ArtArchive Show” @ OTTO Gallery, Bologna; “Highlights from the Collection” @ Cortesi Gallery, Milano; “Gathering the Unpredictable” @ Galleria Mario Iannelli, Roma; “Campo Libero” @ Gli eroici furori, Milano & more…

Fornasetti Theatrum Mundi
Il 3 giugno 2020 inaugura “Fornasetti Theatrum Mundi”, mostra ospitata all’interno del Complesso Monumentale della Pilotta di Parma. L’esposizione sarà aperta al pubblico fino al 14 febbraio 2021 e si colloca all’interno di “Rivitalizzazioni del Contemporaneo”, bando ideato in occasione di Parma 2020+21, Capitale Italiana della Cultura.
La mostra, inaugurata in concomitanza con la riapertura del Complesso della Pilotta dopo il lungo periodo di sospensione dovuto all’emergenza COVID-19, ha generato in questi mesi una particolare aspettativa da parte del pubblico, della stampa e degli appassionati.
L’esposizione è un vero e proprio viaggio stratificato tra classico e moderno, tra passato e presente, la cui curatela è di Barnaba Fornasetti, Direttore Artistico dell’Atelier milanese, di Valeria Manzi, co-curatrice delle attività culturali e Presidente dell’associazione Fornasetti Cult, e del direttore del Complesso Monumentale della Pilotta Simone Verde, con l’intento di rigenerare il patrimonio classico e classicità dell’istituto museale autonomo parmigiano, attraverso la ripresa intellettuale che ne ha fatto uno dei maestri indiscussi del design contemporaneo.
Dove: Complesso Monumentale della Pilotta, Parma
Quando: 3 giugno 2020 – 14 febbraio 2021

Gideon Rubin
We are delighted to announce the first solo exhibition by Gideon Rubin in Italy.
Rubin creates paintings where the figures are rendered without their facial features. Thus the gaze of the viewer is not captured by physiognomy, but by the atmosphere unleashed by the entire images; the subjects are characterized by their positions and attitudes, by the way they move in space and dress.
Evanescent and melancholic, Rubin’s works speak of a past or a recollection that has surfaced in memory
Dove: Galleria Monica De Cardenas, Milano
Quando: 6 giugno 2020 – 10 ottobre 2020

Gathering the Unpredictable
Mario Iannelli ha il piacere di presentare “Gathering the Unpredictable”, una mostra che contempla idealmente il lavoro di tutti gli artisti che hanno partecipato e cooperato in maniera determinante nella Galleria Mario Iannelli allo sviluppo di un discorso comune fondato su alcuni elementi centrali nell’opera d’arte che questa occasione dà luogo e rilievo.
Fra quest’ultimi, l’imprevedibilità che si riferisce al processo del pensiero impresso dal loro creatore unita alla modalità di utilizzo dei materiali.
Le opere non sono mai state esposte presso la galleria mentre altre sono state già presentate ma hanno mutato nel tempo la loro forma, come quelle di Felix Kiessling e di Schirin Kretschmann in cui l’azione della grafite e del grasso continua sin dal tempo della loro realizzazione.
Dove: Galleria Mario Iannelli, Roma
Quando: 3 giugno 2020 – 18 settembre 2020

Christopher Broadbent | Il grande incanto
La mostra, composta da trentasei fotografie distribuite in quattro sale, è un excursus nell’opera fotografica still life di Christopher Broadbent, che ha fatto dello studio della luce uno degli strumenti principali nella realizzazione delle sue immagini. Broadbent utilizza nel suo lavoro indifferentemente banco ottico e Leica digitale e ogni ripresa deriva da uno studio approfondito dei piani prospettici e dalla separazione dei toni in chiaroscuro, seguendo il principio della sorgente di luce unica. L’utilizzo del banco ottico e di tempi molto lunghi permette letteralmente alle cose di accadere: gli oggetti raffigurati compiono sul set un vero e proprio percorso vitale, immortalato nel momento dell’abbandono: “Ho lavorato per decenni sul fasto editoriale e pubblicitario, ora descrivo cose semplici, dimenticate che attendono nella penombra una sistemazione”. L’atto finale della stampa è un passaggio a cui il fotografo dedica un’attenzione artigianale e meticolosa per restituire un risultato leggibile che dà rilievo alla componente materica dei suoi soggetti.
Dove: Ma.Co.F – centro della fotografia Italiana, Brescia
Quando: 6 giugno 2020 – 2 agosto 2020

Gianluca Concialdi – Enrique
Mostra personale.
Dove: Clima Gallery, Milano
Quando: 3 giugno 2020 – 31 luglio 2020

#ArtArchive Show
Mostra collettiva.
Dove: OTTO Gallery, Bologna
Quando: 3 giugno 2020 – 31 luglio 2020

Highlights from the Collection
Cortesi Gallery Milano is reopening its doors in a new location in Via Morigi 8. The Gallery will occupy the ground floor of the historical building Palazzo Morigi dating back to the 13th century. To launch the new exhibition space, Cortesi Gallery presents a selection of works by some of the most famous artists represented by the Gallery since the very beginning.
Dove: Cortesi Gallery, Milano
Quando: 3 giugno 2020 – 17 luglio 2020

Yuri Kuper – Sfumato
Il prossimo 3 giugno, dopo un’inaugurazione condizionata dall’emergenza Coronavirus e due mesi di lockdown, torna ad aprirsi al pubblico la mostra dedicata al grande pittore di origini russe Yuri Kuper allestita presso la Sala Esposizioni dell’Accademia delle Arti del Disegno.
Le opere, oltre 50 provenienti dalla collezione privata di Olga Shepelskaya, tra le principali estimatrici del lavoro di Kuper, e dalla Galleria Patrick Cramer di Ginevra, saranno visitabili secondo i protocolli di sicurezza dettati dal Governo, ossia con entrate contingentate, distanziamento sociale, guanti e mascherine, rilevamento della temperatura corporea.
Fino al 5 luglio, giorno per il quale è annunciata la presenza dell’artista, gli spazi dell’Accademia tornano quindi a popolarsi di vita per raccontare, attraverso i lavori di uno dei più importanti ed eclettici esponenti del modernismo russo, il linguaggio metamorfico dell’arte, per cui è possibile liberare la magia di qualcosa che non ne possiede dall’origine. Un pennello, un tubo, un vaso da fiori, nelle mani artigiane del pittore gli oggetti, così ogni esperienza, arrivano a sincretizzare presente e passato, estetica e funzione, per un risultato finale di grande impatto ipnotico.
Dove: Accademia delle Arti del Disegno, Firenze
Quando: 3 giugno 2020 – 5 luglio 2020

Mattia Pajè – Un giorno tutto questo sarà tuo
Fondazione smART – polo per l’arte presenta, mercoledì 27 novembre alle ore 19.00, il nuovo progetto espositivo Un giorno tutto questo sarà tuo, la prima personale a Roma dell’artista Mattia Pajè a cura di Saverio Verini.
La mostra è l’esito di un periodo di residenza negli spazi della Fondazione, svoltosi nell’arco di cinque mesi: una conferma del sostegno di smART agli artisti emergenti nella scena italiana tracciata nell’ultimo biennio con le mostre di Valerio Nicolai, Carola Bonfili, Namsal Siedlecki e Ludovica Carbotta.
Durante questo periodo Mattia Pajè ha avuto modo di entrare in contatto con gli ambienti di smART, abitandoli letteralmente: la sua permanenza continuativa nello spazio espositivo lo ha portato a sviluppare una mostra fatta di opere inedite, a conferma dell’attitudine da parte dell’artista a concepire ogni progetto in stretta relazione ai contesti nei quali si trova ad agire.
Un giorno tutto questo sarà tuo si concentra sul concetto di potenzialità e sulle situazioni che precedono qualsiasi punto di arrivo e obiettivo: Pajè ha realizzato una serie di interventi che riflettono su possibilità non ancora attuate e su una condizione di attesa.
Dove: Fondazione smART – polo per l’arte, Roma
Quando: 3 giugno 2020 – 3 luglio 2020

William Kentridge – Waiting for the Sibyl
Galleria Lia Rumma Milano presenta sul suo sito la prima mondiale del film di William Kentridge Waiting for the Sibyl, insieme a un focus su Waiting for the Sibyl and other histories, nonché la prossima mostra personale dell’artista sudafricano. La galleria fotografica presenta un breve video che mostra il workshop tenutosi a Johannesburg nel 2019 e la visione integrale dell’omonima opera teatrale che è stata presentata in anteprima al Teatro dell’Opera di Roma nel settembre 2019. Altri riferimenti iconografici arricchiscono questa sezione.
Dove: Galleria Lia Rumma, Napoli
Quando: 3 giugno 2020 – 3 luglio 2020

Campo Libero
Galleria Lia Rumma Milano presenta sul suo sito la prima mondiale del film di William Kentridge Waiting for the Sibyl, insieme a un focus su Waiting for the Sibyl and other histories, nonché la prossima mostra personale dell’artista sudafricano. La galleria fotografica presenta un breve video che mostra il workshop tenutosi a Johannesburg nel 2019 e la visione integrale dell’omonima opera teatrale che è stata presentata in anteprima al Teatro dell’Opera di Roma nel settembre 2019. Altri riferimenti iconografici arricchiscono questa sezione.
Dove: Gli eroici furori, Milano
Quando: 3 giugno 2020 – 24 giugno 2020

Antonio Panino – In Pittura
Mutabilis Arte ospita dal 3 al 20 giugno la personale di Antonio Panino dal titolo “In Pittura”, opere realizzate con tecnica mista su carta di piccole e grandi dimensioni, alcuni libri d’artista e incisioni calcografiche appositamente pensate per questa esposizione. Raccogliendo l’invito delle Autorità a non creare in questi giorni assembramenti tra persone, la mostra sarà visitabile presso lo Spazio Mutabilis Arte in via dei Mille 25/c preferibilmente su appuntamento. Sospesi i vernissage, nel rispetto delle normative vigenti e come forma di tutela per i soci e il pubblico che frequenta il nostro spazio, la presentazione avverrà in diretta Facebook il 3 giugno alle ore 17:00 sulla pagina dell’artista antonio.panino.
Dove: Mutabilis, Torino
Quando: 3 giugno 2020 – 20 giugno 2020

Visto da qui_Online – Marco Raparelli
La mostra Campo Libero presenta il lavoro dell’artista e docente Simona Uberto insieme a tre studenti del suo Corso di Pittura: Li Jia Yi, Susanna Carrara e Natalia Lenini. Le diverse opere proposte vivono e si muovono liberamente nel terreno artistico delle possibilità tra: pittura, fotografia, ricamo, generando spontanee aggregazioni di significati. A ognuno il suo sviluppo… Simona Uberto rimodella il paesaggio, invertendone i valori prospettici: sezionandolo, frammentandolo, per poi ricomporlo in una nuova visione su piani differenti, ricreando un’immagine nata dalla visione del reale, ma divenuta fantastica. Un paesaggio immaginario e sorprendente dove tutto non torna e lo sguardo rimbalza. Li jia Yi lavora sul colore e sul segno, generando infinite possibilità del campo pittorico: ogni volta affiorano nuove sorprendenti immagini contemporanee, con frame di comunicazione mediatica. I lavori su tela sono realizzati con tecnica mista e collage. Susanne Carrara crea un lavoro basato sull’attualità e concentrato sulla figura della donna, immagine spesso schiacciata da una società prevalentemente maschilista.
Dove: Galleria Umberto Di Marino, Napoli
Quando: 3 giugno 2020 – 3 giugno 2020

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.