News dal Blog

Calendario Mostre [363] – 05/10/2020

Out-of-blog Barbara Picci

Cosa troverete: Enoc Perez, Brigitte Schindler e Carlo Mollino @ Collezione Maramotti, Reggio Emilia; Tarek Lakhrissi @ Palazzo Re Rebaudengo, Guarene; ZimmerFrei @ Palazzo Vizzani, Bologna; Pasqua Vini @ Palazzo Serbelloni, Milano; Nicoletta Ceccoli @ Spazio Tapirulan, Cremona; Domenico Pellegrino @ Museo Mandralisca, Cefalù; Lorenzo Mattotti @ Mutty, Castiglione delle Stiviere; Valeria Pierini @ Museo Città di Cannara, Cannara; Agostino Arrivabene @ Museo Civico Pier Alessandro Garda, Ivrea; “Federico Fellini 100 anni del genio del cinema italiano” @ Museo del Cinema del territorio e della Penisola Sorrentina, Vico Equense; “20+20 = Quarantena” @ Artrust SA, Melano; “Waves Between Us” @ Palazzo Re Rebaudengo, Guarene; “Hoperaperta. Totem & Tabù ovvero il Mondo Capovolto” @ Palazzo Recalcati, Milano; “Reset Festival XII edizione” @ Off Topic, Torino


Enoc Perez, Brigitte Schindler, Carlo Mollino
Mollino/Insides

Dove: Collezione Maramotti, Reggio Emilia
Quando: 4 ottobre 2020 – 16 maggio 2021
Prendendo spunto dal tema di Fotografia Europea 2020 “Fantasie. Narrazioni, regole, invenzioni” *, Collezione Maramotti, in collaborazione con Museo Casa Mollino, presenta Mollino/Insides, un percorso di mostra con opere pittoriche di Enoc Perez e fotografie di Brigitte Schindler e di Carlo Mollino.
Attraverso alcuni scorci dell’ultima enigmatica dimora di Mollino in via Napione a Torino – che ospita ora il Museo Casa Mollino – trasformata dall’interpretazione pittorica di Perez e dall’occhio fotografico di Schindler, si accede alle fotografie degli anni ’50 e ’60 delle modelle di Mollino, sfumate nell’essenza misteriosa dell’immaginario che abitano.
Dalla seconda metà degli anni Novanta Enoc Perez, artista portoricano con base a New York, ha avviato una ricerca su architetture iconiche del Novecento e su come queste siano state appropriate dall’immaginario collettivo come forme e metafore sociali di fascinazione e di bellezza. Al contempo, dalla materia pittorica affiora una consistenza fantasmatica delle immagini, simboli che il tempo trasfigura e trasporta in una dimensione più indefinita, a tratti onirica. Alla Collezione Maramotti appartengono già diverse opere dell’artista, tra cui un dittico su Casa Malaparte realizzato per una mostra temporanea nel 2008 e ora esposto in permanenza…
Continua a leggere


Domenico Pellegrino. Eracle. L’uomo, il mito, l’eroe
Dove: Museo Mandralisca, Cefalù
Quando: 5 ottobre 2020 – 31 gennaio 2021
“Il viaggio” dell’uomo rappresentato attraverso un dialogo costante ed esaltante tra i reperti antichi e le opere contemporanee di Domenico Pellegrino. In mostra le sculture in legno e luminaria, che raccontano l’undicesima fatica di Eracle. 5 ottobre 2020 – 31 gennaio 2021 Museo Mandralisca Via Mandralisca, 13, 90015 Cefalù PA Un dialogo ininterrotto tra archeologia, mito e arte contemporanea in cui le forme classiche sono rilette attraverso la luce, in una visione personale che mostra un inedito sincretismo tra due linguaggi apparentemente distanti. Questo è’ “Eracle. L’uomo, il mito, l’eroe”, la personale di Domenico Pellegrino a cura di Rosalia Liberto e Andrea Dusio, che si apre lunedì 5 ottobre -e in programma fino al 31 gennaio- al Museo Mandralisca di Cefalù. Il solo nome di quest’esposizione dichiara già il senso di un’iniziativa che non è semplicemente un omaggio al celebre personaggio della mitologia greca, simbolo di forza, l’eroe dal doppio culto, talvolta annoverato fra gli dei altre fra gli eroi, ma vuole offrire un’inedita interpretazione dell’antichità che attraverso il linguaggio universale dell’arte e il richiamo al mito e all’archetipo, possa donare al visitatore una chiave di lettura della società contemporanea…
Continua a leggere


Valeria Pierini. Who am I
Dove: Museo Città di Cannara, Cannara
Quando: 4 ottobre 2020 – 6 gennaio 2021
Aprirà domenica 4 ottobre ‘Who am I’, la mostra finale relativa allo special project realizzato da Valeria Pierini per il collettivo Strabismi.
Due momenti caratterizzeranno l’opening: la prima, quella della preview della mostra con visita guidata dell’artista, a partire dalle 15.30; la seconda, per il pubblico, alle 17.00, quando il Collettivo Strabismi e Dodici/Decimi presenteranno al pubblico il progetto nel cortile antistante museo. Seguirà il consueto aperitivo.
Gli accessi al museo, per la preview e per l’opening al pubblico, sono contingentati ad un numero ristretto di persone, scaglionate a piccoli gruppi, in base alle normative anti Covid. Per assistere alla preview delle 15.30, si richiede, pertanto, di prenotarsi scrivendo a: incontridifotografia@gmail.com
‘Uno nessuno centomila’, quante sono le facce, le espressioni, gli stati d’animo che affibbiamo agli attori. Ma effettivamente loro, gli attori, chi si credono di essere?
Dalla descrizione che ogni attore del festival ha dato di sé, come una confessione o un diario o come indossando il proprio vestito migliore o peggiore che sia, purché sia quello che egli si sente meglio, Valeria Pierini ha realizzato dei ritratti, usando gli scritti, che ogni attore le ha lasciato in qualsiasi supporto egli crede lo rappresenti (carta, tovaglioli, tovaglie, pezzi di stoffa, battuti a macchina, scritti a mano o a computer), come una sceneggiatura da seguire, mettendo quindi in scena quanto da essi descritto e rendendo il loro stato d’animo identitario ‘visibile’…
Continua a leggere


20+20 = Quarantena
Dove: Artrust SA, Melano
Quando: 6 ottobre 2020 – 18 dicembre 2020
Dal 6 ottobre riaprono le porte degli spazi espositivi di Artrust a Melano. In mostra, le opere di quattro artisti che fanno parte della scuderia Artrust: Andrea Ravo Mattoni, Aymone Poletti e Raul, che con la galleria di Melano hanno esibito in mostre collettive e personali e presenziato a numerose fiere nazionali e internazionali, con l’aggiunta di Sirinat Kasikam, che oltre a essere una giovane artista emergente è anche parte integrante del team Artrust, da oltre quattro anni.
La mostra è il primo appuntamento espositivo di Artrust aperto al pubblico dopo il blocco causato dalla pandemia di Covid-19 e le opere in mostra sono per la maggior parte state realizzate dai quattro artisti nei mesi di reclusione forzata della quarantena e del lockdown.
Dai grandi classici rivisitati a spray di Ravo, alle eleganti incisioni di Aymone Poletti, dai segni istintivi di Raul sino alle composizioni meditative di Sirinat Kasikam, potremo scorgere nelle opere di questi artisti i segni del cambiamento repentino e forzato con cui il 2020 ha costretto tutti noi a fare i conti…
Continua a leggere


Lorenzo Mattotti. Patagonia
Dove: Mutty, Castiglione delle Stiviere
Quando: 4 ottobre 2020 – 28 novembre 2020
L’illustratore italiano più noto al mondo, una mostra completamente inedita e un libro da collezionare: la “Patagonia” di Lorenzo Mattotti si preannuncia come un evento da non perdere per tutti gli amanti dell’illustrazione contemporanea e non solo.
A pubblicare il libro la casa editrice Lazy Dog Press, che da sempre dà vita a pubblicazioni caratterizzate dalla forte valenza culturale, artistica e funzionale, estremamente curate nei contenuti e nella forma.
Lorenzo Mattotti attraversa la Patagonia nel corso di un lungo viaggio, accompagnato dall’amico e scrittore argentino Jorge Zentner. Partendo da Buenos Aires in macchina i due scendono per un mese lentamente a sud per arrivare fino alla Terra del Fuoco.
Mentre si susseguono sotto i suoi occhi gli immensi e mutevoli paesaggi di questa terra, che tanto ha suggestionato esploratori e viaggiatori, l’artista prende appunti visivi. Per catturare la vastità delle steppe e la maestosità delle montagne, quando ha la possibilità Mattotti realizza degli schizzi veloci su un classico taccuino da viaggio moleskine utilizzando i propri pastelli, altrimenti si affida alla fotografia o al video per catturare le immagini che colpiscono il suo sguardo…
Continua a leggere


Agostino Arrivabene. Visitazioni
Dove: Museo Civico Pier Alessandro Garda, Ivrea
Quando: 4 ottobre 2020 – 22 novembre 2020
Saranno ventuno le opere di Agostino Arrivabene (1967, Rivolta D’Adda), artista lombardo surreale tra i più significativi della scena italiana, esposte dal 4 ottobre al 22 novembre, allo storico Museo Civico Pier Alessandro Garda di Ivrea che, dopo la sua riapertura del 2014, in un dialogo con gli ambienti e le collezioni, si propone come spazio privilegiato dell’offerta culturale della Città eporediese.
La mostra si colloca all’interno del programma di Art Site Fest, festival dedicato ai linguaggi della contemporaneità che ogni anno propone un serrato dialogo tra arte e patrimonio culturale. Quest’anno la manifestazione si intitola “Mending the World”, un tema che suggerisce la necessità della ricucitura delle inevitabili fratture della storia e della società, con l’augurio che l’arte possa farsi strumento di dialogo e riparazione. Art Site Fest, oltre che al Museo Garda, è presente a Palazzo Madama e all’Archivio di Stato di Torino, al Castello di Govone, alla Palazzina di Caccia di Stupinigi, a Palazzo Biandrate e alla Scuola Holden…
Continua a leggere


Nicoletta Ceccoli. Affiche
Dove: Spazio Tapirulan, Cremona
Quando: 4 ottobre 2020 – 22 novembre 2020
L’illustratore italiano più noto al mondo, una mostra completamente inedita e un libro da collezionare: la “Patagonia” di Lorenzo Mattotti si preannuncia come un evento da non perdere per tutti gli amanti dell’illustrazione contemporanea e non solo.
A pubblicare il libro la casa editrice Lazy Dog Press, che da sempre dà vita a pubblicazioni caratterizzate dalla forte valenza culturale, artistica e funzionale, estremamente curate nei contenuti e nella forma.
Lorenzo Mattotti attraversa la Patagonia nel corso di un lungo viaggio, accompagnato dall’amico e scrittore argentino Jorge Zentner. Partendo da Buenos Aires in macchina i due scendono per un mese lentamente a sud per arrivare fino alla Terra del Fuoco.
Mentre si susseguono sotto i suoi occhi gli immensi e mutevoli paesaggi di questa terra, che tanto ha suggestionato esploratori e viaggiatori, l’artista prende appunti visivi. Per catturare la vastità delle steppe e la maestosità delle montagne, quando ha la possibilità Mattotti realizza degli schizzi veloci su un classico taccuino da viaggio moleskine utilizzando i propri pastelli, altrimenti si affida alla fotografia o al video per catturare le immagini che colpiscono il suo sguardo…
Continua a leggere


Tarek Lakhrissi. This Doesn’t Belong to Me
Dove: Palazzo Re Rebaudengo, Guarene
Quando: 3 ottobre 2020 – 15 novembre 2020
In occasione dell’ottavo anno di collaborazione con ENSBA Lyon – École Nationale Supérieure des Beaux-Arts, la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo ospita la prima mostra personale in Italia di Tarek Lakhrissi, artista partecipante al Post-Diplome 2020 promosso dall’ENSBA.
“This Doesn’t Belong to Me” presenta un ciclo di nuove produzioni concepite dall’artista appositamente per gli spazi di Palazzo Re Rebaudengo di Guarene (CN). La mostra esplora il concetto di autodifesa, intesa come prassi di resistenza che differenti gruppi sociali e corpi subalterni hanno sviluppato per sopravvivere.L’immagine chiave del ciclo di opere è la salamandra: fin dai bestiari medievali si narra che questo anfibio sia dotato di veleno e possa sopravvivere tra le fiamme del fuoco. In mostra la salamandra diventa il simbolo di un contropotere politico, ma anche sessuale che, nell’esercizio dell’autodifesa, riscrive i codici dello scontro e dell’incontro. L’autotomia – l’auto-amputazione di parti non vitali del corpo, praticata da alcuni animali come diversivo contro i loro predatori – diventa la tattica difensiva individuata da Lakhrissi per immaginare nuove strategie di guerriglia urbana.
Il percorso espositivo di “This Doesn’t Belong to Me” si sviluppa a partire da un’installazione a soffitto composta da catenine d’argento, talismani di protezione nella vita quotidiana, che ricordano anche strumenti di piacere adottati nelle pratiche BDSM…
Continua a leggere


Waves Between Us
Dove: Palazzo Re Rebaudengo, Guarene
Quando: 3 ottobre 2020 – 15 novembre 2020
La Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, dal 3 ottobre al 15 novembre, presenta a Palazzo Re Rebaudengo, la mostra conclusiva della 14 edizione del Young Curators Residency Programme coordinato da Lucrezia Calabrò Visconti.
La residenza è organizzata con il sostegno dalla Fondazione Compagnia di San Paolo.
La quattordicesima edizione del Young Curators Residency Programme si è svolta mentre l’epidemia di COVID-19 iniziava ad attanagliare l’Italia settentrionale. Il suono d’allarme di questo periodo – sia letteralmente che metaforicamente – è diventato un punto di partenza per la mostra, che prende spunto dalla doppia interpretazione del termine italiano sirena. Conosciuta sia come la figura femminile mitologica del mare, sia come il suono dell’emergenza, la sirena risveglia i nostri sensi e ci orienta, e al contempo amplifica l’urgenza di farci fermare per restare in ascolto.
Nell’Odissea di Omero, la sirena è raffigurata come una pericolosa e potente creatura dell’aria e del mare, una donna – o un gruppo di donne – il cui canto seduce il protagonista del poema, Ulisse, e il suo equipaggio mentre tentano di condurre la loro nave verso casa. Ascoltarne le voci significa rischiare di scendere negli inferi senza possibilità di ritorno. Divina e grottesca al tempo stesso, la sirena attira l’ego verso uno stato di dissoluzione, evocando illusione, seduzione e annullamento della coscienza. Nel suo fondamentale libro A più voci. Filosofia dell’espressione vocale, la filosofa italiana Adriana Cavarero descrive come il pathos della narrazione si concentra sul circuito mortalmente seduttivo fra voce e ascolto, suono e orecchio…
Continua a leggere


ZimmerFrei. LUMI
Dove: Alchemilla – Palazzo Vizzani, Bologna
Quando: 5 ottobre 2020 – 18 ottobre 2020
LUMI è il nuovo film di ZimmerFrei, prodotto da ON e realizzato grazie al sostegno della Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo nell’ambito del progetto Italian Council 2019. Sarà presentato a Bologna in forma di video installazione a cura di Martina Angelotti dal 6 al 18 ottobre 2020 all’interno di Palazzo Vizzani, sede dell’Associazione Alchemilla, nelle stesse sale che sono state scenario delle riprese.
LUMI fonda la sua ricerca artistica su recenti studi sociologici e antropologici, ma è ispirato soprattutto da persone reali incontrate da ZimmerFrei nel corso delle ultime peregrinazioni documentaristiche, che hanno portato alla nascita di un lavoro di fiction, o per meglio dire staged documentary, che registra la perdita di efficacia di una parola: l’“identità” non è più intesa come una definizione univoca, ma piuttosto come un bisogno di riconoscimento, un intreccio di somiglianze e differenze.
Per la prima volta nella sua storia artistica, ZimmerFrei adotta la finzione e ricorre anche ad attori veri e propri per comporre una sequenza di tre capitoli, tre storie affettive apparentemente distinte, ambientate in un unico set: l’interno di un palazzo storico, un tempo residenza del cardinale Lambertini, che poi diventerà Benedetto XIV, il papa del Secolo dei Lumi…
Continua a leggere


Hoperaperta. Totem & Tabù ovvero il Mondo Capovolto
Dove: Palazzo Recalcati, Milano
Quando: 5 ottobre 2020 – 11 ottobre 2020
In occasione di Milano Design City – manifestazione voluta dal Comune di Milano per il rilancio della città come punto di riferimento internazionale per la cultura del progetto che coinvolge le massime istituzioni e distretti attivi nell’ambito del design e della creatività – HoperAperta, nella cornice di Palazzo Recalcati all’interno delle sale espositive della Casa d’Aste Wannenes, presenta la mostra Totem e Tabù ovvero Il Mondo Capovolto, una collezione di installazioni-oggetti concepiti come pezzi unici che rileggono e reinterpretano la relazione tra le figure totemiche e i tabù estetici nel mondo contemporaneo, tra la struttura degli oggetti d’uso e l’immaginario poetico dell’opera d’arte. In mostra le opere di art design di Angela Ardisson, designer, Maurizio Barberis artista, Alfonso Femia / AF* Design architetto, Dario Ghibaudo, artista, Duccio Grassi architetto, Steve Piccolo, sound artist, Davide Valoppi / Studio Noarc architetto, Alberto Vannetti, artista. HoperAperta è una piattaforma culturale, un progetto condiviso da più attori, architetti, designer, artisti e curatori, invitati a collaborare a un percorso comune per mettere in relazione competenze diverse, arte, progetto e alto artigianato…
Continua a leggere


Federico Fellini 100 anni del genio del cinema italiano
Dove: Museo del Cinema del territorio e della Penisola Sorrentina, Vico Equense
Quando: 5 ottobre 2020 – 10 ottobre 2020
Lunedì 5 ottobre alle ore 18 verrà inaugurata la mostra fotografica “Federico Fellini, 100 anni del genio del cinema italiano” in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia, al Museo del Cinema del territorio e della Penisola Sorrentina a Vico Equense (Corso Filangieri, 98). Con 39 scatti, per la prima volta in Campania, si racconta il dietro le quinte dei suoi capolavori come “La Dolce Vita”, “8 e mezzo”, “Giulietta degli Spiriti”, “Casanova”, “Lo Sceicco bianco”, “La voce della Luna”, film nei quali ha diretto mostri sacri come Marcello Mastroianni, Alberto Sordi, Roberto Benigni.
Le musiche di queste opere verranno trasmesse in filodiffusione per tutta la città che durante questi giorni cambia anche la toponomastica con la comparsa anche dell’Arena Fellini nel Castello Giusso, e poi Arena Loren, Largo Mastroianni, Viale Gassman e sale che prendono i nomi di Bertolucci, Rosi, Troisi, Tornatore…
Continua a leggere


Reset Festival XII edizione
Dove: Off Topic – Torino Youth Centre, Torino
Quando: 5 ottobre 2020 – 10 ottobre 2020
La dodicesima edizione di _resetfestival, il festival dell’innovazione musicale prodotto da The Goodness Factory è in programma dal 5 al 10 ottobre 2020 all’Off Topic, in via Giorgio Pallavicino 35.
Dal 2009 _resetfestival è il festival gratuito dedicato ai giovani talenti e ai nuovi strumenti e modelli di business in ambito musicale. È un percorso formativo e una vetrina per connettere musicisti, professionisti, addetti ai lavori e pubblico.
Per rispondere agli effetti collaterali dell’attuale emergenza sanitaria, il festival sta pensando ad una modalità per svolgere le attività in tutta sicurezza nel rispetto delle normative igienico-sanitarie…
Continua a leggere


Pasqua Vini. A Taste of Italy
Dove: Palazzo Serbelloni, Milano
Quando: 5 ottobre 2020 – 6 ottobre 2020
L’Italia non è mai stata così bella, soprattutto ora che la riscopriamo dopo i mesi in cui ci è stata negata. Da un tributo al nostro Paese, al suo genio, alla sua creatività, alla sua tenacia, allo stile di vita che tutto il mondo invidia, nasce “A Taste of Italy”, la mostra multimediale temporanea con cui Pasqua Vini apre la settimana della Milano Wine Week.
Il percorso espositivo, composto da sette installazioni multimediali la cui direzione creativa è stata affidata al fondatore e art director di Vacades Timo Helgert, è allestito nella Sala Bonaparte di Palazzo Serbelloni e aperto su invito il 5 ottobre e al pubblico il 6 ottobre dalle 9 alle 19, previo accredito.
“A Taste of Italy” è il risultato della collaborazione – intrapresa durante i mesi più difficili del lockdown – fra la cantina veronese e il giovane artista tedesco specializzato in installazioni digitali e 3D. Quando, per effetto della pandemia, il mondo si è paralizzato, Helgert ha sentito la necessità di raccontare la realtà ma con sentimenti di speranza, ricordando che fuori dalle nostre abitazioni continuava ad esistere un mondo pieno di vita, dove la natura cresceva nonostante tutto…
Continua a leggere


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.