Calendario Mostre [296] – 06/06/2020

Out-of-blog Barbara Picci

Cosa troverete: Antonio Ligabue @ Palazzo Bentivoglio, Gualtieri; Robert Barry @ Fondazione Antonio Dalle Nogare, Bolzano; Franco Fasoli e Hell’O Collective @ MAGMA gallery, Bologna; Davide D’Elia, Valerio Nicolai, Leonardo Petrucci e Ramiro Quesada Pons @ NM Contemporary, Monaco; Antonio Marras @ Museo della Ceramica, Mondovì; Osamu Kobayashi @ A+B gallery, Brescia; Ericailcane @ Palazzo Rasponi 2, Ravenna; Julien Friedler @ Fondazione Sant’Elia, Palermo; “Mexico” e “Perù” @ Lumen @ Brunico; Paolo Lo Giudice e Giuseppe Orsenigo @ Vi.P. Gallery, Milano; Gilbert Kruft @ Palazzo D’Accursio, Bologna; Marcello De Angelis @ Palazzo Libera, Villa Lagarina; “Mythos, creature fantastiche tra scienza e leggenda” @ Museo Civico di Storia Naturale G. Doria, Genova; “Insieme In Un Segno. Per TITO” @ Sala 1, Roma & more…

Incompreso. La vita di Antonio Ligabue attraverso le sue opere
Da sabato 6 giugno apre nuovamente al pubblico la mostra “Incompreso. La vita di Antonio Ligabue attraverso le sue opere”, promossa dalla Fondazione Museo Antonio Ligabue e dal Comune di Gualtieri.
Per accompagnare l’uscita nelle sale del film “Volevo nascondermi” di Giorgio Diritti, con la magistrale interpretazione di Elio Germano nei panni di Antonio Ligabue, premiata con l’Orso d’Argento alla Berlinale e con il Nastro dell’Anno 2020, l’esposizione è stata trasferita dalla Sala Giove al Salone dei Giganti, uno spazio di rappresentanza interamente affrescato, le cui dimensioni monumentali garantiranno l’accesso del pubblico in totale sicurezza.
Il percorso della mostra, a cura di Sergio e Francesco Negri, comprende 22 dipinti, alcuni bronzi ed un calco in terracotta. Le opere, tutte provenienti da collezioni private, sono esposte in ordine cronologico, con suddivisione in periodi, per consentire al visitatore di osservare l’evoluzione dello stile, della tecnica, ma anche dei temi che cambiano con il passare del tempo.
Dove: Palazzo Bentivoglio, Gualtieri
Quando: 6 giugno 2020 – 8 novembre 2020

Insieme In Un Segno. Per TITO
Sala 1 In Collaborazione Con La Fondazione Tito Amodei Presenta Una Selezione Di Opere Sul Tema E Il Simbolo Della Croce.
Gli Artisti Invitati A Partecipare Sono Enrico Bentivoglio, Bruno Ceccobelli, Ottaviano D’Egidio, Stefano Fontebasso De Martino, Cosetta Mastragostino, Salvatore Meo, Sandro Sanna. A Questi Si Aggiungono Le Opere Di Tito Amodei, Padre Passionista, Fondatore Di Sala 1, Che Al Tema Ha Dedicato Scritti E Pubblicazioni. Tutti Gli Artisti Coinvolti Hanno Avuto Un Rapporto Di Fiducia E Stima Con Tito E Hanno Affrontato L’argomento Con Diversi Approcci, Media E Attitudini, Manifestando Una Trasversale Interessamento Personale Al Tema Della Croce.
Dove: Sala 1, Roma
Quando: 6 giugno 2020 – 15 ottobre 2020

Mexico / Perù
Il panorama di Plan de Corones si tinge dei colori dell’estate e si appresta ad inaugurare una nuova stagione di emozioni. A 2.275 m di quota, LUMEN riapre le porte il 6 giugno con due nuove mostre firmate National Geographic e preannuncia un programma estivo di appuntamenti culturali dedicati alla montagna e all’arte.
Con attenzione alle normative vigenti in materia di sanificazione e distanziamento, garantisce ai propri visitatori un’esperienza sicura e coinvolgente, nel rispetto delle persone, del museo e della montagna.
Dal 6 giugno all’11 ottobre ospita due nuove esposizioni fotografiche in collaborazione con National Geographic: Mexico, che presenta gli scatti di Rikky Azarcoya, e Perù, un excursus di immagini a cura di Luis Armando Vega, Musuk Nolte, Nicolas Villaume e Victor Zea.
Per il mese di luglio anticipa invece l’inaugurazione di una nuova mostra temporanea con Sissa Micheli, nonché serate a tema che coinvolgono l’intera offerta turistica di Plan de Corones. Due le iniziative per partecipare a visite guidate su prenotazione: ogni mercoledì alle 14.00 “L’arte in breve” offre una visita guidata alle esposizioni temporanee in corso; ogni giovedì dalle 10.00 alle 13.00 la “Visita guidata a Plan de Corones” include l’ingresso a LUMEN, oltre a permettere di conoscere la destinazione più da vicino, scoprire la campana della Concordia, ammirare ed esplorare il paesaggio alpino circostante.
Dove: Lumen – Museum of Mountain Photography, Brunico
Quando: 6 giugno 2020 – 11 ottobre 2020

Osamu Kobayashi – Floating Head
La quarta mostra personale di Osamu Kobayashi in galleria segue la seconda residenza in Europa dell’artista in due anni. Floating Head è una riflessione sulla esperienza che ha visto l’artista trasferire lo studio per sei mesi a Düsseldorf alla Lepsien Art Foundation nel 2019, ed a Brescia da A+B gallery da febbraio a giugno 2020.
Il titolo Floating Head sintetizza con ironia queste esperienze e registra un momento espositivo particolare che prende corpo in modo estemporaneo nel nuovo spazio architettonico della galleria.
Dove: A+B gallery, Brescia
Quando: 6 giugno 2020 – 19 settembre 2020

OBJETS TONIQUES. Davide D’Elia, Valerio Nicolai, Leonardo Petrucci, Ramiro Quesada Pons
NM è lieta di presentare la mostra collettiva “Objets toniques” in collaborazione con la residenza per artisti Port Tonic Art Center a Les Issambres, Saint Tropez.
Nell’estate del 2019 i quattro artisti, tre italiani e un argentino hanno convissuto nel luogo assai particolare di Port Tonic, un ex cantiere navale convertito in residenza per artisti dagli appassionati d’arte Xavier Magnan e Paolo Scarani.
Il luogo particolarmente selvaggio si sporge sulla banchina dell’ex cantiere e beneficia degli ampi spazi dove si lavoravano le barche.
La luce chiarissima, quasi accecante della Costa Azzurra ha scandito le lunghe giornate di lavoro mentre un cielo nero stellato, a volte solo nero, ne ha caratterizzato le nottate.
Dove: NM Contemporary, Monaco
Quando: 6 marzo 2020 – 6 settembre 2020

Antonio Marras – memorie dal sottosuolo…
Il titolo della mostra richiama immediatamente alla mente l’omonimo romanzo di Fëdor Dostoevskij. Nell’intreccio del racconto, un uomo si aggira in una piccola stanza spiegando i motivi che lo hanno spinto alla decisione di scrivere le proprie memorie, e anche quelli che dovrebbero trattenerlo dal farlo. È prepotente quando rivendica il bisogno di essere libero e fuori da ogni convenzione, e poi fa tenerezza, quasi, quando mostra tutti i difetti, che abbondano e si manifestano sia nell’accettazione delle cose, sia nei tentativi di cambiarne il corso.
Dove: Museo della Ceramica, Mondovì
Quando: 6 giugno 2020 – 6 settembre 2020

Mythos, creature fantastiche tra scienza e leggenda
Riapre domani, sabato 6 giugno, la mostra Mythos creature fantastiche tra scienza e leggenda che rimarrà allestita sino al 30 agosto al Museo di Storia Naturale G. Doria e che, in questa prima fase, sarà visitabile sabato e domenica dalle 10 alle 18.
La mostra si sviluppa, con un percorso scenografico, nel salone a piano terra e nelle sale adiacenti. Un viaggio in un mondo straordinario popolato da 25 creature, tra arpie e centauri, draghi e grifoni, vampiri e licantropi, sirene e unicorni, appositamente realizzati e, in alcuni casi, inseriti nei diorami della savana africana e degli ungulati italiani.
Dove: Museo Civico di Storia Naturale G. Doria, Genova
Quando: 6 giugno 2020 – 30 agosto 2020

Marcello De Angelis – Time Frame, tra spazio luce e tempo
Sono circa venti le opere esposte, tra quelle più propriamente pittoriche, bianche o scure con riflessi argentati o metallici, per accedere agli effetti di una pittura a sfondo infinito e quelle coloratissime del ciclo Stripes, con strisce verticali, in cui l’injection painting, tecnica inventata da Marcello De Angelis, produce volumi virtuali.
Realizzate con la medesima tecnica sono in mostra anche cicli più propriamente concettuali, come i Codex, i Time Frame e i gli Annali, in cui è il tempo l’oggetto della ricerca dell’artista.
Dove: Palazzo Libera, Villa Lagarina
Quando: 6 giugno 2020 – 19 luglio 2020

Franco Fasoli / Hell’O Collective – Someone is watching you
MAGMA gallery è lieta di presentare Someone is watching you, la doppia mostra personale di Franco Fasoli e Hell’O Collective, dal 6 giugno all’11 luglio 2020.
Due nomi internazionali accomunati dai colori vivaci e dalle composizioni che rimandano ad un universo surreale, declinato in due maniere differenti. Il duo belga Hell’O Collective, attraverso una rigorosa esecuzione, rappresenta un mondo di figure bizzarre e misteriose simili ad una visione onirica o ad un rebus simbolico. Franco Fasoli lavora invece, più figurativamente, sul tema dell’identità e sul rapporto tra cultura globale e sottoculture, rappresentando con un tocco di ironia scene di vita quotidiana, di spazi privati, o inscenando conflitti e scontri tra figure allegoriche metà uomo e metà bestia che visivamente sembrano far parte di un mondo surreale, ma semanticamente fanno riferimento a una realtà sociale e identitaria ben definita.
Dove: MAGMA gallery, Bologna
Quando: 6 giugno 2020 – 11 luglio 2020

Julien Friedler. Mapping
Libertà espressiva. Che riconosce solo i contorni di una cartografia immaginaria necessaria per comprimere e comprendere Julien Friedler (Bruxelles, 1950). Tracce, segni, molliche, visioni, orme, graffiti che riescono a condurre per mano dentro un mondo fantastico, un territorio mentale in cui si riconosce soltanto l’artista. E’ dedicata all’artista belga la prima mostra con cui la Fondazione Sant’Elia – e in maniera più ampia, la città di Palermo – rinsalda il suo rapporto con l’arte e la libertà. Il capoluogo siciliano ricomincia pian piano a risollevarsi, riapre i suoi palazzi, le chiese, i musei: e sceglie un artista dall’immaginario strabordante e, insieme, necessario. Per il tempo, il momento, il luogo.
Dove: Fondazione Sant’Elia, Palermo
Quando: 6 giugno 2020 – 7 luglio 2020

Ericailcane – Potente di Fuoco e altri disegni
Da sabato 6 giugno è visibile a Ravenna negli spazi di Palazzo Rasponi dalle Teste la mostra “Potente di fuoco e altri disegni” dell’artista Ericailcane.
Cosa avviene se riscopri gli animali disegnati da bambino e li reinterpreti con il tuo stile di oggi? E’ questa la scommessa da cui è nata, alcuni anni fa, l’idea del progetto “Potente di fuoco” che ha preso forma in una pubblicazione edita da Modo Infoshop. La mostra “Potente di fuoco e altri disegni” è costituita da 88 disegni su carta, raffiguranti animali reali e fantastici: da una parte quelli realizzati nel lontano 1985 dal piccolo Leonardo all’età di 5 anni e conservati con cura dai genitori che, venticinque anni più tardi, decidono di “restituirli” al figlio, diventato l’artista Ericailcane. La tentazione di ridisegnarli/reinterpretarli per lui è stata irresistibile.
E così è nata questa singolare sfida al tempo. Gli animali di ieri sono diventati “adulti”; al segno infantile incerto, tracciato da Leonardo con pennarelli e matite, (ma già dotato di straordinaria qualità, freschezza ed efficacia descrittiva) è subentrato quello controllato in anni di esercizio di un talento non comune, in una sfida tra il prima e il dopo.
Dove: Palazzo Rasponi 2, Ravenna
Quando: 6 giugno 2020 – 7 luglio 2020

Beyond, instead, possible: Robert Barry e la nascita dell’arte concettuale
“Beyond, Instead, Possible: Robert Barry e la nascita dell’arte concettuale” è il primo di tre appuntamenti che si avvicenderanno tra giugno e agosto, per presentarvi la collezione di Antonio Dalle Nogare. Questa trilogia mostrerà, in modo lineare ma non necessariamente cronologico, come nascono le opere degli artisti esposti in collezione, guardando alle stesse tematiche da diverse angolazioni e rispecchiando la società del proprio tempo.
Gli anni sessanta sono una fase storica caratterizzata da una profonda trasformazione del costume, della moda, dello stile di vita, degli interessi e della partecipazione politica. Sono gli anni della guerra in Vietnam, degli hippies, della nascita del femminismo, degli obiettori di coscienza. L’arte naturalmente reagisce a questi mutamenti, in parte anticipandoli, sottoponendo i propri linguaggi e modalità operative ad una verifica radicale che produce una molteplicità di movimenti e gruppi, spesso sostenuti da ideologie diverse o persino opposte, come Pop Art e Arte Povera. Uno dei movimenti più significativi, che nasce in questi anni ma avrà poi pieno sviluppo negli anni settanta, è l’Arte Concettuale.
Dove: Fondazione Antonio Dalle Nogare, Bolzano
Quando: 6 giugno 2020 – 6 luglio 2020

Gilbert Kruft – La Recherche Humaine
Dal 6 al 30 giugno 2020, la Sala d’Ercole di Palazzo D’Accursio a Bologna, ospiterà La Recherche Humaine di Gilbert Kruft, la prima e più importante mostra dedicata interamente al maestro tedesco, bolognese di adozione, Gilbert Kruft.
A 5 anni dalla sua scomparsa, sarà possibile godere di alcune tra le più importanti sculture della Recherche Humaine, il capolavoro bronzeo dell’artista conosciuto in tutto il mondo.
Rendere visibile lo spirituale, l’immateriale: questo il senso della ricerca artistica di Kruft, scultore filosofo che ha indagato, partendo da sé stesso, la componente emozionale e psicologica, razionale e irrazionale dell’animo umano, realizzando circa ottanta opere, concluse nel primo decennio del nuovo millennio con il suo pregevole autoritratto.
Le opere esposte sono state tutte fuse in bronzo dall’artista con la tecnica della fusione a cera persa (ad eccezione della Conclusione, che comprende opere in gesso che attendono di essere fuse in bronzo), ed appartengono ad un ciclo artistico unitario, che fa dell’essenza umana il punto cardine dove ogni opera è un tassello fondamentale per analizzare le diverse sfaccettature dell’immateriale, dello spirituale.
Dove: Palazzo D’Accursio, Bologna
Quando: 6 giugno 2020 – 30 giugno 2020

Paolo Lo Giudice / Giuseppe Orsenigo – Assemblamenti e Contaminazioni
Si inaugura sabato 6 giugno 2020 alla Vi.P. Gallery di Milano, Alzaia Naviglio Grande, 4, la doppia mostra personale di scultura, pittura e arti visive intitolata “Assemblamenti e contaminazioni”, che vede a confronto l’opera dell’artista Giuseppe Orsenigo con lo scultore Paolo Lo Giudice.
Si tratta della fusione della terza delle mostre rimandate causa quarantena Coronavirus, quella di Orsenigo, con la mostra personale di Paolo Lo Giudice già prevista in queste date. Delle altre cinque mostre rimandate due sono state recuperate nei giorni scorsi (Comotti e Ritorno) e altre tre saranno recuperate nelle prossime settimane (Carta e Degradi insieme e poi Fiorella Manzini), in un calendario completamente riorganizzato: dopo Giuseppe Orsenigo con Paolo Lo Giudice dal 6 al 16 giugno, Gabriele Marchesi (come già previsto) dal 17 al 26 giugno, Vito Carta e Rinaldo Degradi dal 27 giugno al 7 luglio, Fiorella Manzini dall’8 al 17 luglio.
Inoltre, con questa mostre post-Covid19, verranno sperimentate nuove modalità di fruizione, sia per l’opening che per la successiva normale apertura al pubblico. Innanzitutto la mostra reale sarà accompagnata da un video e da una mostra “virtuale” che sarà visibile e visitabile on line da quanti si trovano impossibilitati a recarsi a Milano su Navigli.
Dove: Vi.P. Gallery, Milano
Quando: 6 giugno 2020 – 16 giugno 2020

2 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.