News dal Blog

Calendario Mostre [320] – 09/07/2020

Out-of-blog Barbara Picci

Cosa troverete: Serena Fineschi @ Piazza Bottesini, Torino; Mario Cattaneo @ Piazza Gramsci, Cinisello Balsamo; Marta Czok @ Maiocchi15, Milano; Emilio Leofreddi @ Galleria Edieuropa, Roma; Roberta Colombo @ Casa Museo Boschi Di Stefano, Milano; “NOI. Non erano solo canzonette” @ Palazzo Mosca, Pesaro; “Revival” @ Studio d’Arte Raffaelli, Trento; “Immagini e parole” @ Zu.Art – giardino delle arti, Bologna; “Innesti” @ MCA – Museo a Cielo aperto di Camo; “#Guardiamoavanti” @ Marina Bastianello Gallery, Mestre; “Pillole Festival” @ Serre Petitot del Parco Ducale, Parma; “Portineria di comunità – Lo spaccio di cultura” @ Edicola di Porta Palazzo, Torino; “Cross Festival 2020 Walk Edition” @ Il Maggiore, Verbania; “Argentina” @ Kasa dei Libri, Milano; “Laboratorio di quartiere Unesco di Renzo Piano a Otranto” @ Castello Aragonese, Otranto.

NOI. Non erano solo canzonette
Pesaro Città Creativa Unesco della Musica accoglie un nuovo progetto espositivo che vede protagonista la “musica d’autore” specchio della nostra storia recente e strumento di esplorazione e interpretazione delle grandi trasformazioni politiche e sociali di quel periodo.
Dopo aver fatto tappa a Bologna, arriva sull’Adriatico la mostra “NOI. Non erano solo canzonette”. Visitabile fino all’11 ottobre, sarà un evento a 360 gradi, una grande rappresentazione della storia italiana recente dal 1958 al 1982: venticinque anni rivoluzionari sotto tutti gli aspetti, sociali, etici ed economici del nostro Paese, raccontati attraverso la Musica, che ha saputo parlarne il linguaggio, descriverne i fatti, respirarne il clima e restituirne le emozioni.
Racchiusa fra due abbracci, quello di Domenico Modugno sul palco di Sanremo 1958 e quello di Paolo Rossi nella notte di Madrid che nel 1982 laureò l’Italia campione del mondo, la mostra procede cronologicamente a toccare ogni aspetto della vita sociale, del costume, della cronaca, del lavoro e dei cambiamenti nelle convinzioni etiche e morali di quegli anni.
Dove: Palazzo Mosca – Musei Civici, Pesaro
Quando: 12 luglio 2020 – 11 ottobre 2020

Marta Czok
Maiocchi15 annuncia un nuovo arrivo in galleria: le opere dell’artista Marta Czok saranno in esposizione in Galleria e disponibili per tutti i collezionisti. I lavori di Czok raccontano l’intimità di personaggi, a volte straniti e quasi “congelati” tra reale e irreale, con acuta ironia e un cromatismo delicato. L’artista indaga l’umanità attraverso uno sguardo sarcastico e una pittura raffinata, descrivendo lo scorrere della vita quotidiana in tutta la bellezza delle piccole cose, senza tralasciare di evidenziarne anche le contraddizioni. Un’espressione simbolica e forte quelle della pittrice che coinvolge subito lo spettatore nel suo mondo, tra speranza e denuncia.
Dove: Maiocchi15, Milano
Quando: 9 luglio 2020 – 30 settembre 2020

Revival
Abate, Innocente, Lodola, Plumcake, Postal
Studio d’Arte Raffaelli
09.07.2020 – 30.09.2020
“Sono blasfemo se affermo che il sistema dell’arte, il mondo dell’arte vive essenzialmente, esclusivamente del passato? Se ti guardi attorno non c’è scrivania, cassapanca, magazzino, biblioteca che non venga rivisitata ogni giorno alla ricerca di una data, di un testo, di un disegno dimenticato, di un quadro da restaurare, per riportare alla luce il passato remoto, o il passato presente.
Oggi, a distanza di oltre trent’anni dalla prima collettiva del gruppo in galleria, lo Studio Raffaelli propone un revival senza nostalgia, e capace invece di mantenere intatto lo stupore nei confronti di una stagione artistica proiettata in avanti, a cui periodicamente si avverte l’esigenza di ripensare.
Gli assemblaggi di Abate, le sculture di Innocente, le installazioni luminose e i disegni di Lodola, le sculture, i teloni in PVC e le opere su carta dei Plumcake, i lightbox, gli arazzi, le tele e le grafiche di Postal compongono un variegato mosaico di stili e linguaggi accomunati da una visione dell’arte “totale”.
Dove: Studio d’Arte Raffaelli, Trento
Quando: 9 luglio 2020 – 30 settembre 2020

Cross Festival 2020 Walk Edition
Era il 16 aprile quando si era dovuta dare la notizia dell’annullamento dell’edizione 2020 di CROSS Festival, il progetto di Antonella Cirigliano e Tommaso Sacchi a cura dell’associazione culturale LIS LAB che dal 2014 porta sul Lago Maggiore, nell’area Verbano Cusio Ossola, arti e linguaggi performativi contemporanei. È stato impossibile, però, arginare la voglia di rispondere alla situazione pandemica mondiale per la direttrice artistica del festival, Antonella Cirigliano, così come per tutto il team che lavora alla progettazione e organizzazione di un festival amatissimo e atteso dal proprio territorio e dagli appassionati di danza in Italia e non solo. Nasce così Cross Festival 2020 Walk Edition, un programma di appuntamenti che dal 9 luglio al 26 settembre sigilla un nuovo patto di collaborazione fra l’arte e il suo contesto, invade spazi pubblici, urbani e naturalistici alla ricerca di quello che è cambiato radicalmente nella nostra vita quotidiana.
Dove: Il Maggiore, Verbania
Quando: 9 luglio 2020 – 26 settembre 2020

Roberta Colombo. Urbanitudine
Nel palinsesto “Aria di cultura” e nell’anno che Milano dedica ai “Talenti delle donne”, dal 9 luglio al 13 settembre 2020 la Casa Museo Boschi Di Stefano ospita la mostra di Roberta Colombo Urbanitudine a cura di Gabi Scardi, ultima tappa dell’omonimo progetto che costituisce un percorso scandito da varie attività e momenti di riflessione sul tema della psicogeografia, già emerso nell’ambito della mostra “Ralph Rumney. Un ospite internazionale a Casa Boschi Di Stefano”. Urbanitudine è un termine inventato riferito al legame profondo dell’individuo con la dimensione urbana. Un legame per ripristinare il quale è importante mettere in campo percorsi di osservazione e di ricerca basati sull’attraversamento fisico dei luoghi. Attraversamento reale, in cui rientrano il camminare, raccontare, creare legami, relazioni e far crescere storie. In cui l’urbano non è inteso come un luogo indistinto, ma come l’insieme di dispositivi attraverso cui generare un nuovo immaginario.
Dove: Casa Museo Boschi Di Stefano, Milano
Quando: 9 luglio 2020 – 13 settembre 2020

Laboratorio di quartiere Unesco di Renzo Piano a Otranto
Un progetto espositivo, a cura di Elio Paiano, sostenuto da Polo biblio-museale di Lecce con Comune di Otranto, Fondazione Renzo Piano, Fondazione Dioguardi, Ordine degli architetti PCC della Provincia di Lecce.
La mostra, allestita nella Sala Triangolare del Castello Aragonese di Otranto dal 9 luglio al 9 settembre 2020, ripercorre l’esperienza del Laboratorio di Quartiere che Renzo Piano portò nel 1979 a Otranto con il patrocinio dell’Unesco e il coordinamento della Dioguardi. Un’esperienza unica che, seppur breve, segnò l’inizio della rinascita per il centro storico della città: un vero e proprio laboratorio, dedicato alla riscoperta e alla rigenerazione del quartiere e alla riattivazione di una memoria collettiva che sembrava obliata per sempre.
Dove: Castello Aragonese, Otranto
Quando: 9 luglio 2020 – 9 settembre 2020

Mario Cattaneo. La leggerezza di un tempo
Il Museo di Fotografia Contemporanea, in collaborazione con il Comune di Cinisello Balsamo, presenta una mostra fotografica nella piazza principale della città, luogo per eccellenza di condivisione e vita comunitaria, come omaggio ai cittadini e invito a riappropriarsi del proprio patrimonio culturale nonché a ritrovare nelle proprie radici e nella storia recente la forza e l’entusiasmo per ripartire, dopo aver vissuto mesi di profonda emergenza.
A partire da giovedì 9 luglio, ore 19, e fino al 6 settembre sarà possibile passeggiare in Piazza Gramsci lungo un percorso di circa 30 fotografie di Mario Cattaneo che – tra luna park, balere e domeniche all’idroscalo, nuove convivialità e mode importate dagli Stati Uniti come il juke-box e il boogie-woogie – restituiscono uno spaccato del tempo libero e dello svago della gioventù milanese nel periodo del secondo dopoguerra e del boom economico, tra gli anni Cinquanta e Sessanta, e al tempo stesso consegnano un messaggio di auspicio, speranza e ritrovata spensieratezza, oggi più che mai attuale dopo il dramma della recente pandemia.
È possibile richiedere al Servizio educativo del Museo visite guidate di approfondimento per piccoli gruppi, scrivendo all’indirizzo servizioeducativo@mufoco.org (agosto escluso).
Dove: Piazza Gramsci, Cinisello Balsamo
Quando: 9 luglio 2020 – 6 settembre 2020

Serena Fineschi – Viva questo mondo di merda (2020)
Dopo Altro giro, altra corsa di Iginio De Luca, si inaugura giovedì 9 luglio in diretta alle ore 19.00 sul canale Facebook di Flashback – @flashbackfair – Viva questo mondo di merda di Serena Fineschi, il terzo manifesto della quinta edizione di Opera Viva Barriera di Milano, progetto ideato da Alessandro Bulgini, curato da Christian Caliandro e sostenuto dalla fiera Flashback, l’arte è tutta contemporanea. Che quest’anno ha scelto – per il suo ottavo appuntamento – il tema Ludens, ispirato al racconto di fantascienza La variante dell’Unicorno di Roger Zelazny e all’opera di Johan Huizinga. Il gioco dunque come fondamento della vita umana e della creatività, come approccio fondamentale per la ricostruzione continua del mondo e come base per l’arte e la cultura; il gioco come attività sacra.
L’immagine realizzata dall’artista è la fotografia di una piccola porzione della sua stessa pelle, su cui è stata appositamente per questa occasione tatuata una frase (tratta da un lavoro del 2011) che è al tempo stesso una dichiarazione di intenti e un inno d’amore.
Dove: Piazza Bottesini, Torino
Quando: 9 luglio 2020 – 30 agosto 2020

#Guardiamoavanti
Negli ultimi mesi la casa è diventata il centro del nostro mondo. Abbiamo imparato a cucinare con il lievito di birra, abbiamo imparato a viaggiare con la mente e la fantasia guardando un film in streaming, leggendo un libro o semplicemente usando i social. Anche gli artisti hanno rivoluzionato il modo di progettare e condividere il proprio lavoro. Internet è diventato una piazza, una galleria, un teatro di vernissage quotidiani in cui critici, curatori, artisti, galleristi hanno proposto i loro progetti al mondo. E oggi che abbiamo ricominciato ad uscire dalle nostre case, come e in cosa si sono evoluti i progetti digitali nati tra le mura domestiche?
Finito il tempo dell’andrà tutto bene, è arrivato il tempo di guardare avanti. Avanti per dimenticare e cancellare anche il ricordo di questo preciso momento storico e recuperare quello che è stato prima o avanti per trovare un diverso modo di considerare arte e vita, analogico e digitale? Ma infondo quello che abbiamo vissuto prima, la nostra cosiddetta normalità, era poi così normale? #guardiamoavanti cerca di rispondere a queste domande attraverso una sintesi tra analogico e digitale.
Dove: Marina Bastianello Gallery, Mestre
Quando: 9 luglio 2020 – 29 agosto 2020

Immagini e parole
Dopo il lockdown l’Accademia di Belle Arti di Bologna torna a mettere in mostra la creatività e i lavori dei migliori talenti tra i suoi giovani studenti.
Il lavoro didattico non si è mai fermato, anche durante il periodo della più stretta emergenza Covid-19, ma è arrivato ora il momento di tornare a respirare arte e bellezza: è l’invito rivolto alla città, e sarà attuato attraverso un percorso di iniziative – sia virtuali sia “in presenza” – che proseguirà nel corso dell’estate, articolandosi in diversi momenti, organizzati col sostegno e con la preziosa collaborazione di MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna e Fondazione Zucchelli. Per culminare alla fine di luglio con la sesta edizione di Opentour, il tradizionale appuntamento di fine anno con il quale l’Accademia offre al pubblico l’occasione di scoprire i risultati dell’attività di studenti e docenti.
Dove: Zu.Art – giardino delle arti, Bologna
Quando: 9 luglio 2020 – 30 luglio 2020

Innesti
In questi ultimi anni le residenze artistiche del Museo di Camo hanno avuto come base l’idea che sfidare la consueta percezione del fare Arte, integrandola nella vita quotidiana, attraverso scenari non convenzionali in grado di introdurre nuove idee nella sfera pubblica poteva essere l’unica via percorribile. La residenza è stata concepita come un rigenerante luogo d’incontro interculturale, di scambio sociale, d’integrazione territoriale.
La residenza è stata un’opportunità per gli artisti di confrontarsi con nuove idee o di sperimentare il loro lavoro nel particolare territorio di Langa. Ci siamo proposti di incoraggiarli nel prestare attenzione all’ambiente antropico e naturale, trovando eventualmente nuove forme di interazione tra arte, territorio e società.
Dove: MCA – Museo a Cielo aperto, Camo
Quando: 9 luglio 2020 – 30 luglio 2020

Emilio Leofreddi – Cambio di valuta
Si inaugura giovedì 9 luglio alle ore 18.00,
anche in diretta sui canali Instagram e Facebook della Galleria Edieuropa di Roma, la mostra “CAMBIO DI VALUTA” di Emilio Leofreddi, a cura di Giuseppe Stagnitta
Miliardi di euro fatti a pezzi ogni anno e compattati in decine di migliaia di blocchetti. Il risultato sono le bricchette di banconote sminuzzate, mattoncini fatti di ritagli compressi. Le banconote triturate dalla Banca d’Italia, pressate in un cilindro, diventano coriandoli di cartamoneta che, nei lavori di Leofreddi, vanno oltre il loro valore reale, non più monete che implicano confini, l’economia del nulla si trasforma in un sogno visionario di economia di viaggio e dell’incontro. Emilio Leofreddi li riassembla per ricomporli in un puzzle rivoluzionario e immaginifico: come in un sogno, diventano uno strumento di viaggio, rivoluzionando uno schema antico quanto il mondo guidato dall’economia. Le logiche della mobilità dei popoli sono dettate dalla moneta, dall’economia e il compito dell’arte è quello di rivoluzionare questo concetto per la libertà dell’essere, poiché il mondo è di tutti.
Dove: Galleria Edieuropa, Roma
Quando: 9 luglio 2020 – 29 luglio 2020

Argentina
Le frontiere di molti paesi sono ancora chiuse, le mete più esotiche proibite: perciò, in attesa di poter prendere l’aereo, abbiamo deciso di portare una di queste da voi. È l’Argentina in mostra alla Kasa, dalla Cordigliera delle Ande alle pianure della Pampa, dall’arte contemporanea dei più quotati pittori al realismo magico di Jorge Luis Borges fino alle note del tango, seguiremo un percorso per viaggiare con la mente. Raggiungeremo le sconfinate terre argentine grazie alle potenti immagini di Marcos Zimmermann (uno dei maggiori fotografi sudamericani), che immortala i 290 km del Rio de la Plata, dalle zone più selvagge e incontaminate fino al porto di Buenos Aires e ancora viaggeremo, zaino in spalla, insieme a Bruce Chatwin grazie alla prima edizione italiana di In Patagonia. Oltre ad ammirare le bellezze naturali, una visita nei musei è d’obbligo: ecco quindi che ci vengono in aiuto cataloghi, manifesti e volumi appartenuti ad alcuni dei principali rappresentati dell’arte nazionale, come Julio Paz, di cui la Kasa conserva la biblioteca. Dalla collezione dell’artista, oltre a curiosi oggetti e souvenir da ogni angolo del Paese, libri dedicati da amici artisti e uno sfarzosissimo volume d’arte di Franco Maria Ricci dedicato a Cándido López.
Dove: Kasa dei Libri, Milano
Quando: 9 luglio 2020 – 17 luglio 2020

Pillole Festival
Il 9-10-11 luglio le meravigliose Serre Petitot del Parco Ducale verranno invase dalla presenza fisica, concreta e tangibile di persone incredibili della nostra contemporaneità: artisti, scrittori e scrittrici, creativi, musicisti, attori e attrici, performer, giornalisti, imprenditrici digitali.
Pillole è incontri, chiacchierate, approfondimenti e dibattiti DAL VIVO.
Pillole è finalmente musica, spettacoli e reading DAL VIVO.
Ripeto, DAL VIVO.
Quasi scontato, ma di streaming anche basta.
Pillole è per tutti, anche per i bambini grazie alla collaborazione con grandi professionisti ASSOCIAZIONE CIRCOLARMENTE, Museo Cinese Parma, Orso Ludo, Polpo Ludo.
Pillole è promosso da PARMA 360 Festival, Positive River Festival, Antica Farmacia + e Scintille Bookclub ed è inserito nel calendario Parma Estate 2020.
Pillole è una rete di partner e professionisti che si sono messi in gioco insieme a noi: Domenico Maisto Mondadori Bookstore On/Off SheTech Rossella Lombardozzi Officina Arti Audiovisive Libreria Diari di Bordo – Libri Per Viaggiare Chiara Allegri FICO creative studio
Pillole è gratuito e bisogna prenotarsi sulla web app http://www.comune.parma.it/prenota per partecipare.
A brevissimo il servizio sarà attivo.
Dove: Serre Petitot del Parco Ducale, Parma
Quando: 9 luglio 2020 – 11 luglio 2020

Portineria di comunità – Lo spaccio di cultura
L’edicola-chiosco di Porta Palazzo, posizionata all’imbocco di via Milano e a pochi metri dai portici, riapre dopo mesi di inattività diventando la Portineria di comunità “Lo spaccio di cultura”.
Durante l’inaugurazione, giovedì 9 luglio, alle ore 11.30, sarà firmato un Patto di comunità, documento nel quale si ribadisce che una catena è forte quanto il suo anello debole. E dunque, una società è forte quanto gli ultimi, i fragili.
I firmatari si impegneranno, ciascuno con le proprie competenze, a far crescere atti di reciproco aiuto.
Dove: Edicola di Comunità di Porta Palazzo, Torino
Quando: 9 luglio 2020 – 9 luglio 2020

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.