News dal Blog

Calendario Mostre [365] – 07/10/2020

Out-of-blog Barbara Picci

Cosa troverete: Luigi Presicce @ Sedi varie, Torino; Adinda-Putri Palma @ Palazzo Comunale, Recanati; Enrico Cattaneo @ Galleria Scoglio di Quarto, Milano; Casagrande & Recalcati @ Leo Galleries, Monza; Banksy @ Loggiato San Bartolomeo e Palazzo Trinacria, Palermo; Alvise Crovato @ Galleria San Fedele, Milano; Francesco Paglialunga @ Sedi varie, Lecce; Angelo Molinari @ Galleria Francesco Zanuso, Milano; Antonella Bozzini @ HUB/ART, Milano; Carlo Bossoli @ Fondazione Accorsi – Ometto, Torino; “Brick Art” @ Teatro Celebrazioni, Bologna; “Gender Project Milan 2020” @ Ride Milano, Milano; “Nello spazio fa freddo” @ Chippendale Studio, Milano; “Atlanti, Ritratti e altre storie” @ Palazzo Da Mosto, Reggio Emilia


Cronache dall’Ottocento. La vita moderna nelle opere di Carlo Bossoli e nelle fotografie del suo tempo
Dove: Fondazione Accorsi – Ometto – Museo di Arti Decorative, Torino
Quando: 7 ottobre 2020 – 31 gennaio 2021
A cura di Sergio Rebora, con la collaborazione di Daniela Giordi
La Fondazione Accorsi-Ometto rende omaggio al XIX secolo e alla sua storia con una mostra, curata da Sergio Rebora con la collaborazione di Daniela Giordi, per la sezione fotografica, che mette a confronto le svariate sfaccettature della vita moderna dell’Ottocento attraverso la pittura di Carlo Bossoli e la fotografia storica, restituendo fedelmente le vicende del tempo, l’evoluzione dei costumi e del modo di vivere.
Nel corso dell’Ottocento il dialogo tra pittura e fotografia ha profondamente mutato la maniera di fruire le arti visive: le qualità insite nella nuova tecnica di rappresentazione, contraddistinta da precisione descrittiva, rapidità esecutiva e serialità del processo di riproduzione, hanno indotto il pubblico a una diversa lettura della realtà e a conseguenti elaborazioni concettuali.
Nei primi decenni di diffusione della fotografia, nata nel 1839, la commistione tra le due arti contribuì a una definizione verista del mondo, in primis del paesaggio, sia naturale che urbano, e della vita che in esso si svolge, coinvolgendo vedutisti da un lato e pittori di genere dall’altro. In tal senso, Carlo Bossoli risulta un personaggio emblematico: determinante il suo ruolo di straordinario cronista del proprio tempo, svolto in parallelo con la nascita e la diffusione della fotografia in tutta Europa, come è stato evidenziato da una lunga tradizione di studi, condotti soprattutto sul territorio piemontese nel Novecento a opera di storici dell’arte di primissimo piano come Ada Peyrot, autrice del catalogo ragionato, Franca Dalmasso, Rosanna Maggio Serra, Pier Giorgio Dragone…
Continua a leggere


Ritratto di ignoto. L’artista chiamato Banksy
Dove: Loggiato San Bartolomeo e Palazzo Trinacria, Palermo
Quando: 7 ottobre 2020 – 17 gennaio 2021
Il più mediatico e, esattamente il suo opposto, il più misterioso: e infatti, è un “Ritratto di ignoto” quello che si inaugura il 7 ottobre a Palermo in due sedi espositive diverse, il Loggiato San Bartolomeo e Palazzo Trinacria.
I curatori Gianluca Marziani, Stefano Antonelli e Acoris Andipa hanno dunque raccolto la suggestione dell’ olio su tavola di Antonello da Messina e della produzione artistica siciliana, trasformandola nell’ispirazione ideale alle tematiche di un artista che nessuno ha mai visto, di cui nessuno conosce il volto, di cui non circolano foto, eppure capace di conquistare il mondo attraverso opere di grande potenza etica, evocativa e tematica. “Ritratto di ignoto. Un artista chiamato Banksy” è la prima mostra interamente dedicata a Banksy in Sicilia, e avvia una sinergia tra pubblico e privato tra due residenze storiche riconvertite in sedi espositive di arte contemporanea, unite per il rilancio dell’antica Kalsa, nuovo “distretto” culturale che corre parallelo al mare. Le opere di Banksy, in prestito da importanti collezioni private, si dividono tra l’ex lazzaretto, poi orfanotrofio, il Loggiato San Bartolomeo, sito satellite della Fondazione Sant’Elia; e Palazzo Trinacria della Fondazione “Pietro Barbaro”, primo edificio palermitano nato come albergo, le cui stanze ospitarono Garibaldi e Tomasi di Lampedusa…
Continua a leggere


Atlanti, Ritratti e altre storie. 6 giovani fotografi europei
Dove: Palazzo Da Mosto, Reggio Emilia
Quando: 17 ottobre 2020 – 10 gennaio 2021
A Palazzo da Mosto dal 17 ottobre 2020 al 10 gennaio 2021, la mostra ATLANTI, RITRATTI E ALTRE STORIE – 6 giovani fotografi europei, prodotta da Fotografia Europea, è una collettiva che raccoglie le personali dei tre vincitori dell’open call lanciata da FOTOGRAFIA EUROPEA 2020, a cui sono stati aggiunti tre progetti selezionati dalla giuria composta da Walter Guadagnini Direttore artistico del Festival, Maria Pia Bernardoni curatrice progetti internazionali del LagosPhoto Festival, e Oliva Maria Rubio curatrice indipendente.
Una scelta che nasce dal desiderio di ampliare lo spazio dedicato ai giovani artisti e dalla volontà di approfondire il tema delle fantasie e delle narrazioni in un momento storico in cui la proiezione verso il futuro si fa necessaria…
Continua a leggere


Antonella Bozzini. Linea nelle Linee
Dove: HUB/ART, Milano
Quando: 7 ottobre 2020 – 7 gennaio 2021
Mercoledì 7 ottobre alle ore 18:00 inaugura la mostra fotografica “LINEA nelle LINEE” di Antonella Bozzini, curata da Andréa Romeiro, che esplora spazi e architetture della Berlino post-muro. Introdurrà il lavoro della Bozzini l’architetto Attilio Terragni — progettista dell’Interface HUB.
Mercoledì 7 ottobre 2020, lo spazio espositivo HUB/ART presenta a partire dalle ore 18:00 la mostra fotografica “LINEA nelle LINEE” di Antonella Bozzini a cura di Andréa Romeiro con il supporto tecnico Interface Facility Management↗︎ e GAG London↗︎. Con il patrocinio dell’Ordine degli Architetti di Milano. La mostra sarà visitabile dall’8 ottobre 2020 al 7 gennaio 2021. LINEA nelle LINEE è un progetto fotografico nato due anni fa, in vista dell’anniversario dei trent’anni dalla caduta del Muro di Berlino, il 9 novembre 1989, ed assume un particolare senso metaforico chiamando in causa il tema della trasformazione dello spazio urbano e architettonico. Le immagini, realizzate lontano da rumori e distrazioni, sono organizzate dal punto di vista del cambiamento del territorio urbano lungo un Confine: la “Linea” che una volta era individuata dal Muro…
Continua a leggere


Brick Art
Dove: Teatro Celebrazioni, Bologna
Quando: 7 ottobre 2020 – 8 dicembre 2020
“Facevo il giardiniere e sono diventato Brick Artist.
Il segreto? Creo emozioni.” Riccardo Zangelmi
Dall’8 ottobre all’8 dicembre 2020 il Teatro Celebrazioni abbraccerà l’arte accendendo i riflettori sulla coloratissima BRICK ART, una mostra che porterà l’originale arte dei mattoncini in un contesto unico, inaspettato e spettacolare.
Il foyer, i corridoi, la platea, il palco del Teatro ospiteranno oltre quaranta opere per un totale di oltre tre milioni di mattoncini. Creatore delle opere il reggiano Riccardo Zangelmi, unico italiano al mondo a essere stato riconosciuto come artista da LEGO ® Group.
La mostra è un inno alla gioia: un mondo nuovo, colorato e fantastico, capace di coinvolgere e far sognare grandi e piccini.
Le opere d’arte raffigurano oggetti di vita quotidiana, dai cibi, come la mela e la pera, alle manie delle donne, come borsetta e scarpe; dagli animali festanti, come uno scoiattolo alla ricerca non di nocciole ma di cuoricini rossi, un coniglio che spunterà da un cappello e una capra a pois con gli occhiali da sole, alle colorate bolle di sapone…
Continua a leggere


Nello spazio fa freddo
Dove: Chippendale Studio, Milano
Quando: 7 ottobre 2020 – 8 novembre 2020
Chippendale Studio inaugura il 7 ottobre a Milano la mostra collettiva multimediale “Nello spazio fa freddo”.
Le case a igloo del quartiere milanese La Maggiolina, dove lo studio ha sede, hanno ispirato i curatori della mostra che, partendo dalla forma semisferica, ne hanno indagato la ricchezza di significati. Igloo quindi non è solo da intendersi come modello abitativo ma soprattutto come struttura elementare capace di contenere diverse valenze. Da quella di cosmo a quella di utero, fonte di vita, da quella di arca portatrice di salvezza a quella di navicella spaziale, cellula di esplorazione. Sulla base di una mappa concettuale appositamente disegnata dai curatori della mostra, che esplora i possibili significati da loro individuati intorno al concetto di igloo, gli artisti sono stati invitati a dare la propria interpretazione sul tema. I contributi raccolti riflettono una molteplicità di significati di carattere biologico e cosmologico, ma anche di stampo sociologico, fantascientifico e poetico. Così il titolo dell’esibizione, “Nello spazio fa freddo”, vuole evocare lo spazio astronomico, popolato da corpi celesti in equilibrio dinamico, e lo spazio fisico, inteso come distanza e isolamento. Lavorando sull’idea di accumulo, i video, le fotografie e gli oggetti esposti danno origine a un’esperienza ricca di contaminazioni…
Continua a leggere


Alvise Crovato. Al cuore di una fede
Dove: Galleria San Fedele, Milano
Quando: 7 ottobre 2020 – 7 novembre 2020
Racconto intimo e reportage sono le coordinate attraverso cui leggere la ricerca che Alvise Crovato ha dedicato al monastero egiziano copto Anba Shenuda che sorge vicino a Lacchiarella, nella campagna milanese.
Considerato il monastero copto più grande di tutta Europa, ospita permanentemente nove monaci.
Nato, per espresso desiderio del Vescovo Metropolita Anba Kirollos (scomparso nel 2017), dalla ristrutturazione di una cascina abbandonata a cui la comunità copta ha ridato nuova vita con i suoi fondi, questo monastero ci racconta anche l’importanza di una comunità, come quella dei cristiani copti ortodossi che, appunto perché discreta e ben integrata, appare troppo spesso “invisibile” o è semplicemente sconosciuta…
Continua a leggere


Francesco Paglialunga. Radici
Dove: Sedi varie, Lecce
Quando: 7 ottobre 2020 – 31 ottobre 2020
L’arte salverà la cultura delle nostre “Radici” con un progetto artistico che si sta realizzando presso la dimora storica dei nobili Personé del 1700 con lo scopo di rivalutare gli ulivi del Salento e realizzare un parco della scultura.
di Benedetta D’Elia La Puglia, col suo paesaggio caratterizzato da abitazioni rurali trulliforme, da muretti a secco in “pietra viva” e dalla terra rossa, possiede un cospicuo patrimonio olivicolo. La coltivazione dell’olivo e la produzione dell’olio hanno una tradizione molto antica, rivestono un ruolo di primo piano nell’economia del territorio e per l’importanza paesaggistica e gastronomica, rappresentano l’identità storica, di vita e culturale della regione. Questi alberi crescono lentamente resistendo indenni per secoli alle ostilità dovute alle intemperie e al caldo torrido dell’estate. Con il passare degli anni questi tronchi cariati e vetusti si curvano e assumono forme antropomorfe che affascinano e incantano i visitatori, forme imponenti che rendono questi alberi monumentali opere d’arte. Una decina di anni fa circa, l’ulivo è stato colpito dalla Xylella, un batterio che si riproduce all’interno dell’apparato conduttore dell’albero, nutrendosi della linfa, sino a provocare l’essiccazione e la morte della pianta…
Continua a leggere


Opere di Angelo Molinari
Dove: Galleria Francesco Zanuso, Milano
Quando: 7 ottobre 2020 – 29 ottobre 2020
Con una selezione di lavori caratterizzati da segno e colore, la mostra “Opere di Angelo Molinari” è ospitata alla Galleria Francesco Zanuso dal 7 al 29 ottobre.
L’artista si contraddistingue per il suo interesse e la sua costante ricerca nell’espressione gestuale di emozioni, sentimenti e di vissuti attraverso la ripetizione di elementi semplici, lineari, capaci di creare mondi espressivi; un orizzonte aperto a molteplici dimensioni e interpretazioni.
In parallelo, l’elemento cromatico impresso con pennellate veloci e al tempo stesso decise, steso su quasi tutta la superficie del supporto utilizzato, restituisce all’interno delle composizioni un ritmo che ne completa l’equilibrio.
All’interno delle opere esposte c’è sempre un colore predominante che tende alla monocromia, sia che si tratti di “neri” come in Specie di Vago stupore, dove aree scure lasciano intravedere spiragli di luce e di altri colori, sia che siano “rossi” esplosivi e turbolenti, con tracce di gocce che rimandano al dripping, presenti ad esempio nell’opera Si fermò ad ascoltare il suo cuore, dove una tonalità si afferma sempre sulle altre…
Continua a leggere


Enrico Cattaneo. Stravolgere la realtà
Dove: Galleria Scoglio di Quarto, Milano
Quando: 7 ottobre 2020 – 27 ottobre 2020
Mercoledì 7 ottobre 2020 alle ore 18.00, lo Spazio d’arte Scoglio di Quarto, in via Scoglio di Quarto 4, in occasione del PHOTOFESTIVAL 2020, ospiterà l’inaugurazione della mostra Stravolgere la realtà del fotografo Enrico Cattaneo a cura di Roberto Mutti. Sarà possibile visitare l’esposizione fino al 27 ottobre 2020.
Testo ” STRAVOLGERE LA REALTA’ di Roberto Mutti:
Quando si parla di fotografia molti si soffermano, con una parte di ragione, sui suoi vari aspetti: gli appassionati di tecnica disquisiscono su pellicole, fotocamere, obiettivi mentre, sul versante opposto, altri ricordano invece che ciò che conta sono le idee e che è la luce a creare le immagini. Curiosamente, da queste considerazioni viene quasi sempre escluso il ruolo, che pure sappiamo importantissimo, delle carte fotografiche. Autore eclettico nella sua capacità di tracciare la strada di un personalissimo stile dove tecnica ed estetica si intrecciano, qualsiasi retorica viene bandita e la ricerca svolge un ruolo centrale, Enrico Cattaneo al supporto fotografico ha invece dedicato un’attenzione fuori dal comune…
Continua a leggere


Luigi Presicce. Arlecchini del paradiso
Dove: Sedi varie, Torino
Quando: 7 ottobre 2020 – 25 ottobre 2020
Si inaugura il 7 ottobre alle ore 18.30 in Piazza Bottesini a Torino e in diretta Facebook – @flashbackfair la seconda opera vincitrice dell’open call indetta dalla fiera Flashback, il quinto manifesto del progetto Opera Viva Barriera di Milano, ideato da Alessandro Bulgini e curato da Christian Caliandro: Arlecchini del paradiso di Luigi Presicce.
Flashback, l’arte è tutta contemporanea VIII Edizione, LUDENS presenta The flashback special project Opera Viva Barriera di Milano, il Manifesto, ed. 2020 Luigi Presicce, Arlecchini del paradiso (2020) Inaugurazione > Piazza Bottesini (Torino) e in diretta Facebook (@flashbackfair) Mercoledì 7 ottobre, ore 18.30 Si inaugura il 7 ottobre alle ore 18.30 in Piazza Bottesini a Torino e in diretta Facebook – @flashbackfair la seconda opera vincitrice dell’open call indetta dalla fiera Flashback, il quinto manifesto del progetto Opera Viva Barriera di Milano, ideato da Alessandro Bulgini e curato da Christian Caliandro: Arlecchini del paradiso di Luigi Presicce. Il tema scelto quest’anno da Flashback, l’arte è tutta contemporanea è Ludens, ispirato al racconto di fantascienza La variante dell’Unicorno di Roger Zelazny e all’opera di Johan Huizinga: il gioco dunque inteso come fondamento della vita umana e della creatività, come approccio fondamentale per la ricostruzione continua del mondo e come attività sacra…
Continua a leggere


Casagrande & Recalcati. Taking care sordid details following
Dove: Leo Galleries, Monza
Quando: 7 ottobre 2020 – 24 ottobre 2020
«Il tema della fragilità che spinge emotivamente a guardare alla cura, alla guarigione intesa come fase di passaggio». Da questa riflessione e dal silenzio fruttuoso dei mesi di lockdown il duo artistico Casagrande & Recalcati ha tratto nuova linfa per un inedito ciclo di opere, figlie della riflessione imposta dall’isolamento forzato che i due artisti hanno vissuto separatamente, gettando semi che hanno poi dato frutti inaspettati.
Sono una quindicina le nuove opere che presentano negli spazi della Leo Galleries. Nuove tele che propongono idee rinnovate, ricche di elementi
inaspettati. Il tripudio abbondante e inebriante dei fiori rigogliosi accanto ai petali decadenti lascia spazio anche a frutti e piante grasse, elementi mai visti prima nelle opere di Casagrande & Recalcati, rivisitazioni luminose e ricchissime di nature morte.
Non solo natura in questi ultimi lavori ma anche l’inserzione di oggetti che sempre più hanno saputo ritagliarsi un ruolo centrale all’interno delle tele, simboli talvolta surreali ed evocativi. «I soggetti diventavano sempre più importanti – raccontano – acquisendo un significato che fino ad allora avevamo sempre relegato nell’ambito del secondario». Ecco allora che soggetti inaspettati come vecchi strumenti medici, bottiglie di disinfettante, pastiglie per il mal di testa e persino vecchie edizioni del Decameron, la raccolta di novelle declamate dall’allegra brigata boccaccesca che esorcizzava così la paura per la pesta del 1348. E poi piccoli dipinti in cui la perfezione cosmica delle uova, dalle linee pulite e simbolo di vita, prende vita con esiti del tutto surreali…
Continua a leggere


Adinda-Putri Palma. In domum
Dove: Palazzo Comunale, Recanati
Quando: 7 ottobre 2020 – 11 ottobre 2020
L’Associazione Amici di Palazzo Buonaccorsi e delle Istituzioni Culturali del Territorio presenta il progetto “IN DOMUM” dell’artista Adinda-Putri Palma (Matelica 1986), selezionato dal bando nazionale “Per Chi Crea”, promosso dal MIBACT e gestito da SIAE, che destinano il 10% dei compensi a supporto della creatività e della promozione culturale dei giovani. Il 17 luglio scorso il Consiglio di Gestione SIAE ha deliberato i vincitori dei 449 progetti beneficiari suddivisi in quattro bandi tra cui quello per le Nuove opere. IN DOMUM rientra tra i sette vincitori nella sezione Arti Visive.
Il progetto ha il patrocinio del Comune di Macerata, Comune di Recanati, Comune di Matelica, città appartenenti alla rete del MaMa – Marca Maceratese, creata dopo il sisma del 2016 per valorizzare e promuovere il territorio e il patrimonio artistico.
L’opera viene presentata nell’atrio del Palazzo Comunale di Recanati (MC) dal 7 al 19 ottobre 2020, dopo aver fatto tappa per tutta l’estate a Matelica…
Continua a leggere


Gender Project Milan 2020
Dove: Ride Milano, Milano
Quando: 7 ottobre 2020 – 11 ottobre 2020
Dal 7 all’11 ottobre all’interno del nuovo spazio urbano Ride Milano, ex scalo di Porta Genova, prenderà forma la seconda tappa del progetto itinerante di fotografia sociale di Veronique Charlotte, artista visiva italiana e body performer.
Jo Squillo, Milano Pride, Toilet Club, Perimetro sono alcuni dei nomi che prenderanno parte a quello che a tutti gli effetti sarà un festival del dialogo e dell’apertura sociale.
Gender Project si prefigge di raccontare 1000 storie attraverso 0100 ritratti che narrino lo spaccato sociale di 0010 capitali mondiali, con 0001 solo obiettivo: aprire un dialogo attraverso l’incontro di corpi, realtà, vite.
“Gender Project è la rappresentazione della gentilezza al di fuori di ogni categorizzazione – commenta Veronique Charlotte – sono partita dall’ascolto, senza pregiudizio o etichette dettate dai ruoli che la società ci impone , al fine di catturare l’essenza degli individui che animano queste città. Un racconto corale, nato da un’idea, ma poi realizzato grazie alla spontaneità della rete sociale che si è creata e grazie alla quale stiamo costruendo una geografia dei luoghi, non definita dai confini tra gli stati, ma dalle storie delle persone”…
Continua a leggere


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.