News dal Blog

Calendario Mostre [326] – 17/07/2020

Out-of-blog Barbara Picci

Cosa troverete: Tina Modotti @ Palazzo Merulana, Roma; Davide Enia @ MAXXI, Roma; Lorenzo Ostuni @ Museo di Palazzo Lanfranchi, Matera; Maicol Borghetti @ Lu.C.C.A. – Lucca Center Of Contemporary Art, Lucca; Nicolò Bruno @ Galleria Massimo Ligreggi, Catania; Angelo Giordano @ Extra Factory – Fatti di Arte, Livorno; Alessio Vaccari @ La Pazienza Arti e Libri, Ferrara; “Biennale della Fotografia Femminile” @ Casa del Rigoletto, Mantova; “Rien ne vas plus” @ Mauto – Museo Nazionale dell’Automobile, Torino; “Glocal Film Festival 2020” @ Musei Reali, Torino; “Torino a Cielo Aperto” @ Casa nel Parco, Torino; “Querini in versi” @ Fondazione Querini Stampalia, Venezia; “Museo per l’Immaginazione Preventiva – Editoriale” @ Museo Macro, ROma; “Centrale Fies | XL” @ Centrale Fies, Dro; “222. Prospettiva Comune” @ GAD – Giudecca Art District, Venezia; “Orestiadi di Gibellina 2020” @ Il grande Cretto di Alberto Burri, Gibellina

Mostra Biennale della Fotografia Femminile BFF HERE NOW
La prima edizione della Biennale, numerose esposizioni, workshop, eventi, talk e proiezioni interamente dedicati alla fotografia, era in programma a marzo, ma la pandemia del Covid-19 ha, come per tutte le altre attività culturali e non, bloccato il foto festival.
Ora che sono ritornate le condizioni di sicurezza la BFF torna live con la speciale versione BFF HERE NOW, strutturata come un’edizione diffusa, con mostre negli spazi istituzionali e nelle gallerie private di Mantova, incontri e workshop.
Un mosaico dedicato alla fotografia femminile che la BFF ha ripensato per sostenere la cultura, il territorio e aiutare tutti i cittadini a ritrovare una socialità perduta attraverso l’arte e la fotografia e una fiducia rinnovata nel riappropriarsi degli spazi dedicati alla cultura.
Le mostre sono tutte a ingresso libero, per conoscerne il programma, insieme a quello di eventi e workshop, gli aggiornamenti e le diverse sedi visitare il sito: www.bffmantova.com
Dove: Casa del Rigoletto, Mantova
Quando: 17 luglio 2020 – 31 dicembre 2020

Nicolò Bruno. Maestrale
Mostra Personale Nicolò Bruno dal 17 luglio al 10 ottobre 2020
„La Galleria MassimoLigreggi è lieta di presentare il giorno 17 Luglio la mostra personale di Nicolò Bruno dal titolo: MAESTRALE. “Siamo fatti di isole. Siamo fatti di isole, siamo isole nel mare della vita. Ecco perchè è così difficile comprendersi, anche quando, nei gesti affettuosi, colmi di intime dolcezze, le figure dipinte da Nicolò Bruno si sfiorano e si respirano l’un l’altro. Le sue pitture omo-erotiche sono delicate pagine scritte da un poeta viaggiatore che credo abbiano assorbito dall’esperienza di residenza, nella piccola isola di Sant’Antioco, il bagliore dei colori ovunque saturi di luce, assolati, assoluti. Alla vita contemplativa e alla ricerca solitaria, incoraggiata dai silenzi del lookdown, Nicolò ha accostato una forte azione territoriale sviluppando, per Fondazione MACC il progetto time-specific Residenza/Resistenza: una bandiera per resistere dedicata ai singoli, alla comunità calasettana, ai centri di produzione culturale.
Dove: Galleria Massimo Ligreggi, Catania
Quando: 17 luglio 2020 – 10 ottobre 2020

Museo per l’Immaginazione Preventiva – Editoriale
Xavier Aballí, Andreas Angelidakis, Archivio Storico Birra Peroni, Archivio Marcello Salustri, Pierre Bismuth, Henry Bond, Corita Kent, Gino De Dominicis, Trisha Donnelly, Melvin Edwards, Morgan Fisher, Philipp Fleischmann, Liam Gillick/Henry Bond, Marcia Hafif, i ready made appartengono a tutti ®, Ann Veronica Janssens, Lory D, Marcello Maloberti, Cecilia Mangini, Franco Mazzucchelli, Luigi Nono, Gastone Novelli, Joanna Piotrowska, Emilio Prini, Puppies Puppies, Sarah Rapson, Roberto Rossellini, Seth Siegelaub, Giovanna Silva, Lewis Stein, Nora Turato, Ufficio per la Immaginazione Preventiva, Vipra, Luca Vitone, Nicole Wermers, Eduardo Williams & Mariano Blatt.
Con un editoriale si introducono i contenuti di una rivista, di una fanzine, un libro o una collana, si lancia un nuovo progetto, si raccontano intenzioni, si anticipano provocazioni e si cerca di coinvolgere chi vorrà poi sfogliare quelle pagine, o farne parte. Come un editoriale è concepita questa mostra inaugurale redatta dal direttore artistico Luca Lo Pinto: cinquantacinque opere invitano a scoprire l’architettura e gli spazi rinnovati del MACRO secondo molteplici prospettive e percorsi — frammentari, anomali — e suggeriscono ai visitatori indirizzi, posizioni, immaginari e linguaggi che il nuovo programma del museo andrà a esplorare.
Dove: MACRO – Museo di Arte Contemporanea, Roma
Quando: 17 luglio 2020 – 27 settembre 2020

Torino a Cielo Aperto
Torino a Cielo Aperto è il nome del ricco calendario di eventi e appuntamenti culturali e ricreativi organizzati su tutto il territorio cittadino che ha come obiettivo quello di permettere ai torinesi e ai turisti in visita di riappropriarsi degli spazi pubblici e dei parchi cittadini dopo il lungo lockdown imposto dall’emergenza Covid-19 in Italia.
Proposto dagli assessorati alla Cultura, ai Giovani, al Turismo e Commercio, all’Ambiente e all’Istruzione della Città di Torino, in collaborazione con Fondazione per la Cultura Torino e grazie al sostegno di Intesa Sanpaolo e Iren, il progetto dell’Estate 2020 a Torino presenta 22 punti estivi realizzati da associazioni culturali con il contributo della Città: 4 arene cinematografiche; la programmazione ‘Blu Oltremare’ che si realizza nel cortile di Combo a cura del Teatro Stabile di Torino con la collaborazione del Teatro Regio, di TPE – Teatro Piemonte Europa e Fondazione TRG, Piemonte dal Vivo, Todays, TJF e MITO per la Città, Torino Spiritualità/Circolo dei lettori e alcune delle compagnie del progetto Torino Arti Performative; ‘Spettacoli a Cielo Aperto’ nell’arena della Casa del Teatro Ragazzi e Giovani; gli eventi estivi nei cortili e i Festival.
Dove: Casa nel Parco, Torino
Quando: 17 luglio 2020 – 25 settembre 2020

Alessio Vaccari – Humus. Una finestra sul cortile
Venerdì 17 luglio 2020, alle 18,30, inauguriamo finalmente la mostra dell’artista livornese Alessio Vaccari, “Humus. Una finestra sul cortile”, inizialmente programmata per lo scorso aprile. Le opere di Vaccari vi faranno immergere in un microcosmo popolato di piccole creature, da dove contemplare affascinati la bellezza della Natura, fatta di infiniti particolari, tratteggiati dall’artista con maestria e sapienza. La tecnica pittorica scelta da Vaccari e soprattutto la tavolozza infinita dei suoi verdi infondono nello spettatore un immediato senso di quiete e benessere. Come bambini ci si ritrova a gioire nell’osservare la semplicità perfetta del mondo naturale. Per dirla con le parole di Philippe Daverio: “Vi è una prassi molto particolare che consiste nel dipingere cose minime per raggiungere intensità massime. È questo il modo operativo di Alessio Vaccari”. Così «il gioco di due neri merli, presi dal contendersi una colorata stella filante, ci racconta come Vaccari, con la sua rivisitazione del puntinismo, non più meramente analitico ma fibrillante di luce e di vita, abbia non solo superato la concezione della natura morta ma addirittura potenziato la rappresentazione della natura, per così dire, “viva”» (dal testo di Eliana Urbano Raimondi contenuto nel catalogo dell’esposizione).
Dove: La Pazienza Arti e Libri, Ferrara
Quando: 17 luglio 2020 – 5 settembre 2020

Maicol Borghetti. Ritorno al disordine
“Ritorno al disordine”. L’artista Maicol Borghetti torna al Lucca Center of Contemporary Art con un nuovo progetto in omaggio alla mostra in corso “Storie del Novecento in Toscana. Soffici, Viani, Rosai, Maccari, Marcucci, Venturi: dal ritorno all’ordine alla conquista del disordine”. Da oggi al 30 agosto sarà visibile nella Sala Lounge al primo piano del museo lucchese la sua installazione tratta dal progetto Nebula ovvero una proiezione audiovisiva su scultura “Untitled” da Mythos e Protos, ciclo di opere esposte nel Lu.C.C.A. Lounge&Underground lo scorso anno. Da sempre la ricerca di Borghetti, che si nutre dell’uso di nuove tecnologie, si focalizza sulle archeologie e sulle forme di vita del futuro. Su questi temi si concentra quindi anche il progetto Nebula, termine che indica la nebulosa ovvero un agglomerato interstellare di polvere, idrogeno e plasma.
Dove: Lu.C.C.A. – Lucca Center Of Contemporary Art, Lucca
Quando: 17 luglio 2020 – 30 agosto 2020

Tina Modotti. L’Eros della rivoluzione
Il volto delicato, l’espressione malinconica, una personalità poliedrica animata da un temperamento fortissimo ed appassionato con il quale esplora la vita ed il mondo senza apparente paura e con infinita partecipazione.
Tina Modotti. Sarta, burocrate, attrice, attivista, poliglotta, amante, spia.
Il suo nome evoca la figura di donna quasi mitologica eppure contemporanea, capace di emanare in un’unica e irripetibile essenza le note volatili della libertà, quelle prorompenti della emancipazione, caratterizzandola con quelle di una potente femminilità.
Si è scritto molto della sua vita, del suo rapporto con l’amore, ma si conosce poco del suo lavoro. Soprattutto del suo lavoro di fotografa.
Eppure il suo splendido sguardo mostra una straordinaria capacità di raccontare la complessità di una rivoluzione senza mai perdere la delicatezza di porgere attenzione ad un particolare, ad un fiore. Una donna, una artista oltre le definizioni, oltre il suo tempo, che proietta verso una modernità che trova nella “Desiderio” la scintilla per muoversi verso un ideale imprescindibile, una passione irrinunciabile, una volontà tenace, nell’esplorazione di sé e della stessa vita per lei già immortale.
Dove: Palazzo Merulana, Roma
Quando: 17 luglio 2020 – 30 agosto 2020

Lorenzo Ostuni. Magia della Luce
Per la prima volta a Matera, gli specchi incisi da Lorenzo Ostuni, filosofo, psicologo, studioso del simbolo, autore e regista di origini lucane.
Venerdì 17 luglio 2020 alle ore 17:30, nella Chiesa del Carmine del Museo di Palazzo Lanfranchi – Museo Nazionale d’Arte Medievale e Moderna della Basilicata sarà inaugurata la mostra “Lorenzo Ostuni. Magia della luce” promossa dalla Direzione Regionale Musei Basilicata e dalla Fondazione Laurini – Istituto del Simbolo “Lorenzo Ostuni” in collaborazione con il Comune di Matera ed il Comune di Tito, con il patrocinio dell’Università degli Studi della Basilicata.
L’esposizione, diretta da Marta Ragozzino e Giancarlo Laurini e curata da Fiorella Fiore, porta per la prima volta a Matera, gli specchi incisi da Lorenzo Ostuni, filosofo, psicologo, studioso del simbolo, autore e regista di origini lucane vissuto e morto a Roma nel 2013. La mostra, dopo Matera, approderà a Tito, paese natio di Lorenzo Ostuni, nel Palazzo Laurini, sede dell’omonima Fondazione ed è parte di un più ampio e complesso progetto espositivo partito da Roma con la grande rassegna ospitata a Villa Torlonia nel 2017, a cura di Alessandro Orlandi.
Dove: Museo di Palazzo Lanfranchi, Matera
Quando: 17 luglio 2020 – 20 agosto 2020

222. Prospettiva Comune
Il progressivo e sempre crescente interesse dell’uomo verso il proprio spazio abitato, espresso attraverso le arti figurative, dimostra come sia centrale, per il nostro paradigma culturale, il rapporto tra il corpo (biologico, sociale, individuale, collettivo, virtuale) e lo spazio (anch’esso nelle varie declinazioni) da esso abitato e con cui è in perenne connessione. Nel periodo rinascimentale l’uomo comincia a sentirsi sempre più legato alla natura e in continuo dialogo con essa, ed è soprattutto grazie all’arte pittorica degli artisti fiamminghi che nel 1500 viene a delinearsi il moderno significato di paesaggio.
La parola “paesaggio” deriva dal francesce “paysage” e si compone del sostantivo pays, “terra, territorio”, e del suffisso -age, nel senso d’insieme, vista d’insieme, totalità. Dalla formulazione in francese della parola, si evince la non identità tra paesaggio e paese. A quest’ultimo, infatti, si aggiunge il suffisso –aggio che determina una sorta di prospettiva sul paese o meglio una vista del paese, cioè un punto di vista. Il paesaggio è definibile dunque come una distesa di paese abbracciato dallo sguardo di un soggetto.
“Che cosa è, infatti, il paesaggio se non la citazione all’ordine del giorno del nostro sguardo, dei brani, delle parole, di un testo che ciascuno di noi è chiamato a leggere e interpretare?” evidenzia Massimo Quaini, in “Paesaggi culturali”.
Dove: GAD – Giudecca Art District, Venezia
Quando: 17 luglio 2020 – 17 agosto 2020

Rien ne vas plus
Un’operazione della Guardia di Finanza diventa un’esposizione di automobili di lusso al Mauto.
Dove: Mauto – Museo Nazionale dell’Automobile, Torino
Quando: 17 luglio 2020 – 17 agosto 2020

Orestiadi di Gibellina 2020
Lì dove nascono i sogni: è un invito a non smettere di sognare lo slogan della trentanovesima edizione delle Orestiadi di Gibellina, la terza diretta da Alfio Scuderi, realizzata – con grande impegno e nonostante l’emergenza sanitaria – dalla Fondazione Orestiadi con il sostegno istituzionale dell’Assessorato al Turismo della Regione Siciliana e del Ministero dei Beni Culturali.
Un’edizione “straordinaria” che si terrà dal 17 luglio all’8 agosto 2020: “In questa particolare stagione, visto il drammatico periodo che ha stravolto un mondo che si nutre di socialità e condivisione come quello della cultura – spiega il direttore artistico Alfio Scuderi – le Orestiadi ritengono indispensabile fare la loro parte confermando il Festival che da 39 anni accompagna l’estate teatrale in Sicilia. Non sarà una rassegna d’emergenza, ma per l’emergenza, con un programma “straordinario” immaginato per l’occasione, per confermare l’impegno e l’identità culturale portata avanti in questi 39 anni di storia.”
Dove: Il grande Cretto di Alberto Burri, Gibellina
Quando: 17 luglio 2020 – 8 agosto 2020

Centrale Fies | XL
Dal 17 luglio all’8 agosto per ogni fine settimana XL si svolge, nuovamente live e in loco a Centrale Fies – Dro (TN). La programmazione di Hyperlocal, questo il nome scelto per raccontare la sessione estiva, non è semplicemente la narrazione di una nuova versione dell’esistente ma il frutto di uno sviluppo dell’opera che gli artisti hanno immaginato come coerente alla propria ricerca.
Hyperlocal diventa il racconto di questo tempo eccezionale senza voler essere una programmazione d’emergenza.
Così dal 17 luglio in programma, a cura di Barbara Boninsegna e Filippo Andreatta, si susseguiranno Anagoor (17 e 18 luglio), Chiara Bersani (24,25,31,1,8 luglio), MK (17 e 18 luglio), Jacopo Jenna (31 luglio e 1 agosto), Mali Weil (24 e 25 luglio), OHT (17 luglio – 8 agosto), Alessandro Sciarroni (31 luglio – 1 agosto), CollettivO CineticO and Alessandro Sciarroni (7 e 8 agosto), Giorgia Ohanesian Nardin (24 e 25 Luglio), Marco D’Agostin (7 e 8 agosto), Sotterraneo (8 agosto).
Dove: Centrale Fies, Dro
Quando: 17 luglio 2020 – 8 agosto 2020

Glocal Film Festival 2020
Il Glocal Film Festival, inizialmente previsto dal 12 al 16 marzo, si svolgerà da mercoledì 15 luglio a martedì 4 agosto 2020.
Il Glocal, diretto da Gabriele Diverio e organizzato dall’Associazione Piemonte Movie, si riproporrà al pubblico in una versione estiva, in cui film in concorso e proiezioni speciali saranno parte dei calendari di arene cinematografiche, luoghi della cultura e della creatività e del protagonismo giovanile.
Il calendario di 9 proiezioni si snoderà attraverso la città dal centro alle periferie, per un’edizione diffusa che Piemonte Movie porta avanti da anni con Movie Tellers e i Presìdi cinematografici locali e al più recente progetto produttivo nelle circoscrizioni torinesi Torino Factory.
L’ obiettivo del Glocal Film Festival è di creare occasioni di visibilità e incontro con la creatività e l’industria cinematografica locale.
Dove: Musei Reali, Torino
Quando: 17 luglio 2020 – 4 agosto 2020

Angelo Giordano. Anime Barocche
Angelo Giordano, artista che ama confrontarsi con gli “ismi” del XXI secolo, ha studiato Jung con riguardo e attenzione e non è da escludere qualche premeditazione teoretica anche nella sua vertigine di homo faber. Egli infatti giunge a proporre immagini di ineluttabile introspezione quasi a voler dare dimostrazione concreta e insieme simbolica, all’enunciato junghiano per il quale inconscio personale e inconscio collettivo possono ben manifestarsi attraverso l’oggetto in cui si attua la sintesi dialettica fra conoscenza e intuizione: l’opera d’arte. Non deve dunque stupire che questo giovane e valente artista campano, sottenda nei titoli delle proprie opere – specie in quelle di recente produzione passate peraltro al setaccio della severa commissione di un contest di pittura – il significato di “archetipo”, quasi a sottolineare che l’esito della sua ricerca conduce a una verità primordiale, rispetto alla quale le infinite, parziali, contingenti verità della cronaca contemporanea e della storia altro non sono che manifestazioni simboliche, momenti di inappellabile dialettica fra natura e cultura.
Dove: Extra Factory – Fatti di Arte, Livorno
Quando: 17 luglio 2020 – 24 luglio 2020

Querini in versi
Una poesia a Venezia e con la Querini Stampalia per accompagnare la città e la Fondazione in un momento cruciale in cui Venezia deve ripensarsi e reinventarsi, valorizzando il suo patrimonio senza eguali. E’ il progetto Querini in versi. Cinque poeti esplorano la Fondazione Querini Stampalia a cura di Shaul Bassi e Tiziano Scarpa.
Maria Grazia Calandrone, Samir Galal Mohamed, Giovanna Rosadini, Luigi Socci sono stati invitati a soggiornare a Venezia dal 17 al 21 luglio e a visitare le collezioni della Querini Stampalia e la città sotto la guida esperta di Tiziano Scarpa.
Un’opera d’arte, un oggetto, uno scorcio architettonico della Fondazione faranno da suggestione ai poeti in residenza, che ne trarranno ispirazione per comporre una lirica.
L’obiettivo è confrontarsi e dialogare con gli spazi della Querini Stampalia per dare origine a nuove espressioni nel segno di una vitale sperimentazione.
La Fondazione diventa ancora una volta un campo di produzione culturale basata sullo studio e la valorizzazione del proprio patrimonio storico e museale e sulla riflessione attenta a cogliere le proposte più avanzate della contemporaneità.
Querini in versi. Cinque poeti esplorano la Fondazione Querini Stampalia assume anche un valore simbolico: è un augurio per la ‘rinascita’ della città e, con lei, delle istituzioni culturali che la rappresentano.
L’esito del progetto e i componimenti che ne nasceranno saranno presentati nel corso del prossimo autunno.
Dove: Fondazione Querini Stampalia, Venezia
Quando: 17 luglio 2020 – 21 luglio 2020

Estate al MAXXI. Teatro
L’abisso con Davide Enia

«Il primo sbarco l’ho visto a Lampedusa assieme a mio padre. Approdarono al molo in tantissimi, ragazzi e bambine, per lo più. Io ero senza parole».
Uno spettacolo tratto dal libro di Davide Enia Appunti per un Naufragio (Sellerio editore) che utilizza i linguaggi propri del teatro per affrontare il mosaico di questo tempo presente.
Come raccontare il presente nel momento della crisi? Questa domanda nasconde continue insidie. In assoluto, il continuo rischio di spettacolarizzare la tragedia. Il lavoro è indirizzato, quindi, verso la ricerca di una asciuttezza continua, in cui parole, gesti, note, ritmi, cunto devono risultare essenziali, irrinunciabili, necessari alla costruzione del movimento interno.
Questo ha determinato il carattere performativo del lavoro in scena, in cui si riproietta se stessi nel preciso stato emotivo che ha generato tutto, immergendosi dentro quell’esatta condizione del sentimento, in un loop che si ripete replica dopo replica, in un ritorno continuo che non ha esito se non il suo essere rivissuto, parola dopo parola, gesto dopo gesto, suono dopo suono, trauma dopo trauma, cunto dopo cunto.
Dove: MAXXI, Roma
Quando: 17 luglio 2020 – 17 luglio 2020

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.