News dal Blog

Calendario Mostre [357] – 28/09/2020

Out-of-blog Barbara Picci

Cosa troverete: Frida Kahlo @ Fabbrica del Vapore, Milano; Giorgio Morandi @ MAMbo, Bologna; Francesco De Prezzo @ Surplace art space, Varese; Giovanni Termini @ Riss(e), Varese; Nello Petrucci @ Sedi Varie, Campania; Ermanno Barovero, Raffaele Mondazzi e Francesco Preverino @ Accademia Albertina di Belle Arti, Torino; Vincenzo Pennacchi @ Romberg Arte Contemporanea, Latina; Aldo Basili @ Immagini Spazio Arte, Cremona; Flavia Alexandra Grattacaso @ Sedi varie, Capaccio; Giovanni Morassutti @ Società d’Incoraggiamento d’Arti e Mestieri, Milano; Alexandra Grattacaso @ Sedi varie, Capaccio; Cremona; “Lo schermo dell’arte – VII Edizione” @ Teatrino di Palazzo Grassi, Venezia; “Play with Food 2020” @ Teatro Astra, Torino; “Form Follows Meaning” @ Senofonte 2/A, Milano; “Come prima, meglio di prima” @ Galleria Massimo De Carlo, Milano


Giovanni Termini. Quella cosa su cui inciampi
Dove: Riss(e), Varese
Quando: 10 ottobre 2020 – 31 marzo 2021
Barnett Newman definiva la scultura come “quella cosa su cui inciampi quando indietreggi per guardare bene un quadro”. Dimenticando il quadro, è indietreggiando che Giovanni Termini, da scultore, si colloca dentro l’inciampo con l’intento di esplorarne i riverberi.
L’inciampo determina un’interruzione improvvisa e imprevedibile del ritmo, aprendosi allo spazio dell’indugio, quella terra di nessuno che sta tra il prima e il dopo la caduta o il rimanere in piedi.
In entrambi i casi, in quanto spazio sospeso, esso vive di una tensione costante, entro cui si disegnano ventagli di potenzialità euristiche.
Con questo spirito Ostacoli, il lavoro del 2019 esposto per la prima volta al Palazzo Ducale di Urbino, viene ora ripensato e reinstallato per lo spazio di riss(e). Attraversando gli “ostacoli” Alberto Zanchetta ha composto un testo da cui è nata, con Giovanni Termini, un’edizione a quattro mani, che è parte integrante della mostra e che prossimamente sarà oggetto di un incontro con gli autori…
Continua a leggere


Frida Kahlo. Il caos dentro
Dove: Fabbrica del Vapore, Milano
Quando: 10 ottobre 2020 – 28 marzo 2021
Non c’è alcun dubbio che Frida Kahlo sia una figura centrale dell’arte messicana, nonché la pittrice latinoamericana più celebre del XX secolo. Con il marito Diego Rivera, tra i più importanti muralisti del Messico, formano una delle coppie più emblematiche della storia dell’arte mondiale.
Nata nel 1907 a Coyoacán, a sud di Città del Messico, ereditò e fece suoi i valori della Rivoluzione messicana, tra cui l’amore per la cultura popolare. Le canzoni, gli abiti indigeni, gli oggetti d’artigianato e i giocattoli tradizionali, insieme all’influsso religioso della madre e alle nozioni tecniche sulla fotografia acquisite dal padre, creano un legame profondo tra la sua produzione artistica – e dunque la sua esistenza – e la storia del Messico.
Frida, da bambina, fu colpita dalla poliomielite, una malattia che l’avrebbe resa per sempre claudicante dalla gamba destra; più tardi, a 18 anni, fu vittima di un incidente: l’autobus sul quale viaggiava si scontrò con un tram, e lei subì diverse fratture alla colonna vertebrale, alle vertebre lombari e all’osso pelvico, oltre a una ferita penetrante all’addome. Fu durante la lunga convalescenza che iniziò a dedicarsi alla pittura…
Continua a leggere


Barovero, Mondazzi, Preverino. Dalla materia all’opera
Dove: Accademia Albertina di Belle Arti, Torino
Quando: 28 settembre 2020 – 29 novembre 2020
Ermanno Barovero, Raffaele Mondazzi, Francesco Preverino sono i tre artisti qui esposti. Più che il dato cronistico che sono andati in pensione di recente, quasi contemporaneamente (pretesto della mostra all’Albertina, nel rinnovato spazio della cosiddetta Rotonda), mi importa sottolineare i punti di contatto e discussione su comuni nodi problematici, quindi riconoscerne l’appartenenza alla stessa generazione, di nati a cavallo del 1950. A cominciare dall’impegno convinto dedicato all’insegnamento, che è stato per loro, oltre che attività (mal) retribuita, una chance di approfondimento e verifica sul piano tecnico culturale umano. Non a caso, giovanissimi individuano la propria vocazione e scelgono studi mirati – Liceo Artistico e Accademia – dove almeno due incontrano i maestri giusti: Mondazzi il burbero benefico Sandro Cherchi che lo sceglie come assistente, Barovero il solare Francesco Casorati e lo scuro a modo suo generoso Sergio Saroni, quanto a Francesco Preverino egli elabora la sua idea di magistero come condivisione di conoscenze e curiosità proprio a partire dalle sfortunate prove di allievo a Brera e all’Albertina. Quella dei tre, in primo luogo, è vocazione al fare, ad usare l’intelligenza e la sensibilità delle mani, l’energia e il desiderio che in esse s’acumina, per confrontarsi con il corpo vivo della materia…
Continua a leggere


Re-collecting – Morandi racconta. Il fascino dei suoi fiori
Dove: MAMbo, Bologna
Quando: 27 settembre 2020 – 15 novembre 2020
L’attività di mostre temporanee, che con l’emergenza Covid-19 aveva necessariamente subito un forte rallentamento, riprende al MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna e al Museo Morandi con RE-COLLECTING, un nuovo ciclo di cinque focus espositivi che, da fine settembre 2020 a gennaio 2021, approfondirà temi legati alle collezioni permanenti indagandone aspetti particolari e valorizzandone opere solitamente non visibili, o non più esposte da tempo.
Già nel titolo, RE-COLLECTING, un ciclo ideato da Lorenzo Balbi che si avvale della curatela dello staff dei due musei, dichiara la volontà di leggere le collezioni museali attraverso uno sforzo interpretativo che proponga prospettive originali e quando possibile inusuali, che possano rinnovare la relazione tra l’opera e il visitatore proponendo nuovi percorsi espositivi e di senso.
Si parte venerdì 25 settembre con Morandi racconta. Il fascino segreto dei suoi fiori, a cura di Alessia Masi, focus dedicato a un soggetto che Giorgio Morandi amava particolarmente: i fiori…
Continua a leggere


Francesco De Prezzo. Stand sculpture
Dove: Surplace art space, Varese
Quando: 27 settembre 2020 – 8 novembre 2020
Luca Scarabelli: Quando inizia a esistere una scultura? Potrebbe essere la domanda che ci apre un breve percorso per la lettura del tuo lavoro. Assieme alle costanti percettive, alle implicazioni che riguardano il problema antico della rappresentazione, alla misura dello spazio e al problema della costruzione dell’immagine.
Francesco De Prezzo: La mia pratica coincide in qualche modo con la messa in discussione anche di questi statuti per portare al limite le possibilità narrative di scultura e la pittura intese come macrocategorie
LS: Alle spalle c’è il tuo interesse per il modernismo, le letture dei testi della Krauss, i discorsi attorno ai suoi schemi, ma anche l’attenzione alle analisi linguistiche di Art And Language. La scultura che proponi con semilavorati, la presenza di schemi, l’ordine spaziale, denotano una predisposizione ad occupare lo spazio dotandolo di senso e misura, ma anche l’interrogazione sullo stare nello spazio, che mette in evidenza pregi e difetti del formalismo stesso.
FP: Gli “Stand” sono delle sculture molto semplici in metallo, originariamente cavalletti da supporto fotografico, rimontati secondo un preciso ordine…
Continua a leggere


Viti Parallele – Vincenzo Pennacchi
Dove: Romberg Arte Contemporanea, Latina
Quando: 27 settembre 2020 – 31 ottobre 2020
Serrati come viti nel tessuto vegetale della terra patria, e come la vite tesi a propagarsi mediante torsioni oblique.
Sono paradigmi visivi che, con volizione narrativa e imprudenza tecnica, per natura si srotolano in senso opposto al carattere impermanente dell’estetica diffusa: di questi Romberg, alla 35esima stagione, ricerca le tracce fossili, là dove l’atto di produrre arte ha cessato di essere competenza individuale volta a fornire le parole chiave di una attualità polimorfa e si è fatto unità periferica che aggrega enunciati impersonali nelle oscillazioni delle correnti globali.
Da un’idea di Italo Bergantini, affiancato da Daniele Zerbinati nella cura delle tre mostre personali in programma da settembre al mese di febbraio, nasce la rassegna Viti Parallele. Domenica 27 Settembre, Vincenzo Pennacchi presenterà Fairies, sedici lavori di medio e grande formato che l’artista intende vitalizzare nel conflitto volumico tra le pareti e una imponente installazione concava; sprofondata nella linearità dello spazio espositivo, ombelico di un ordine occulto, subliminale, arcaico, alla penna di Lorenzo Pennacchi essa ha ispirato biosistemi e miti fondativi di un regno fantastico…
Continua a leggere


Nello Petrucci. Margine
Dove: Sedi Varie, Campania
Quando: 27 settembre 2020 – 31 ottobre 2020
Si inaugura domenica 27 settembre alle 16.30 a Torre Fossa lo Papa “Margine” l’installazione site-specific di Nello Petrucci : una scultura open-air in ferro che dialogherà visivamente con il paesaggio mediterraneo di Punta Campanella, a Massalubrense. La Torre Cinquecentesca, antico baluardo saraceno con i suoi meravigliosi scorci sulla Baia di Napoli e la vicinissima Isola di Capri, farà da cornice naturale all’opera di Petrucci che verrà installata in modo permanente. “Margine” sorgerà , non a caso, proprio nel punto in cui Joseph Beuys, negli anni 80, piantò una quercia come simbolo di impegno ecologico e di continua ricerca di un equilibrio armonioso tra uomo e natura. L’artista pompeiano si inserisce nel percorso tracciato da Beuys disegnando, sotto forma di scultura, una linea che rappresenta i confini del Mediterraneo visti da un’insolita angolazione. L’opera quindi si presenta come rivisitazione cartografica, dove Petrucci riorganizza lo spazio prelevando particolari dal tutto. “In questo senso la cartografia è un modo di produrre il mondo, giacché lo visualizza manifestandolo” , nota il curatore Marcello Francolini…
Continua a leggere


Come prima, meglio di prima
Dove: Galleria Massimo De Carlo – Casa Corbellini Wassermann, Milano
Quando: 9 settembre 2020 – 24 ottobre 2020
Con opere di Gianfranco Baruchello, Diego Perrone, Carla Accardi, Marisa Merz, Paola Pivi, Gian Domenico Sozzi, Massimo Bartolini, Pietro Roccasalva…
Continua a leggere


Giovanni Morassutti. Art Aia. Creatives / In / Residence
Dove: SIAM1838 – Società d’Incoraggiamento d’Arti e Mestieri, Milano
Quando: 28 settembre 2020 – 10 ottobre 2020
Dal 28 settembre al 10 ottobre presso gli spazi del Siam1838 di via Santa Marta 18, Giovanni Morassutti è stato invitato al 5VIE D’N’A di Milano a presentare i suoi ultimi progetti legati ad Art Aia – Creatives / In / Residence…
Continua a leggere


Aldo Basili. La Fotografia Pittorico Analogica
Dove: Immagini Spazio Arte, Cremona
Quando: 27 settembre 2020 – 10 ottobre 2020
Le immagini di Aldo Basili vibrano come ricordi mutevoli e infiniti, ondeggiano dinamicamente tra sinuose trasparenze e sfumate profondità spaziali evocando le profondità sconosciute delle tonalità. Sintesi di ombre e luci dilatano le atmosfere rarefatte del paesaggio dai colori nitidi e cangianti trovando nel movimento l’equilibrio delle forme. Venezia, Torino, i paesaggi si illuminano di sfavillanti contrasti dai trasfigurati e vaporosi riflessi di onirica e silente intensità. Sublimi rimandi percettivi appaiono sospesi in una silenziosa e dilatata dimensione di frame espressivi che veleggiano sopra vibratili sinuosità modulate dalla luce. La materia sensibile evapora in idilliache metamorfosi tonali sottese in una dimensione atemporale dove forme evanescenti e simboliche trasfigurano lo spazio in frammentazioni cosmiche di rara intensità ideativa. Intrecci del vissuto, memorie lontane, dalla consistenza diafana ed immateriale, fluttuano nell’atmosfera generando inesplorate e rarefatte luminescenze…
Continua a leggere


Play with Food 2020
Dove: Teatro Astra, Torino
Quando: 28 settembre 2020 – 4 ottobre 2020
A Torino, da lunedì 28 settembre a domenica 4 ottobre 2020, è in programma la nuova edizione di Play with Food – La scena del cibo, in Italia il primo e unico festival teatrale interamente dedicato al cibo e alla convivialità, con la direzione artistica di Davide Barbato. Il festival è realizzato grazie al sostegno di Torino Arti Performative e Camera di commercio di Torino, con il Patrocinio della Città di Torino.
Un’edizione importante, che sarà l’occasione per festeggiare il decimo compleanno del festival, nato nel 2010 da un’idea di Davide Barbato per i Cuochivolanti, creato da Davide Barbato e Chiara Cardea (che lo ha co-diretto fino a marzo 2019), e organizzato da Associazione Cuochilab.
Dieci anni di musica, performance, arti visive, cinema, ma soprattutto tanto teatro, intorno al cibo e alla convivialità; un viaggio condiviso con centinaia di affezionati spettatori e tantissimi artisti da tutta Italia, attraverso pensieri, sensi ed emozioni, e ben riassunto dal sottotitolo di questa edizione: Il cuore nello stomaco…
Continua a leggere


Flavia Alexandra Grattacaso. Tempus: Tutto è Relativo, Atto III
Dove: Sedi varie – Paestum, Capaccio
Quando: 28 settembre 2020 – 4 ottobre 2020
Tempus: Tutto è Relativo – Atto III Prosegue la mostra in itinere dell’artista Flavia Alexandra Grattacaso. L’artista è lieta di annunciare che la personale “Tempus: Tutto è Relativo” volge all’Atto III del percorso evolutivo storico-artistico locale in chiave moderna. “Tempus: Tutto è Relativo – Atto III” sarà in mostra da Lunedì 28 Settembre a Domenica 4 Ottobre 2020. Ripercorrendo i luoghi e la storia locale, a seguito dell’Atto I & II tenutesi presso il Castello Angioino Aragonese di Agropoli ed il Palazzo De Maria di Paestum in Capaccio-Paestum, l’artista inaugurerà Lunedì 28 Settembre alle ore 19:00 presso il Convento Francescano di Sant’Antonio in Capaccio. Esposizione patrocinata dal Convento Francescano di Sant’Antonio di Capaccio, dal Centro Studi Hemera e da Voria Creation Couture. Sponsorizzazione a cura di Convergenze S.p.A…
Continua a leggere


Form Follows Meaning
Dove: Senofonte 2/A, Milano
Quando: 28 settembre 2020 – 2 ottobre 2020

Continua a leggere


Lo schermo dell’arte – VII Edizione
Dove: Teatrino di Palazzo Grassi, Venezia
Quando: 28 settembre 2020 – 1 ottobre 2020
Per il settimo anno consecutivo, Palazzo Grassi rinnova l’invito a Lo schermo dell’arte – progetto unico dedicato alle molteplici interazioni tra cinema e arte contemporanea, diretto da Silvia Lucchesi – giunto nello scorso novembre 2019 al suo dodicesimo anno di attività.
La rassegna fiorentina porta a Venezia un programma di 9 titoli, firmati da importanti video-artisti e filmmaker internazionali, dedicati al mondo dell’arte e selezionati insieme a Palazzo Grassi come ormai da tradizione, sin dalla prima collaborazione nel 2014.
Lunedì 28 settembre, dalle 18.30 il primo film in cartellone è il documentario di Alessandra Galletta, “Ettore Spalletti.” (Italia, 2019, 89’), dedicato al maestro recentemente scomparso. L’opera costituisce una preziosa testimonianza della vita e della pratica di un artista lontano dai clamori dei palcoscenici del sistema, che ha lasciato un contributo fondamentale all’arte contemporanea grazie alla sua indagine sulla luce e il colore, tanto in pittura, quanto in scultura. A seguire alle 20.15, la proiezione di “Putin’s Happy” di Jeremy Deller (Regno Unito, 2019, 40’), un film che racconta le istanze xenofobe, l’isolazionismo e il patriottismo che hanno alimentato la scelta della Gran Bretagna di uscire dall’Unione Europea…
Continua a leggere


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.