News dal Blog

Calendario Mostre [356] – 26/09/2020

Out-of-blog Barbara Picci

Cosa troverete: Daniel Buren @ Galleria Continua, San Gimignano; Michelangelo Pistoletto @ Galleria Continua, San Gimignano; André Derain @ Museo d’arte, Mendrisio; JR @ Galleria Continua, San Gimignano; Andrea Chisesi @ Vittoriale degli Italiani, Gardone Riviera; Enrico Robusti @ Labirinto della Masone, Fontanellato; Christiane Löhr @ Museo di Capodimonte, Napoli; Stefano Torrione @ Via Dante, Milano; Alexandre da Cunha @ Thomas Dane Gallery, Napoli; Marie Denis e Michele Spanghero @ Galleria Alberta Pane, Venezia; Jack Pierson @ Thomas Brambilla Contemporary Art, Bergamo; Elena Ascari @ Hangar Rosso Tiepido, Modena; Guido Persico @ CSA Farm Gallery, Torino; Tomaso De Luca @ Monitor, Pereto; Carla Accardi e Antonio Sanfilippo @ Convento del Carmine, Marsala; Sandra Schawalder @ Arte Borgo Gallery, Roma; Giulia Crispiani @ Il Colorificio, Milano; Ettore Frani @ Parco dell’Arte, San Giovanni la Punta; Petra Feriancová @ Galleria Gilda Lavia, Roma; Massimo Pelagagge @ Showcases Gallery, Varese; Gianfranco Pacini @ Studio d’Arte MeS3, Livorno; Giovanni Ciucci @ Chiesa di San Zenone, Cesena; Anna Maria Taddei @ GAMeC CentroArteModerna, Pisa; Luigi Vigliotti @ Studio Cenacchi, Bologna; Manuele Cerutti e Francesca Ferreri @ Casa Casorati, Pavarolo; Nino Barone @ Via Cavour 85, Arezzo; Claudio Ulivelli @ Galleria Spaziografico, Massa Marittima; “Open Sound Festival 2020 presenta Suite OSA anteprima live” @ Palazzo Lanfranchi, Matera; “Protext! Quando il tessuto si fa manifesto” @ Centro Pecci, Lucca; “Biennale Light Art Mantova 2020” @ Casa del Mantegna, Mantova; “Festival della Fotografia Etica 2020” @ Parco Isola Carolina, Lodi


Ettore Frani. Nel lucido buio
Dove: Fondazione La Verde La Malfa – Parco dell’Arte, San Giovanni la Punta
Quando: 26 settembre 2020 – 11 aprile 2021
Dal 26 settembre 2020 all’11 aprile 2021 la Fondazione La Verde La Malfa – Parco dell’Arte ospita la mostra “Nel lucido buio” di Ettore Frani, a cura di Giorgio Agnisola, promossa e ideata dal presidente della Fondazione Alfredo La Malfa, Dario Cunsolo e Paola Feraiorni con il patrocinio del Comune di San Giovanni La Punta (CT).
Originario di Termoli (CB), Ettore Frani in questa sua personale propone sedici opere, alcune appositamente realizzate per la mostra, che ne attestano non soltanto il grande talento, gratificato negli ultimi anni da una lunga serie di pregevolissimi eventi espositivi, ma disvelano l’ennesima tappa di un percorso artistico che brama indagare sul senso della vita, anche quando appare incomprensibile e ricco di contraddizioni.
Una scelta non casuale quella di Frani, una scelta che, in questi mesi vissuti all’ombra di un male che ha letteralmente corroso tutte le nostre certezze, ben si lega, come ricorda il presidente Alfredo La Malfa, a quello che è sempre stato, nei suoi dodici anni di vita, l’interesse principale della Fondazione, a partire anche dalle creazioni e da tutte le felici intuizioni della sua fondatrice, Elena La Verde, e cioè «un volersi immergere nel profondo dell’esistenza per cercare un senso alla stessa»…
Continua a leggere


Andrea Chisesi. Tempora Vatis
Dove: Vittoriale degli Italiani, Gardone Riviera
Quando: 26 settembre 2020 – 23 marzo 2021
A poco più di un mese dalla chiusura di “Pietre della memoria. Omaggio al Parente” – l’evento artistico estivo della Versiliana di Marina di Pietrasanta – Andrea Chisesi torna a misurarsi con Gabriele d’Annunzio. Ma questa volta lo fa proprio nella sua dimora affacciata sul Lago di Garda, casa-museo ogni anno meta di centinaia di migliaia di visitatori.
Si inaugura sabato 26 settembre, al Vittoriale degli Italiani di Gardone Riviera (BS) la mostra Tempora Vatis, vero e proprio omaggio alla «vita inimitabile» di d’Annunzio, curata da Marcella Damigella. Allestita nelle sale di Villa Mirabella – uno degli edifici del complesso del Vittoriale degli Italiani dove d’Annunzio ospitava gli artisti della fabbrica del Vittoriale – la mostra resterà visibile fino al 1° marzo 2021.
Per Chisesi – artista eclettico nei temi, nelle espressioni e nell’utilizzo delle tecniche – si tratta di una nuova collezione che origina nel suo studio di Siracusa, un vecchio hotel di fine ‘800 rimaneggiato nel periodo fascista, dove l’artista ha vissuto sensazioni inaspettate e trovato la sua ispirazione…
Continua a leggere


Protext! Quando il tessuto si fa manifesto
Dove: Centro Pecci, Lucca
Quando: 23 ottobre 2020 – 7 febbraio 2021
Protext! Quando il tessuto si fa manifesto indaga come la più recente generazione di artisti prenda in considerazione l’uso del tessuto e le sue diverse declinazioni formali come pratica artistica trasgressiva, e ne esplora il ruolo in prima linea nei dibattiti critici su autorialità, lavoro, identità, appartenenza, collettività, processi produttivi e cambiamento ambientale.
Sono numerossimi gli artisti che si sono avvicinati all’uso del tessile nel ventesimo secolo, inizialmente spinti dalla volontà di sperimentare con un medium alternativo e semplice da reperire, che permette ampie possibilità di interpretazione ed esercizio estetico, ma anche il recupero di materiali e tecniche della tradizione…
Continua a leggere


André Derain. Sperimentatore controcorrente
Dove: Museo d’arte, Mendrisio
Quando: 27 settembre 2020 – 31 gennaio 2021
Curata da Simone Soldini, Francesco Poli e Barbara Paltenghi Malacrida, la mostra André Derain Sperimentatore controcorrente presenta, grazie alla collaborazione degli Archivi André Derain e ai prestiti di alcuni prestigiosi musei francesi, 70 dipinti, 30 opere su carta, 20 sculture, 25 progetti per costumi e scene teatrali, illustrazioni di libri e alcune ceramiche per ripercorrere la creatività vulcanica e l’attività poliedrica di questo massimo protagonista dell’arte moderna.
Derain ha formato con Henri Matisse e Pablo Picasso la triade di artisti che ha completamente cambiato a livello mondiale l’arte del Novecento. Derain è stato a capo e ispiratore di molte delle maggiori correnti della pittura moderna e contemporanea. È stao l’erede dell’Impressionismo, l’iniziatore della pittura Fauve e uno dei padri del Cubismo, nonché il precursore del Ritorno al Classicismo…
Continua a leggere


Enrico Robusti. La pittura iperproteica
Dove: Labirinto della Masone, Fontanellato
Quando: 26 settembre 2020 – 17 gennaio 2021
Sarà Enrico Robusti, pittore parmigiano contemporaneo (1957) il protagonista della nuova mostra al Labirinto della Masone, La pittura iperproteica, che aprirà al pubblico sabato 26 settembre.
L’esposizione, fortemente voluta da Franco Maria Ricci, che da tempo conosce e stima l’artista, è costituita da una selezione di circa trenta opere, tra le quali quattro lavori inediti realizzati per l’occasione. I dipinti, tutti a olio su tela e in maggioranza di grande formato, rappresentano una finestra sulla società odierna, della quale offrono scene e scorci di vita quotidiana attraverso una prospettiva vorticosa e irreale.
Raccolte intorno a tre sezioni, il cibo, le coppie e la società, le opere di Robusti tracciano, con le loro pennellate veementi (o robuste, nomen omen), un ritratto grottesco del mondo occidentale, italiano, ma soprattutto parmigiano e padano in genere, affollato com’è di salumi, torta fritta e lambrusco, allo stesso tempo realistico e onirico. Ma, se le proporzioni deformate e le espressioni accentuate rimandano al regno dell’incubo, le situazioni e i personaggi possono invece essere collocati senza fatica nelle nostre case, nei nostri salotti o nei nostri ristoranti…
Continua a leggere


Incontri sensibili – Christiane Löhr incontra Capodimonte
Dove: Museo di Capodimonte, Napoli
Quando: 26 settembre 2020 – 10 gennaio 2021
La mostra, a cura di Sylvain Bellenger e Laura Trisorio in collaborazione con la galleria Tucci Russo Studio per l’Arte Contemporanea, porta per la prima volta al museo l’opera dell’artista tedesca Christiane Löhr nell’ambito del ciclo Incontri sensibili, dialogo tra artisti contemporanei e collezione storica di Capodimonte.
L’esposizione si pone nel solco delle esposizioni Bourgeois e Guarino (26 marzo – 17 giugno 2017) e Jan Fabre. Naturalia e Mirabilia (1 luglio – 7 gennaio 2017), Incontri sensibili: Paolo La Motta guarda Capodimonte (30 giugno 2018 – 24 febbraio 2019), Jan Fabre. Oro rosso: sculture d’oro e corallo, disegni di sangue (30 marzo – 15 settembre 2019) sempre al secondo piano del museo, nella sala 82 che per questa mostra riapre la sua finestra sullo storico Belvedere.
La mostra Christiane Löhr incontra Capodimonte (26 settembre 2020 – 10 gennaio 2021), a cura di Sylvain Bellenger e Laura Trisorio, inaugura sabato 26 settembre alle ore 11.00 alla presenza dell’artista e dei curatori.
Il giorno precedente, venerdì 25 settembre alle ore 19.00, presso lo Studio Trisorio (via Riviera di Chiaia, 215) inaugura la mostra personale dell’artista (fino al 4 dicembre 2020)…
Continua a leggere


Carla Accardi / Antonio Sanfilippo. L’avventura del segno
Dove: Convento del Carmine, Marsala
Quando: 26 settembre 2020 – 10 gennaio 2021
Protagonisti della storia dell’arte non soltanto italiana del secondo Novecento, Carla Accardi (Trapani, 1924 – Roma, 2014) e Antonio Sanfilippo (Partanna, 1923 – Roma, 1980) sono stati tra i principali artefici di quel rinnovamento che, a partire dell’immediato dopoguerra, conduceva alcuni giovani artisti a riallacciare la propria ricerca alle grandi fonti della cultura artistica europea.
A loro è dedicata la mostra “Carla Accardi – Antonio Sanfilippo. L’avventura del segno”, a cura di Sergio Troisi, in programma nel Convento del Carmine di Marsala dal 26 settembre 2020 e fino al 10 gennaio 2021.
Inizialmente calendarizzata per il mese di maggio 2020 – e sospesa per l’emergenza sanitaria – è organizzata dall’Ente Mostra di Pittura Contemporanea “Città di Marsala” insieme con l’Archivio Accardi Sanfilippo di Roma.
La mostra ripercorre per la prima volta in parallelo il loro percorso, degli esordi in ambito costruttivista alla fine degli anni Quaranta alla dimensione del segno del decennio successivo che proiettò entrambi in un ambito pienamente internazionale (le loro opere sono presenti nei maggiori musei europei), seguendone gli sviluppi sino agli inizi degli anni Settanta, quando Sanfilippo dirada e poi cessa la propria produzione…
Continua a leggere


Daniel Buren. Fuori tempo, a perdita d’occhio
Dove: Galleria Continua, San Gimignano
Quando: 26 settembre 2020 – 10 gennaio 2021
Showing for the first time in Italy, Daniel Buren’s film “Fuori tempo, a perdita d’occhio”, is a work that lasts 6 hours and 24 minutes: a sort of retrospective in the form of a film in which the French artist goes back over the stages of his work, from the very beginning up until 2018. The film is an open structure, that is, conceived with the intention of being able to intervene at any time by correcting or updating the film with new works…
Continua a leggere


Michelangelo Pistoletto. Messanudo
Dove: Galleria Continua, San Gimignano
Quando: 26 settembre 2020 – 10 gennaio 2021
A new series of mirror paintings presents the protagonists of these new works, images of people, unclothed, diverse and unique. Without any preconceptions, the human figure is taken in its aesthetic entirety and is used by the artist to demonstrate a cross-section of society. Each individual is shown as equal, facing the beauty of diversity that distinguishes us, of loving our differences, whether they’re linked to ethnicity, culture or religion…
Continua a leggere


JR. Omelia contadina
Dove: Galleria Continua, San Gimignano
Quando: 26 settembre 2020 – 10 gennaio 2021
This exhibition presents JR’s latest film, “Omelia Contadina”, a short film made with the Italian director Alice Rohrwacher which premieres in the Special Screenings section of the 77th Venice International Film Festival (2020) and which aims to avert the disappearance of traditional rural culture. JR elaborates on this theme in his San Gimignano solo show via a series of photographic works made on glass, paper and plaster, along with a site specific installation which fills and transforms not only the stage but also the entire stalls area of the former cinema and theatre that houses the gallery…
Continua a leggere


Petra Feriancová. Ego in habitat
Dove: Galleria Gilda Lavia, Roma
Quando: 26 settembre 2020 – 12 dicembre 2020
Lei se ne stava lì e mi ha raccontato di storie che avevano molte soluzioni possibili. “Non esiste qualcosa di correlato: non c’è una vicinanza narrativa”, mi ha detto. E nessuno sembra sapere cosa aspettarsi, ma una cosa che tutti sanno è il fatto che tutto era come l’acqua. I sogni, intendo. Si trattava di un altro modo di esistere. Di esistenza. Di essere. Non crediamo nell’eternità, ma crediamo che ci sia possibilità di vita nell’acqua. Per lei si trattava una vita extraterrestre. Quella che vive là fuori. Qualcosa come la fonte di un diverso modo di essere, in quanto anche il modo in cui loro usano l’ossigeno è simile all’evoluzione basata su esempi come quello dei mammiferi, che vengono allevati sott’acqua. E anche il suono, che si trasforma durante la trasmissione. La comunicazione è totalmente differente. Anche suo padre era interessato agli Oceani. E l’acqua è la fonte dell’immortalità, come si vede nelle Porifere (le sue creature acquatiche preferite) che sembrano piante ma sono animali…
Continua a leggere


Alexandre da Cunha. Arena
Dove: Thomas Dane Gallery, Napoli
Quando: 26 settembre 2020 – 12 dicembre 2020
Alexandre da Cunha sfida il sistema implicito del valore degli oggetti. Nella sua attenta disposizione di materiali e oggetti – che siano domestici, utili o usa e getta – da Cunha rivaluta le gerarchie dell’attenzione e della percezione analizzando con cura il gioco di sagoma, forma e colore.
Per Arena, la sua prima mostra presso la Galleria Thomas Dane di Napoli, da Cunha presenta alcuni aspetti delle sue osservazioni su come gli oggetti sono collocati nel mondo circostante. Nella conversazione con Jenni Lomax, con la quale ha lavorato nel 2009 per la sua mostra Laissez-faire al Camden Arts Centre, l’accento è posto sul rapporto spaziale nella progressione delle stanze della galleria; mutando le tradizionali prospettive delle pareti, dei pavimenti e dei soffitti.
Elementi della mostra del Camden Arts Centre, come la testa del mocio per lavare a terra assemblato e i calchi delle noci di cocco, sono articolati ex novo in Arena, dove la sensibilità di da Cunha nei confronti dei materiali è esaltata sia dal trattamento dello spazio che dalla scelta delle installazioni di Lomax. Le porte sono volutamente chiuse per coordinare il movimento attraverso la galleria; rinforzando in modo uniforme ‘l’arena’ come luogo chiuso di attività o conflitto…
Continua a leggere


Marie Denis / Michele Spanghero. Imprese
Dove: Galleria Alberta Pane, Venezia
Quando: 26 settembre 2020 – 28 novembre 2020
Imprese è un’esposizione a due voci, quelle degli artisti visuali Marie Denis e Michele Spanghero. Imprese è il territorio d’accoglienza di installazioni che abitano lo spazio della Galleria Alberta Pane in dialogo, silente e incrociato nel caso di Denis, sussurrato e orizzontale nel caso di Spanghero.
Imprese è il punto di incontro tra realtà aziendali, Giovanardi e Lunardelli, che hanno prestato e prestano all’Arte il muscolo produtivo del fare e del realizzare l’Opera, splendida potente e indipendente impresa di genio e talento.
Marie Denis presenta una natura sensibile, mutata e mutevole, suscetibile d’interpretazioni e nuovi signifcati.
La “politica del bello” di aristotelica memoria trova nella prima seducente installazione, Nel Wunderkammer, poggiata su risme di carta da imballo e realizzata in collaborazione con Giovanardi, l’incanto e l’annientamento delle barriere destati dal naturale e dall’artifciale. Si trata di entrare, con questi lavori intensi e mutevoli, nel territorio magico di un erbario organico e fantastico, che sfugge al destino entropico grazie a idea, talento e sapienza manifaturiera coniugata con la competenza tecnica e tecnologica…
Continua a leggere


Biennale Light Art Mantova 2020
Dove: Casa del Mantegna, Mantova
Quando: 26 settembre 2020 – 11 novembre 2020
“…e quando il sole cade la città si accende”. Ritorna la Biennale Light Art di Mantova, terza tappa di un percorso intrapreso nel 2016 e proseguito nel 2018 con le installazioni di maestri della luce nazionali e internazionali all’interno del prestigioso complesso architettonico di Palazzo Ducale. La città di Mantova si accenderà dunque il 26 settembre alle ore 18.00, giorno dell’inaugurazione fino al 31 dicembre 2020 e porterà gli artisti a confrontarsi con il tema “Elogio della luce tra destrutturazione e ricostruzione degli spazi”.
Con ingresso libero, la Biennale si terrà nella Casa di Andrea Mantegna e nel Tempio di San Sebastiano di Leon Battista Alberti, due fra gli artisti e architetti più importanti e affermati del Quattro-Cinquecento italiano proponendo una vera e propria sfida tra la Light Art italiana e internazionale e gli edifici con cui si dovrà confrontare. Gli spazi interni ed esterni di questi due luoghi, che offrono una visione unitaria della strategia urbanistica e artistica dei Gonzaga, faranno infatti da sfondo alle opere d’arte e dialogheranno con esse ricostruendo una nuova spazialità degli ambienti. Dopo i grandi spazi del Palazzo Ducale dell’edizione 2018 (vedi qui) che aveva regalato a Mantova un nuovo e suggestivo skyline, la Biennale quindi si confronta con ambienti più misurati e pensati in proporzione aurea da Andrea Mantegna per la sua famiglia e per il proprio laboratorio artistico…
Continua a leggere


Jack Pierson. Free yourself
Dove: Thomas Brambilla Contemporary Art, Bergamo
Quando: 26 settembre 2020 – 11 novembre 2020
Thomas Brambilla è lieta di presentare la prima persona mostra personale di Jack Pierson “FREE YOURSELF”. La mostra include una serie di nuovi word pieces ed inaugurerà sabato 26 settembre alle ore 18:30.
Potrà sembrare strano che a New York, al centro della contemporaneità più estrema, possa vivere un artista classico che realizza opere che dialogano in armonia con la cultura greco/romana, e sarà ancora più strano sottolineare come queste opere siano realizzate sia con materiali che con tecniche attualissime.
L’arte greca classica viveva di pathos, di eroi dai corpi nudi, virili e seducenti, di divinità corrucciate e di guerrieri malinconici, esattamente come nelle fotografie che Jack Pierson dedica, sin dai suoi esordi, a corpi di uomini nel fiore della giovinezza, felicemente dionisiaci di fronte allo sguardo dell’artista.
La cultura classica romana imponeva il suo dominio attraverso l’imposizione delle sue parole scolpite su tutti i palazzi, su tutti i muri, del suo vastissimo impero, esattamente come le sculture fatte di lettere e parole che Jack Pierson, inevitabilmente figlio dell’impero americano che si propaga non solo con lesue merce, ma anche, e soprattutto, con i suoi slogan…
Continua a leggere


Manuele Cerutti / Francesca Ferreri. dona ferentes
Dove: Casa Casorati, Pavarolo
Quando: 26 settembre 2020 – 10 novembre 2020
Lo scorso anno, Manuele Cerutti e Francesca Ferreri, hanno trascorso una settimana a Casa Casorati, a Pavarolo, in quella che era la casa di campagna del maestro Felice Casorati e di sua moglie Daphne Maugham, nell’ambito della Residenza d’Artista, curata da Francesca Solero.
Da quella esperienza è nata la mostra, dal titolo “dona ferentes”, che apre al pubblico sabato 26 settembre, curata da Francesca Solero, all’interno dello Studio Museo Felice Casorati di Pavarolo e negli spazi del paese riconvertiti all’arte contemporanea.
Il titolo della mostra è relativo al famoso episodio del cavallo di Troia e si riferisce sia all’azione del portare sia all’ambiguità, verso il bene o verso il male, di ciò che viene ogni volta portato…
Continua a leggere


Guido Persico. Le sudate carte
Dove: CSA Farm Gallery, Torino
Quando: 26 settembre 2020 – 31 ottobre 2020
Con Mauric Renaissance Art a.c. la stagione espositiva 2019/2020 di CSA Farm Gallery prosegue con le recenti opere di Guido Persico, dal titolo “Le sudate carte”.
Evento inserito nel progetto Exhibi.TO – 34 gallerie torinesi, dal 21 al 28 settembre 2020, inaugurano eventi e mostre nei propri spazi espositivi.
Nelle opere di Guido Persico che presentiamo, c’è tutto il suo mondo, costruito sulla sedimentazione dei fatti della vita, delle esperienze ultime o di quelle lontane nel tempo, dei pensieri di una vita trascorsa tra passioni giovanili o dalle preoccupazioni familiari dell’uomo maturo…
Continua a leggere


Tomaso De Luca. We Don’t Like Your House Either!
Dove: Monitor, Pereto
Quando: 26 settembre 2020 – 26 ottobre 2020
We Don’t Like Your House Either! è il titolo del progetto inedito disegnato da Tomaso De Luca e a cura del duo Francesco Urbano Ragazzi. La prima parte della mostra inaugura il 25 Settembre 2020 presso gli spazi della galleria a Roma (che comprende amnche i lavori di Partecipano Patrick Angus, Gerry Bibby, Gina Folly, Henrik Olesen, Joanna Piotrowska, AL Steiner, Stan VanDerBeek), introducendo l’apertura della mostra personale di Tomaso De Luca il giorno successivo nella sede della galleria a Pereto, in attesa della partecipazione dell’artista al MAXXI BVLGARI Prize 2020. Tomaso De Luca riversa nella sede della galleria a Pereto, il proprio universo progettuale, rigettando aspramente le forme della gentrificazione almeno quanto quelle di un isolamento privilegiato. Il bancone che accoglie e respinge lo spettatore all’ingresso dello spazio espositivo, è la prima dichiarazione di intenti. Su di esso, una scatola contiene un centinaio di foto erotiche amatoriali di uomini che posano privatamente dinnanzi al proprio partner. Sono alcuni abitanti di Castro Market, storico quartiere gay di San Francisco, ritratti prima che l’avvento dell’AIDS negli anni ’80 provocasse la loro espulsione tramite richieste di sfratto immediato per fare posto a inquilini più sani e abbienti…
Continua a leggere


Festival della Fotografia Etica 2020
Dove: Parco Isola Carolina, Lodi
Quando: 26 settembre 2020 – 25 ottobre 2020
Non sarà il solito festival.
L’undicesimo anno è, per il Festival della Fotografia Etica di Lodi, il momento di mutare pelle e rinnovarsi. E succede in un anno, il 2020, in cui molto è cambiato e sta cambiando a livello globale, come raramente è capitato nei tempi moderni.
Sguardi sul nuovo mondo è infatti, e non a caso, la lente attraverso la quale pensare a questa nuova edizione in cui saremo come esploratori appena giunti su terre sconosciute. Il linguaggio attraverso cui conoscere i fatti e le dinamiche del nuovo mondo sarà, come sempre, quello universale della fotografia.
Con l’obiettivo di tendere non tanto a un giudizio definitivo sulle cose del mondo, quanto alla comprensione della sua complessità. Magari ponendo il dubbio su opinioni e certezze che avevamo fino a poco prima.
Ecco un assaggio di cosa vi attenderà a Lodi, in attesa del programma definitivo.
Cuore del Festival, il World Report Award. Sei le sezioni che lo comporranno, con i relativi vincitori scelti dalla Giuria composta da Alberto Prina – Festival della Fotografia Etica, Aldo Mendichi – Festival della Fotografia Etica, Sarah Leen- Ex Photo Editor del National Geographic, Peter Bitzer Direttore dell’agenzia Laif…
Continua a leggere


Stefano Torrione. Intra montes
Dove: Via Dante, Milano
Quando: 26 settembre 2020 – 25 ottobre 2020
L’Assessorato del Turismo, Sport, Commercio, Agricoltura e Beni culturali della Regione autonoma Valle d’Aosta presenta la mostra INTRA MONTES – La Valle d’Aosta in 30 Immagini del fotografo valdostano Stefano Torrione, dedicata alla Valle d’Aosta e ai suoi più grandi tesori.
Il progetto espositivo – promosso dalla Regione autonoma Valle d’Aosta e inserito nel programma espositivo annuale della Soprintendenza per i beni e le attività culturali, nonché patrocinato dal Comune di Milano – si propone di far conoscere ad un ampio pubblico, valorizzandoli, i siti più importanti dal punto di vista storico, culturale e architettonico presenti in questa regione incastonata nel cuore delle Alpi, “Intra Montes” appunto, dal latino “dentro le montagne”.
Nel 2018 Torrione firma un servizio per la prestigiosa rivista National Geographic Italia dedicato alla Valle d’Aosta romana e INTRA MONTES – La Valle d’Aosta in 30 Immagini rappresenta l’ideale continuazione di quel reportage. L’obiettivo della mostra infatti è quello di approfondire e dare spazio, attraverso un lavoro di ricerca per immagini, all’immenso valore e all’infinita bellezza delle tante opere monumentali perfettamente conservate nella Regione, vere meraviglie dell’arte romana custodite in un ambiente duro e difficile come quello di una regione alpina di alta quota qual è la Valle d’Aosta: “Ho redatto una lista di 30 “capolavori” dell’Umanità senza che questi siano iscritti in alcuna lista dell’Unesco – dice il fotografo – 30 siti archeologici per rappresentare una regione nella sua completezza”…
Continua a leggere


Luigi Vigliotti. Vanishing
Dove: Studio Cenacchi, Bologna
Quando: 26 settembre 2020 – 24 ottobre 2020
Partendo da fotografie analogiche scattate nel corso di viaggi effettuati in tutti i continenti, Luigi Vigliotti, abruzzese di nascita ed emiliano di adozione, ha realizzato Polaroid su carta da acquerello, legno, metalloattraverso processi di trasferimento di immagine (transfer) e distacchi di emulsione (peeling), mescolati a tecniche di scratchingsimili a quelle utilizzate nel graffitismo e nell’action painting (VANISHING IMAGES).Seguendo la passione per le miniature, le incisioni antiche e le opere grafiche ha trovato una fonte inesauribile di ispirazione nell’elaborazione di materiali Polaroid esplorando percorsi non convenzionali del linguaggio fotografico.La scomparsa del marchio Polaroid (VANISHING FILM), aggiunge una nota struggente a queste immagini, in cui “soggetti e materiali sembrano destinati a guardare al loro passato per proiettarsi nel futuro”. Le sue immagini trasferiscono, in modo efficace e incisivo, i contenuti dei contesti osservati ed esplorati. In esse la realtà è traslata in una rappresentazione visuale che evidenzia l’intimo dei frammenti descritti, l’essenza delle sensibilità e delle specificità delle genti e dei luoghi…
Continua a leggere


Elena Ascari. Noise
Dove: Hangar Rosso Tiepido, Modena
Quando: 26 settembre 2020 – 17 ottobre 2020
NOIse è un luogo virtuale, una dimensione in cui interferenze, rumori di fondo e chiacchiericci della rete si sovrappongono e si confondono; ma è anche il binomio NOI-SÉ inteso come dialogo tra il mondo esterno e la sfera individuale, intima, privata, introspettiva.
Questi due concetti fondano e delimitano il perimetro entro cui s’inscrive l’opera di Elena Ascari rappresentata in questa personale presso l’Hangar Rosso Tiepido, curata da Maria Chiara Wang, nell’evoluzione, tecnica e cronologica, del suo ultimo decennio.
Il percorso si apre con le serie che rappresentano la produzione più recente dell’artista: Third Life, NOIse Land e Daily View: la successione delle opere si configura come una narrativa per immagini, un racconto che è sia autobiografico che corale. Alle forme geometriche pure – cerchi, triangoli e quadrati – fa da contrappunto un contenuto etereo ed esuberante; entro i confini posti dalle linee rette e curve si dilata una composizione che vuole esondare da quegli argini, come un respiro profondo: è la potenza della natura che si ribella alle costrizioni imposte dall’uomo, ma su cui nuovamente l’azione umana lascia la propria impronta attraverso l’uso della tecnologia…
Continua a leggere


Giovanni Ciucci. Compresenze
Dove: Chiesa di San Zenone, Cesena
Quando: 26 settembre 2020 – 18 ottobre 2020
La mostra “Compresenze” precedentemente inaugurata presso Il Vicolo Galleria Arte Contemporanea il 19 settembre, prosegue con l’evento del 26 settembre 2020 nella settecentesca Chiesa di San Zenone a Cesena, offre un’esperienza visivo-sonora specificamente ideata dall’artista per i due poli espositivi: IL VICOLO GALLERIA ARTE CONTEMPORANEA e la CHIESA DI SAN ZENONE, entrambi posti nel cuore del centro storico di Cesena. La ricerca artistica perseguita intende approfondire il legame esistente tra immagini, spazio e ambientazione sonora. Seguendo la sequenza dei dipinti in esposizione si evince una personale rielaborazione del linguaggio pittorico in funzione di una libera proiezione di percorsi immaginativi offerti all’osservatore. L’interdipendenza di contenuti e forme si manifesta mediante richiami al rigore geometrico da un lato e agli interventi pittorici dall’altro, eludendo una lettura conclusiva, bensì in continua espansione dato che l’originalità compositiva alimenta rapporti inconsueti tra le componenti formali, caratterizzate da conformazioni enigmatiche e traslucide a un tempo…
Continua a leggere


Massimo Pelagagge. Immagini stenopeiche
Dove: Showcases Gallery, Varese
Quando: 26 settembre 2020 – 17 ottobre 2020
Showcases Gallery espone in questa nuova mostra “IMMAGINI STENOPEICHE” le opere del fotografo Massimo Pelagagge, vincitore del BAC 2019 (Biancoscuro Art Contest), fotografo che da anni conduce una personale ricerca formale ed artistica legata alla procedura della pinhole dalla quale estrae immagini stenopeiche estremamente personali e liriche. Per i nativi digitali l’imperfezione tipica della fotografia stenopeica potrebbe rappresentare un limite, così come la lentezza di questo procedimento. Invece sono proprio il fattore “tempo lungo”, l’imprecisione dei risultati, la vignettatura, l’incertezza, i materiali grezzi che si adoperano, nonché il generale approccio artigianale a rendere “speciale” la tecnica della fotografia stenopeica. Massimo Pelagagge scatta da quasi trent’anni, fotografa con gli strumenti più vari, sia in analogico sia in digitale e proprio l’ecletticità della sua produzione lo legittima ad essere uno dei maggiori esponenti di questa tecnica antica che va controcorrente rispetto alla richiesta sempre più pressante di velocità di scatto e di immediatezza di condivisione…
Continua a leggere


Claudio Ulivelli. Miraggi
Dove: Galleria Spaziografico, Massa Marittima
Quando: 26 settembre 2020 – 15 ottobre 2020
Mettendo da parte per il momento l’amata pittura, con questa mostra Claudio Ulivelli si misura con la fotografia e sceglie soggetti del suo ambiente vicino, Massa Marittima e la costa tirrenica. I luoghi possono apparire consueti, ma i momenti che riesce a cogliere sono molto ricercati: giochi di luci e ombre creati da nubi e nebbie danno una connotazione particolare al paesaggio, propongono una bellezza surreale e poetica al tempo stesso, così insolita da sembrare un miraggio. L’equilibrio tra luci e ombre è anche instabile, quasi labile, come un sogno che prende forma, ad appagare un desiderio recondito che potrebbe mutare quando meno te lo aspetti… un sogno che rischia di svanire in un attimo, perdendo di significato, disgregando la coesione emotiva che l’ha prodotto. Chiedo a Claudio Ulivelli che cosa l’abbia spinto a cercare momenti così passeggeri e inconsueti…
Continua a leggere


Gianfranco Pacini. Stecchi d’autore
Dove: Studio d’Arte MeS3, Livorno
Quando: 26 settembre 2020 – 10 ottobre 2020
Il sistema dell’arte è uno dei tanti mondi metafisici creati dall’uomo che ha perduto la Verità dell’essere. Se la metafisica è l’anima dominatrice della nostra civiltà, è stata tale dominanza a portare la società occidentale lontano dalla Verità dell’essere, scrivendo la storia, la cultura e la vita nello sviluppo di tale dimenticanza e con le determinazioni che le sono proprie: la produzione e la distruzione. Nel caso in cui per opportunità produttiva l’artista (che è istantaneamente cosciente) fa tacere la sua coscienza, essenza di informazioni (Tonon), scade nella metafisica e tradisce, tra-sformando l’essere che è in niente. Nell’operare, quindi, l’inesplorato si pone come dimenticanza e annullamento di ogni esperienza precedente. In applicazione, è necessario che l’artista ripieghi su se stesso, ricercando nella propria “coscienza” la quantità necessaria di percezioni significanti, e che rispetti il concetto di onestà, abbandonando totalmente le mode effimere e, in netta contrapposizione con esse, agire nel rispetto della materia, nella conseguente e ineluttabile sua proposta di dialogo…
Continua a leggere


Anna Maria Taddei
Dove: GAMeC CentroArteModerna, Pisa
Quando: 26 settembre 2020 – 7 ottobre 2020
Si apre al pubblico Sabato 12 Settembre 2020 alle ore 18,00 presso il CentroArteModerna di Pisa (Lungarno Mediceo n.26), la mostra personale dell’artista pisana ANNA MARIA TADDEI, a cura di Massimiliano Sbrana.
Scrive il curatore Massimiliano Sbrana su A.M. Taddei: “Il caleidoscopico spettacolo dipinto da Anna Maria Taddei realizzato attraverso una tattilità sofisticante e misteriosa, un magmatico sbriciolarsi della materia, sembra proiettarsi verso un futuro migliore e meno gravido di ansie pur attraverso una sorta di catarsi purificatrice che dissolve il tutto reale”.
Inizia a dipingere fin da giovanissima, coltivando con successo anche attraverso gli studi artistici e varie frequentazioni di noti artisti la sua grande passione per l’arte e la innata capacità creativa.
L’opzione, mediata e rigorosa, per l’astratto è una delle primarie caratteristiche dell’arte di Anna Maria Taddei. In opere ampie e curate, l’Artista propone la propria complessa ricerca visuale, robustamente ancorata su scelte tecniche e compositive di indubbia efficacia, frutto di autonomia riflessione e di equilibrata analisi personale…
Continua a leggere


Nino Barone. Oltre il Segno, oltre il Colore
Dove: Via Cavour 85, Arezzo
Quando: 26 settembre 2020 – 7 ottobre 2020
Villicana D’Annibale è lieta di presentarela mostra personale Nino Barone: Oltre il Segno, oltre il Colore.
La mostra sarà svolta in Via Cavour 85, 52100 Arezzo (AR) e verrà inaugurata con un vernissage ufficiale sabato 26 settembre alle ore 18:00. La personale continuerà fino al 7 ottobre.
La mostra, a cura di Danielle Villicana D’Annibale in collaborazione con Maurizio D’Annibale, sarà senza dubbio una delle più colorate della stagione. Tutte le dodici opere, tele dipinte con duco e acrilico, sono inedite e sono state concepite per questa mostra. I titoli delle opere fanno riflettere moltissimo. Si intuisce, per esempio, da bianco e nero, ovvero il trionfo della razza, o potere e politica, ovvero una democrazia in equilibrio, che l’artista lavora pittoricamente ponendosi delle domande, riflettendo sui problemi del mondo attuale, e, senza rendersi conto, trova delle soluzioni per connettere dei mondi colorati di diverse dimensioni e culture, con una sorta di infrastruttura pulita e ordinata che assomiglia a un’autostrada. Nino Barone tenta di connetterli, ma mantenendo la dignità dell’essere umano e l’originalità di ogni popolo e specie vivente…
Continua a leggere


Sandra Schawalder. All Love for Art
Dove: Arte Borgo Gallery, Roma
Quando: 26 settembre 2020 – 2 ottobre 2020
Il giorno 26 settembre 2020 alle ore 18.00 si inaugura presso Arte Borgo Gallery la mostra dal titolo ALL LOVE FOR ART di Sandra Schawalder. L’amore per l’arte è il filo conduttore della mostra personale di Sandra Schawalder, un amore che Sandra rileva dentro se stessa e dona senza indugio agli osservatori in cui ogni nuova pennellata manifesta il passato e ravviva l’essere attuale. L’affermata artista svizzera seguendo il suo istinto esprime sulle tele tutte le sue potenzialità evocative e comunicative riflettendo attraverso i colori un eleganza originale e mai banale. I cromatismi delicati, distensivi ma incisivi che Sandra Schawalder traccia sulle tele conferiscono alle sue opere brillantezza e vibrazione. Le opere dell’artista esprimono palesemente tutto l’amore per l’arte custodito nel suo animo. Riflettono le sue emozioni, i suoi sentimenti. Realizzare un’opera d’arte per Sandra è qualcosa di magico, la sua mano si muove inesorabilmente sulla tela creando opere di notevole impatto visivo…
Continua a leggere


Open Sound Festival 2020. Suite OSA
Dove: Palazzo Lanfranchi, Matera
Quando: 26 settembre 2020 – 26 settembre 2020
Sabato 26 settembre, presso la Terrazza di Palazzo Lanfranchi a Matera, si terrà l’anteprima della Suite Osa, performance finale di Open Sound Festival 2020, progetto basato sulle creazione ed esecuzione dal vivo di produzioni originali, mai ascoltate prima, costruite sull’incontro fra musica elettronica contemporanea e suoni ancestrali appartenenti al patrimonio della Basilicata.
Nella Suite, tre giovani producers, selezionati con #OSA, la call internazionale di Open Sound Festival, si esibiscono insieme ai guests Stabber, Clap! Clap! e Yakamoto Kotzuga, accompagnati da un ensemble di archi e pianoforte e con la partecipazione degli artisti lucani Alberico Larato (alla zampogna, alla chitarra e alla lira calabrese) e Agostino Cortese, alla guida del collettivo Agotrance, composto da suonatori di percussioni e cupa-cupa, uno degli strumenti più identificativi della tradizione lucana. La direzione creativa è di Nico Ferri (founder Open Sound Festival), la direzione artistica di Alioscia Bisceglia (Casino Royale), con la direzione musicale di Giorgio Mirto, composer e docente del Conservatorio di Livorno…
Continua a leggere


Giulia Crispiani – Farewell: Ossesso
Dove: Il Colorificio, Milano
Quando: 26 settembre 2020 – 26 settembre 2020
“OSSESSO” è un ambiente immersivo e cacofonico concepito da Giulia Crispiani come luogo di aggregazione e organizzazione di corpi e voci. La sua struttura palindroma si nutre di circolarità estreme e convergenze schizofreniche di specifici immaginari spaziali – il bagno di un locale pubblico, il covo delle BR in Giambellino, le cappelle dei Sacri Monti di Varallo e Orta. Pensato come un diario isterico ad uso collettivo, “OSSESSO” propone un regime di erotica della sovversione, volto a spogliare l’edonismo della sua componente nichilista e a immaginare nuove posture politiche. Avvalendosi di prospettive femministe e terroristiche, la mostra suggerisce una lotta armata di corpi, riflettendo sul paratesto quale dispositivo performativo decentralizzato.
Dopo un palindromico semestre di abbrivi, cadute e ritorni OSSESSO è giunto al termine…
Continua a leggere


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.