News dal Blog

Calendario Mostre [366] – 08/10/2020

Out-of-blog Barbara Picci

Cosa troverete: Francesca Cesari @ MAMbo, Bologna; Carla Accardi @ Museo del Novecento, Milano; Michael Beutler @ Pinksummer Contemporary Art, Genova; Luca Giordano @ Museo di Capodimonte, Napoli; Tomas Rajlich @ ABC ARTE, Genova; Shoko Okumura @ Manifiesto Blanco, Milano; Volker Hermes @ Musei Civici del Castello Visconteo, Pavia; Mauro Ghiglione @ Palazzo Squarciafico, Genova; Giuseppe Veneziano @ Fabbrica Eos, Milano; Giuseppe Mirigliano @ Prisma Studio, Genova; Alessandra Maxaculi @ Micro Arti Visive, Roma; Vincenzo Satta @ 10 A.M. ART, Milano; Rosita D’Agrosa @ Galleria Cartavetra, Firenze; Carmelo Macri @ AntiGallery, Roma; Marco Angelini e Piotr Hanzelewicz @ Galleria Borghini Arte Contemporanea, Roma; Alessandro Lupi @ Galleria Guidi & Schoen, Genova; Laura Omacini e Oscar Rojas Contreras @ Crag Gallery, Torino; Domenico Olivero @ Sedi varie, Cuneo; Nina Staehli @ Etherea Art Gallery, Genova; Carlo Gajani @ Centro studi didattica delle Arti, Bologna; Sebastiano Sofia @ Menhir Arte contemporanea, Milano; Marco Craig @ VisionQuest 4rosso, Genova; Stefano Sesti e Stefania Floridi @ Il Laboratorio, Roma; “Tralfamadore” @ The Flat – Massimo Carasi, Milano; “Lockdown Italia visto dalla Stampa Estera” @ Musei Capitolini, Roma; “Rosa rosae” @ Capoverso arte contemporanea, Genova; “Seven by seven” @ Murate Art District, Firenze; “La Musée 2” @ Studio la Città, Verona; “Anticorpi” @ Lazzaro Galleria d’Arte Contemporanea, Genova; “Fittile” @ Francesco Pantaleone Arte contemporanea, Palermo; “Primordial finds” @ Sharevolution Contemporary Art, Genova; “Le ARTEfici del Mondo” @ Palazzo Sacrati Crema, Ferrara; “10 Più Uno” @ Galleria Guidi, Genova; “Walk-In Studio. Festival degli spazi e studi d’artista” @ Sedi varie, Milano; “MAST Photography Grant on Industry and Work + Inventions” @ Fondazione MAST, Bologna


Carla Accardi. Contesti
Dove: Museo del Novecento, Milano
Quando: 8 ottobre 2020 – 27 giugno 2021
Il Museo del Novecento presenta la prima mostra monografica dedicata da un’istituzione pubblica a Carla Accardi (1924-2014) a sei anni dalla sua scomparsa.
Il progetto, prodotto da Comune di Milano|Cultura, Museo del Novecento ed Electa, fa parte del palinsesto “I talenti delle donne”.
Curata da Maria Grazia Messina e Anna Maria Montaldo con Giorgia Gastaldon, la mostra si inserisce con coerenza in una linea di ricerca che distingue il recente operato del Museo: la riproposta e la rilettura di personalità femminili attestate del Novecento italiano.
Carla Accardi. Contesti presenta il percorso dell’artista trapanese in tutte le sue sfaccettature, proponendone una lettura nuova, che si differenzia da quella tematica delle più recenti monografiche, centrate principalmente sul suo repertorio di pittura segnico-cromatica.
Il progetto di mostra, attraverso 70 opere circa e insieme a fotografie e documenti dell’Archivio Accardi Sanfilippo, riporta infatti al centro dell’indagine espositiva il panorama e il contesto storico, sociale e politico con cui l’artista si è rapportata, ne rivela il vivace orizzonte visivo costellato di confronti linguistici, intrecciati spesso anche con artisti più giovani, restituendo il ritratto di una donna coraggiosa e sperimentatrice che, in un momento in cui le istanze della pittura erano di competenza pressoché maschile, è diventata la prima astrattista italiana riconosciuta internazionalmente…
Continua a leggere


Francesca Cesari. LIMINAL. Ritratti sulla soglia
Dove: MAMbo, Bologna
Quando: 8 ottobre 2020 – 31 gennaio 2021
Limen è una parola latina che significa “soglia”, un confine che segna il passaggio tra due diversi spazi, anche identitari, per avventurarsi in qualcosa di percepito ancora come sconosciuto. Il progetto fotografico di Francesca Cesari (Bologna, 1970) è un viaggio alla scoperta di un’affascinante terra di mezzo, di quella particolare fase della crescita in bilico tra la tarda infanzia e l’adolescenza. Un’età ambigua, senza un nome proprio, portatrice di quelle grandi e piccole rivoluzioni che condurranno alla metamorfosi del proprio aspetto esteriore, all’elaborazione della propria identità e a una più profonda consapevolezza della propria interiorità.
Le immagini della serie Liminal ritraggono ragazze e ragazzi di età compresa tra gli 11 e i 14 anni, durante questo lungo e delicato processo di cambiamento, interiore ed esteriore, che li porterà a sviluppare, con la pubertà, un nuovo aspetto fisico, che potrà essere tanto promettente quanto inquietante, e al tempo stesso a maturare una nuova e più personale visione del mondo…
Continua a leggere


Mauro Ghiglione. Sguardi sull’errore
Dove: Unimediamodern – Palazzo Squarciafico, Genova
Quando: 8 ottobre 2020 – 10 gennaio 2021
Da giovedì 8 ottobre 2020 a sabato 16 gennaio 2021 è in programma la mostra di Mauro Ghiglione: Sguardi sull’errore presso la Galleria Unimediamodern (Piazza Invrea 5, a Palazzo Squarciafico) di Genova, visitabile secondo l’orario di apertura: da martedì a sabato 15.30/19.30.
Genova -Dopo la chiusura della sua personale al Museo di arte contemporanea di Villa Croce di Genova nel febbraio scorso, l’artista torna alla Galleria Unimediamodern con una serie di lavori inediti realizzati per l’esposizione a cura di Caterina Gualco…
Continua a leggere


Luca Giordano. Dalla Natura alla Pittura
Dove: Museo di Capodimonte, Napoli
Quando: 8 ottobre 2020 – 10 gennaio 2021
La mostra Luca Giordano. Dalla Natura alla Pittura, a cura di Stefano Causa e Patrizia Piscitello, è un’idea di Sylvain Bellenger, direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte e di Christophe Leribault, direttore del Petit Palais di Parigi, dove si è svolta la prima esposizione dal titolo Luca Giordano. Le triomphe de la peinture napolitaine (14 novembre 2019 al 23 febbraio 2020) che, insieme alla mostra su Gemito, ha completato “la stagione napoletana” dell’autunno 2019 nel cuore della capitale francese.
“In questa seconda tappa, a Napoli – afferma il direttore Sylvain Bellenger – Giordano ci viene raccontato come non lo è mai stato prima, diversamente da Parigi. Sebbene Giordano abbia contato molto per i francesi, non lo si poteva presentare allo stesso modo ai napoletani, che sono abituati a incontrarlo frequentemente, a volte senza riconoscerlo, nel loro museo o nelle loro chiese. I curatori hanno saputo ricollocare la particolarità del grande pittore e anche pensarlo nel contesto delle chiese napoletane, poiché in fondo è a Napoli e soprattutto nello spazio delle architetture barocche, più ancora che nei musei, che Giordano si mostra in tutta la sua dimensione e dà prova del mestiere e della visione che porterà fino in Spagna, con i rapimenti trionfanti e gioiosi che rendono il monastero dell’Escorial un luogo un po’ meno austero”…
Continua a leggere


Tomas Rajlich. Black Paintings 1976-79
Dove: ABC ARTE, Genova
Quando: 8 ottobre 2020 – 7 gennaio 2021
La galleria ABC-ARTE inaugura giovedì 8 Ottobre dalle ore 18.00 Black Paintings: 1976-79, un’ampia mostra dedicata al lavoro di Tomas Rajlich. Intesa come una retrospettiva parziale, l’esposizione si concentra in particolare su un ciclo di opere originariamente esposte nella personale del 1979 al Gemeentenmuseum de L’Aia, arrivata al termine di un periodo che aveva visto l’artista svolgere un’indagine approfondita sulle potenzialità del colore nero in dialogo con l’approccio geometrico che hanno fatto di Rajlich uno dei protagonisti della Pittura Fondamentale.
Fedele all’idea del monocromo e interessato a un’interpretazione fondamentale dell’estetica minimalista, l’avvicinamento di Rajlich alla pittura ha coinciso con un momento storico in cui l’avvento dell’arte concettuale sembrava averla relegata a una posizione di secondo piano. Partendo da un nucleo di opere caratterizzate da un aspetto industriale e una qualità modulare, Rajlich ha successivamente intrapreso una strada volta a esplorare la combinazione dell’impersonale, il gesto e la creativa forza della luce. Quest’ultima si abbina a diverse variazioni di intensità e colore, modificando radicalmente la superficie del quadro e mettendo in evidenza la qualità bi-dimensionale dell’oggetto…
Continua a leggere


Volker Hermes. Identità s-velate. Hidden Portraits
Dove: Musei Civici del Castello Visconteo, Pavia
Quando: 8 ottobre 2020 – 6 gennaio 2021
L’Assessorato alla Cultura del Comune di Pavia presenta, dall’8 ottobre 2020 al 6 gennaio 2021, nella sala espositiva del Rivellino presso il Castello Visconteo, la mostra “Identità s-velate. Hidden Portraits”, di Volker Hermes, artista internazionale sul quale il mondo dell’arte sta recentemente ponendo particolare attenzione.
Il lavoro di Volker Hermes è costituito dalla rielaborazione fotografica di opere pittoriche raffiguranti importanti ritratti eseguiti da celebri artisti della pittura internazionale, tra cui Jacometto Veneziano, Bronzino, Van Dyck, Rembrandt, Batoni, tra Rinascimento e diciannovesimo secolo.
Il progetto, iniziato dall’artista circa dieci anni fa, parte dal significato del ritratto e da ciò che nei secoli ha rappresentato per la società fino all’invenzione della fotografia. Volker analizza meticolosamente costumi e pose, dettagli e storia, per raggiungere l’obiettivo di rendere tali opere assolutamente attuali, partendo dal mascheramento fino ad arrivare al divario semantico tra velatura e copertura…
Continua a leggere


Primordial finds
Dove: Sharevolution Contemporary Art, Genova
Quando: 8 ottobre 2020 – 5 gennaio 2021
Il principale filo conduttore della mostra Primordial finds è il tema del simbolo. Secondo l’enciclopedia Treccani, “Il simbolo è qualsiasi cosa […] la cui percezione susciti un’idea diversa dal suo immediato aspetto sensibile […]”. Da un punto di vista più tangibile, il singolo simbolo è un’esperienza, talvolta inconsapevole, innescata dal cervello umano: vedere una cosa ed immaginare che essa sia qualcos’altro. Il compito degli artisti è dare una forma fisica a questa impressione. Tuttavia, per ottenere questo gli artisti possono seguire strade molto diverse; una di esse è la ricerca di qualcosa di originario, primordiale. rob van den berg, Nežka Zamar e Luisa Badino affrontano la questione da punti di vista differenti, sebbene li unisca la volontà di fare una ricerca trasversale sulla natura umana azzerando al contempo la prospettiva temporale. La loro concezione originale è proprio questa, cioè che ogni prodotto umano, indipendentemente dal luogo, dal tempo o dalla cultura in cui è stato prodotto, appartenga allo stesso Homo Sapiens, dunque non è necessario soffermarsi a studiare i singoli fatti della vita ma piuttosto ricercare le condizioni profonde che hanno reso possibili tali fatti. rob van den berg porta avanti questa ricerca attraverso lo studio della materia e delle sue reazioni…
Continua a leggere


MAST Photography Grant on Industry and Work + Inventions
Dove: Fondazione MAST, Bologna
Quando: 8 ottobre 2020 – 3 gennaio 2021
MAST Photography Grant on Industry and Work
L’esposizione dei lavori di “MAST Photography Grant on Industry and Work”, concorso fotografico su industria e lavoro dedicato ai talenti emergenti, presenta le opere dei cinque finalisti della sesta edizione: Chloe Dewe Mathews, Alinka Echeverría, Maxime Guyon, Aapo Huhta e Pablo López Luz. Questi giovani fotografi sono stati selezionati tra quarantasette candidati provenienti da tutto il mondo e hanno sviluppato un progetto originale e inedito per la Fondazione MAST. I cinque i progetti affrontano temi di grande attualità: i danni ambientali causati dall’agricoltura intensiva, il ruolo della donna tra presente e passato nel campo dell’industria cinematografica e dell’informatica, il fascino della tecnologia e del design del prodotto industriale, l’impatto dell’Intelligenza Artificiale sui modi di vita tradizionali e l’omologazione indotta dall’industria globale della moda.
Inventions
La mostra “Inventions” propone un’ampia selezione di fotografie prodotte tra le due Guerre mondiali che uniscono tecnologia e arte. Tutte le immagini provengono dall’ Archive of Modern Conflict (Londra) e dagli Archives nationales di Francia. Queste numerose invenzioni vengono realizzate e fotografate in Francia tra le due Guerre mondiali presso l’Office des inventions su iniziativa di Jules-Louis Breton, a capo del Sous-secrétariat d’État aux inventions. Breton, inventore a sua volta, voleva promuovere la ricerca scientifica e industriale, accelerando i processi e garantendo la rapida trasformazione di un’idea in un oggetto o in una macchina di pronto utilizzo. La mostra rappresenta la molteplicità delle invenzioni presenti nell’archivio di Breton, che vanno dagli oggetti usati per sopravvivere in tempi di crisi ai dispositivi per godere di una migliore qualità della vita in periodo di pace…
Continua a leggere


Sebastiano Sofia. Scordìa
Dove: Menhir Arte contemporanea, Milano
Quando: 8 ottobre 2020 – 8 dicembre 2020
Menhir Arte Contemporanea è lieta di presentare la mostra personale di Sebastiano Sofia. “SCORDÌA”, paese siculo in provincia di Catania è il luogo dove l’artista fonda le sue radici, dove si reca a “nascondersi” con l’obbiettivo di ritrovare quell’autentica genuinità primordiale; il paesaggio viene guardato non solo con gli occhi ma con tutto il corpo cercando di respiralo. Questo esercizio ha portato alla creazione della mostra. Secondo l’artista l’esistenza è generata da un desiderio, da un’ambizione. Cacciare, accoppiarsi, nutrirsi, sono bisogni naturali e primordiali. Accettare la semplicità di queste azioni crea e muta il fare umano…
Continua a leggere


Marco Craig.– Witness 1:1
Dove: VisionQuest 4rosso, Genova
Quando: 8 ottobre 2020 – 5 dicembre 2020
Giovedì 8 ottobre 2020 dalle 18:00 la VisionQuesT è lieta di iniziare la nuova stagione con la presentazione di WITNESS 1:1 di Marco Craig.
La mostra è una collaborazione con STILL Fotografia di Milano e si inserisce nel circuito START, la notte bianca dell’arte contemporanea a Genova. Un occasione diffusa per scoprire nuove prospettive sul contemporaneo navigando tra le gallerie che animano la scena artistica genovese.
Il progetto “Witness” di Marco Craig con un work-in-progress costruisce una sorta di campionario oggetti, cimeli, per nulla feticista, che tendente alla valorizzazione simbolica di uno story-telling contemporaneo, ci accompagna nel cuoe di eventi sportivi storici.
Le fotografie di Craig sono il risultato di una meticolosa indagine che seleziona un elenco di eventi sportivi storici e che mette al centro di ogni immagine gli oggetti e gli indumenti immortali e iconici utilizzati dagli atleti. Inseriti in buste sottovuoto e accompagnati da un’etichetta che racconta la peculiarità dell’evento vissuto, sono tutti stampati in scala 1:1 in una logica di corrispondenza con l’oggetto ripreso…
Continua a leggere


Vincenzo Satta. La pittura come sublime lumnosità. 1970-1979
Dove: 10 A.M. ART, Milano
Quando: 8 ottobre 2020 – 4 dicembre 2020
La pittura come sublime luminosità. 1970-1979 ripercorre le sperimentazioni di Vincenzo Satta attorno alle forme geometriche e al valore fondante della luce. Curata da Claudio Cerritelli, l’esposizione è visitabile dall’8 ottobre al 4 dicembre 2020 alla galleria 10 A.M. ART di Milano.
L’idea che dopotutto il mondo sia una cosa semplice a volte ci accarezza. Forma, luce, colore. Pensando in questi termini, tutto quello che ci circonda si riduce alla combinazione di questi elementi. Da qui nascono soluzioni piuttosto complesse, che inevitabilmente ci conducono lontano dall’essenza delle strutture minime, di cui anche le più sfaccettate espressioni pur si compongono.
Potremmo allora intendere l’opera di Vincenzo Satta (Nuoro, 1937) come un setaccio dell’esistente, che libera le forme dall’ingombro dell’eccesso e ne denuda l’essenziale. Le sue sperimentazioni geometriche sono il nettare geometrico del mondo, tornato al suo embrionale stato intriso di sola semplicità. Queste sono oggi raccolte in mostra dalla galleria 10 A.M. ART, che presenta La pittura come sublime luminosità. 1970-1979, dall’8 ottobre al 4 dicembre 2020…
Continua a leggere


Fittile
Dove: Francesco Pantaleone Arte contemporanea, Palermo
Quando: 8 ottobre 2020 – 28 novembre 2020
Fittile apre una sottile riflessione sulla ceramica partendo dalla plasticità della “materia”, osserva la sua capacità di adattamento, di espressione e di relazione con l’artista e l’ambiente. Osserva un medium tanto versatile da attraversare il tempo riuscendo sempre a mantenere coerenza con la sua specifica natura.
Rispettiamo le regole di distanziamento sociale e adottiamo precauzioni per la salute e la sicurezza.
Ai visitatori verrà chiesto di indossare una mascherina…
Continua a leggere


Michael Beutler. Keep beating below 65°
Dove: Pinksummer Contemporary Art – Palazzo Ducale, Genova
Quando: 13 ottobre 2020 – 28 novembre 2020
Abbiamo deciso di lasciare sospese le domande stimolate dalla lettura della corrispondenza e-mail con Michael Beutler. Michael Beutler se lo vorrà ci risponderà a mostra aperta.
Michael Beutler: L’estate è molto calda. Sto fondendo lontano dal mio studio. Non ho deciso ancora niente circa il tema della mostra. Vorrei proprio fare una grande installazione. Così non sarà una mostra di frammenti come la scorsa volta, ma un’installazione che dialoghi con l’architettura in qualche modo. In questi giorni fantastico di grandi volumi e immagino di produrre una specie di polistirolo fatto di palle di carta.
È un po’ collegato a un lavoro che avevo previsto di fare per una personale a Ludwigshafen al Wilhelm Hack Museum. Ludwigshafen è la città della BASF dove tra tanta plastica producono anche polistirolo.
Immagino un grande volume che assomigli un po’ a una roccia artificiale.
L’unico problema, ma è anche la parte bella del lavoro, è il suo volume gigante… Potrebbe essere problematico per il trasporto e per le vostre porte piccole e ovviamente anche per il magazzino. Sto anche valutando alternative, una soluzione dal volume meno ingombrante per l’installazione nella vostra galleria. Ma questa volta lì vorrei proprio un lavoro grande…
Continua a leggere


Rosita D’Agrosa. Luoghi del Procedere
Dove: Galleria Cartavetra, Firenze
Quando: 13 ottobre 2020 – 21 novembre 2020
La Galleria Cartavetra ospita “Luoghi del Procedere”, personale di Rosita D’Agrosa. Giovane artista, classe 1989, originaria della provincia Salerno che vive e lavora a Firenze. Nel 2009 si trasferisce in Spagna per frequentare il corso di pittura murale all’Università di Lleida. Consegue nel 2012 il diploma di laurea quadriennale in pittura e nel 2015 conclude il biennio in Arti visive e Nuovi Linguaggi Espressivi all’Accademia di Belle Arti di Firenze. Nel 2014, sempre a Firenze, frequenta il corso annuale di specializzazione in grafica e stampa d’arte presso la Fondazione Il Bisonte, scuola internazionale d’arte grafica. Luoghi del procedere comprende circa venti dei più recenti lavori di D’Agrosa, tra cui gli ultimi still life in dialogo con le sue colazioni sull’erba, piccoli oggetti, che divengono i luoghi della memoria emotiva dell’artista. Artista che ci invita a stringere una connessione tra gli oggetti e i soggetti dell’arte, in un percorso espositivo che si delinea attraverso più serie differenti tra loro…
Continua a leggere


La Musée 2
Dove: Studio la Città, Verona
Quando: 13 ottobre 2020 – 21 novembre 2020
Studio la Città apre ad ottobre la nuova stagione espositiva con la mostra: La Musée 2 – una collettiva curata da Azad Asifovich e realizzata in collaborazione con Galerie Italienne di Parigi – che riunisce quattordici artiste donne di fama internazionale e che si arricchisce di nuove opere per la propria tappa italiana.
L’intento a lungo termine di questa mostra, è infatti quello di diventare una rassegna itinerante, da proporre in un tour che toccherà diverse location, incrementando di volta in volta la proposta espositiva pur mantenendo intatto il proprio obiettivo.
La mostra si propone di ribaltare una condizione che accomuna la maggior parte delle collezioni museali, composte per l’80% da artisti uomini e per il solo 20% da artiste donne. Qui la oporzione risulta volutamente invertita, nell’intento di scardinare l’attuale sistema dell’arte e della cultura in cui i valori e i modelli artistici tradizionali sono attribuiti agli uomini…
Continua a leggere


Giuseppe Mirigliano. 1420,405 MHz
Dove: Prisma Studio, Genova
Quando: 8 ottobre 2020 – 21 novembre 2020
Giovedì 8 Ottobre nell’ambito di STARTGenova, inaugura presso PRISMA Studio 1420,405 MHz mostra di Giuseppe Mirigliano a cura di Anna Daneri. 1420,405 MHz intende interrogare alcune delle questioni cruciali della nostra contemporaneità a partire da un’indagine stratificata sul mezzo pittorico.
Giuseppe Mirigliano 1420,405 MHz a cura di Anna Daneri Prisma Studio, 9 ottobre – 21 novembre, 2020 da Mercoledì a Sabato dalle 16.00/19.00 o su appuntamento Poi iniziando a osservare una delle lune, iniziava a individuare sulla sua superficie ombre, rilievi, disegni, paesaggi, donne e animali, fino a riflettere una sua immagine, o qualche aspetto di lui, giacché noi siamo un agglomerato complesso di tanti elementi, anche contrastanti, spesso da noi stessi non conosciuti (…) eppure le lune sono specchi, capaci di evidenziare parti di noi isolate, ingrandite, qualche volta deformate. (testimonianza di Emilio, dal video 1420,405 MHz, 2020) Giovedì 8 Ottobre dalle 18.00 nell’ambito della manifestazione corale START Genova, inaugura presso PRISMA Studio 1420,405 MHz mostra di Giuseppe Mirigliano a cura di Anna Daneri…
Continua a leggere


Tralfamadore
Dove: The Flat – Massimo Carasi, Milano
Quando: 8 ottobre 2020 – 21 novembre 2020
Tralfamadore è il nome del pianeta immaginato dallo scrittore di science-fiction Kurt Vonnegut e vastamente descritto in molti dei suoi romanzi, tra i quali il più acclamato è “Mattatoio n. 5”. Distante dalla terra miliardi di anni luce e munito di un’atmosfera letale per l’uomo, il corpo celeste è abitato da creature aliene che credono in una concezione circolare del tempo: cioè passato, presente e futuro esistono contemporaneamente. I Tralfamadoriani quindi hanno la possibilità di sperimentare la realtà in quattro dimensioni e sono in grado di vedere lungo la linea temporale dell’Universo. Nella teoria della relatività, la quarta dimensione è riferita al tempo, componente che costituisce lo spazio-tempo quadridimensionale unificato in cui occorrono ed esistono tutti gli eventi del nostro universo. Nel 1827 Möbius notò che l’esistenza di una quarta dimensione avrebbe permesso la trasformazione di un corpo tridimensionale nella sua immagine speculare attraverso una rotazione nella quarta dimensione…
Continua a leggere


Laura Omacini / Oscar Rojas Contreras
Dove: Crag Gallery, Torino
Quando: 8 ottobre 2020 – 21 novembre 2020
CRAG Gallery è lieta di presentare con doppia inaugurazione i lavori dei due giovani artisti, Laura Omacini e Oscar Rojas Contreras, nelle mostre personali che si terranno dall’8 ottobre al 22 novembre 2020.
Le due mostre, organizzate rispettivamente nella sede di via Giolitti 51 e nella Home Gallery di via Maria Vittoria 45 a Torino, sono la proposta più recente della ricerca che CRAG fa da quattro anni intorno alla giovane pittura italiana. In questo caso sono esposte circa trenta opere dei due pittori che si sono formati entrambi all’Accademia di Belle Arti di Venezia. E’ interessante notare come per i due artisti sia differente la visione del paesaggio: Laura Omacini è concentrata su una raffigurazione intima, ci narra il reale che la circonda e ci porta verso orizzonti lontani, quasi alla meditazione. Oscar Rojas Contreras si stacca dall’orizzonte per abbandonarsi in una dimensione spesso celestiale. La presenza umana è assente dalla raffigurazione di Laura Omacini e qualche volta solo suggerita nel lavoro di Oscar Rojas Contreras.
..
Continua a leggere


Nina Staehli. Nina & the Big Head
Dove: Etherea Art Gallery, Genova
Quando: 8 ottobre 2020 – 21 novembre 2020
Etherea Art Gallery riprende l’attività espositiva e lo fa in occasione della ripartenza di START, la notte bianca delle gallerie genovesi, giovedì 8 ottobre dalle 18.00 alle 23.00. Ad aprire la stagione 2020/2021 di Etherea Art Gallery sarà l’artista svizzera Nina Staehli con la mostra Nina & the Big Heads, a cura di Virginia Monteverde con la presentazione critica di Stefan Kaiser. La mostra, che rimarrà aperta fino al 21 novembre, prevede la proiezione in loop di una selezione di video, per tutta la durata dell’esposizione, e una programmazione di altri sette film, alcuni inediti, in visione ogni sabato a partire da sabato 17 ottobre. Stefan Kaiser nel suo testo critico scrive “Ne rimaniamo subito attratti: che stiano lì seduti, in piedi o un po’ goffi vadano in giro per il mondo, Yoshi, Moshi e tutte le altre Big Heads con quelle loro teste troppo grandi conferiscono ai film di Nina Staehli un carattere molto particolare e una forte identità. Essi sorprendono lo spettatore con azioni insolite, che nell’universo di queste produzioni sviluppano una propria logica e producono un vortice a cui, come un bambino alla curiosità, ci si sottrae a fatica. Che accadrà adesso? In che relazione stanno tra loro i vari elementi? Come finirà il film? Siamo catturati dallo strampalato comportamento di questi personaggi, i quali però a un certo punto si fermano e, come smarriti nel nulla, guardano dall’esterno lo strano ambiente in cui si trovano. Il loro sguardo osservatore sgorga da due buchi di un nero profondo e ciò verso cui si dirige è per noi poco riconoscibile quanto quello che anima l’interno di queste teste scolpite…
Continua a leggere


Domenico Olivero. Non esistono errori
Dove: Sedi varie, Cuneo
Quando: 8 ottobre 2020 – 15 novembre 2020
La Biblioteca Civica di Cuneo è lieta di ospitare il progetto espositivo “Non esistono errori” con le recenti opere pittoriche dell’artista Domenico Olivero.
La mostra si muove sulle tracce della poetica di Charles Bukowski, di cui quest’anno ricorre il centenario della nascita.
Accumunano l’artista e lo scrittore l’approccio innovativo nel cambiare registro alla tradizione, non più una visione enfatica ed estetica ma una percezione vitale e autentica, con tutte le conseguenze e complessità.
L’autore americano è stato artefice di una scrittura sincera e senza freno, libera dalla “buona educazione”, così è la serie di opere pittoriche realizzate dall’artista che vengono presentate in questa occasione…
Continua a leggere


Rosa rosae
Dove: Capoverso arte contemporanea, Genova
Quando: 8 ottobre 2020 – 8 novembre 2020
Giovedì 8 ottobre, a partire dalle ore 18.00, 21 gallerie per 21 inaugurazioni, torna START e si riaccende il centro storico e culturale di Genova.
Un’occasione diffusa per scoprire nuove prospettive sul contemporaneo navigando tra le gallerie che animano la scena artistica genovese.
Dopo un lustro di assenza, START restituisce il circuito dell’arte contemporanea al suo pubblico, illuminando la costellazione delle gallerie genovesi.
Non è casuale che questo accada in un anno così complesso: la necessità di entusiasmo, novità e soprattutto il punto di vista privilegiato che l’arte può offrire nell’osservare il presente sono le ragioni e i motori che hanno mosso i galleristi genovesi a unirsi nuovamente nel 2020. START sarà dunque una serata di nuovi incontri (in completa sicurezza) e l’ occasione per avvicinarci a futuri scenari…
Continua a leggere


10 Più Uno
Dove: Galleria Guidi, Genova
Quando: 8 ottobre 2020 – 8 novembre 2020
Giovedì 8 ottobre, a partire dalle ore 18.00, 21 gallerie per 21 inaugurazioni, torna START e si riaccende il centro storico e culturale di Genova.
Un’occasione diffusa per scoprire nuove prospettive sul contemporaneo navigando tra le gallerie che animano la scena artistica genovese.
Dopo un lustro di assenza, START restituisce il circuito dell’arte contemporanea al suo pubblico, illuminando la costellazione delle gallerie genovesi.
Non è casuale che questo accada in un anno così complesso: la necessità di entusiasmo, novità e soprattutto il punto di vista privilegiato che l’arte può offrire nell’osservare il presente sono le ragioni e i motori che hanno mosso i galleristi genovesi a unirsi nuovamente nel 2020. START sarà dunque una serata di nuovi incontri (in completa sicurezza) e l’ occasione per avvicinarci a futuri scenari…
Continua a leggere


Alessandro Lupi. Linee
Dove: Galleria Guidi & Schoen, Genova
Quando: 8 ottobre 2020 – 7 novembre 2020
L’artista genovese, residente a Berlino da più di 10 anni, torna ad esporre nella sua città con una serie di site-specific che dialogano con lo spazio attraverso i tre piani della galleria. Opere eterogenee che trovano una “linea” che riflette sula capacita di creare illusioni, cortocircuiti cognitivi e riflessioni sulla percezione della realtà. In un mondo sempre più dominato dalla virtualità, nel quale le esperienze diventano superficiali, effimere, a bassa definizione, il lavorare con lo spazio e la materia diventa un aspetto importante per comprendere che nella realtà si nascondono gli stimoli per creare un fitness dell’immaginazione più ampio e soggettivo…
Continua a leggere


Giuseppe Veneziano. Mr. Quarantine
Dove: Fabbrica Eos, Milano
Quando: 8 ottobre 2020 – 7 novembre 2020
Fabbrica Eos è lieta di presentare Mr. Quarantine, la mostra personale di Giuseppe Veneziano con le opere realizzate durante il lockdown, un periodo di pneumatica sospensione delle abitudini quotidiane in cui l’artista ha cercato di interpretare, a metà tra esperienza individuale e vissuto collettivo, ansie e paure ai tempi della quarantena.
Le tele, gli acquarelli e i disegni esposti documentano un processo di comprensione ed elaborazione degli eventi che hanno mutato, forse per sempre, il nostro modo di vivere la socialità. Attraverso le sue opere, infatti, Veneziano ha sviluppato gli anticorpi creativi alla reclusione collettiva e al distanziamento sociale ispirandosi al mondo dei supereroi e all’iconografia classica del Rinascimento, per capire a fondo il senso di un cambiamento epocale che ci obbliga a rileggere non solo il passato, ma anche il futuro della Storia dell’arte…
Continua a leggere


Carlo Gajani (1929-2009)
Dove: Centro studi didattica delle Arti, Bologna
Quando: 8 ottobre 2020 – 6 novembre 2020
A dieci anni dalla morte di Carlo Gajani, arriva – dall’8 ottobre al 6 novembre 2020 – a Bologna una grande retrospettiva dell’artista a cura di Renato Barilli (coadiuvato da Piero Casadei e Luca Monaco per la fotografia e Giuseppe Virelli per la pittura) negli spazi del Centro Studi della Didattica delle Arti di Via Cartoleria 9.
La mostra è promossa dalla Fondazione Carlo Gajani presieduta da Angela Zanotti Gajani e dal Liceo artistico Francesco Arcangeli di Bologna.
La mostra ripercorre l’intera carriera di Gajani attraverso una vasta selezione di opere che copre un arco temporale di oltre quarant’anni diviso in tre sezioni principali. La prima e la seconda sono dedicate rispettivamente all’incisione e alla pittura e vanno dagli anni Sessanta agli anni Settanta del secolo scorso, con un percorso che pone sotto la lente d’ingrandimento il passaggio dell’artista dalla prima fase Informale a quella propriamente Pop, per concludersi con un ultimo periodo caratterizzato dalla sperimentazione di una sorta di pittura “neo-divisionista”…
Continua a leggere


Anticorpi
Dove: Lazzaro Galleria d’Arte Contemporanea, Genova
Quando: 8 ottobre 2020 – 3 novembre 2020
Quando nel nostro organismo si verifica un attacco virale, il sistema immunitario genera una risposta immediata, scatenando una reazione difensiva contro quegli agenti invasivi riconosciuti come estranei. Gli anticorpi hanno la funzione di legare le sostanze potenzialmente dannose, contribuendo alla loro neutralizzazione. La forza di legame consente di tenere aggregate le parti coinvolte nella difesa immunitaria, attivando la cooperazione cellulare per coordinare simultaneamente più input e risposte.
Uno dei compiti più importanti è affidato ad una serie di cellule, dette cellule di memoria che successivamente al riconoscimento e alla resistenza, immagazzinano l’informazione in una sorta di data base che servirà per salvaguardarsi in futuro.
In questo tempo così strano e sospeso abbiamo sperimentato come la coesione nei comportamenti e nelle strategie di difesa abbia contribuito ad indebolire l’attacco di un virus micidiale come il Covid-19. Ci stiamo comportando come le cellule cooperanti che lavorano nel nostro sistema immunitario. Il senso di unione e collaborazione che recepiamo dallo studio del nostro infinitamente piccolo, è un valore che emerge come urgenza anche nel mondo dell’arte e spinge ad una condivisione degli intenti e degli obiettivi…
Continua a leggere


Lockdown Italia visto dalla Stampa Estera
Dove: Musei Capitolini, Roma
Quando: 8 ottobre 2020 – 1 novembre 2020
Prende il via giovedì 8 ottobre nelle Sale terrene del Palazzo dei Conservatori, la mostra fotografica “LOCKDOWN ITALIA visto dalla Stampa Estera” a cura dell’Associazione della Stampa Estera in Italia.
La mostra è un tributo a un Paese duramente colpito ma che ha dato l’esempio al resto del mondo: un viaggio per immagini che cattura non solo la situazione drammatica negli ospedali e nelle zone rosse, ma anche la sua resilienza, le città deserte, la solidarietà, la vita sui balconi e la lenta ripresa verso quella che è diventata la nuova normalità.
“La mostra promossa dall’Associazione della Stampa Estera in Italia, e che Roma Capitale affianca e sostiene, propone un percorso fotografico dal forte impatto emotivo relativo ai mesi del lockdown. I fotografi protagonisti di questa esposizione sono stati al tempo stesso corrispondenti delle diverse testate internazionali, ma anche cittadini che hanno compreso e condiviso con gli italiani i sentimenti di dolore e angoscia e la difficoltà che si stava vivendo. Le foto, oltre a documentare una pagina della nostra storia attraverso l’immediata forza comunicativa delle immagini, saranno un contributo prezioso per custodire la memoria di una tragedia che ha sconvolto la nostra esistenza” afferma la Sindaca di Roma Virginia Raggi…
Continua a leggere


Seven by seven
Dove: Murate Art District, Firenze
Quando: 20 ottobre 2020 – 31 ottobre 2020
Evento speciale di punta di questa edizione di Middle East Now festival è la mostra “7X7 SEVEN BY SEVEN. Transcultural Narratives from the Middle East and North Africa”, progetto originale prodotto da Middle East Now Festival, ideato e curato da Roï Saade e co-prodotto da Murate Art District.
Protagoniste le opere di 7 giovani talentuosi fotografi mediorientali – Myriam Boulos, Sina Shiri, Abdo Shanan, Amir Hazim, Reem Falaknaz, Erdem Varol, Mouad Abillat – riuniti per fornire una personale prospettiva visiva della loro città – Beirut, Tehran, Algieri, Baghdad, Dubai, Istanbul, Marrakesh – in un giorno specifico della settimana.
Il risultato, SEVEN BY SEVEN, è una voce e una visione collettiva, e al tempo stesso un insieme di punti di vista personali e fortemente originali sulla vita delle persone in Medioriente, una narrazione visiva alternativa alla rappresentazione mediatica di queste città, molto spesso negativa e legata ai fatti della cronaca e della geopolitica.
“In quest’epoca di rivoluzioni, disordini, esclusione e individualismo, la fotografia può svolgere un ruolo fondamentale nel costruire ponti tra le comunità del Medio Oriente e del Nord Africa. L’obiettivo di questo progetto è esplorare le differenze e le somiglianze trovate in ogni città e celebrare la loro diversità e complessità”
Roï Saade
Come parte integrante del progetto il curatore ha ideato, in esclusiva per il festival, 7 newspapers che si potranno sfogliare in mostra: 7 quotidiani nelle cui pagine si sviluppa il racconto per immagini di ogni giorno di una ipotetica settimana in Medio Oriente…
Continua a leggere


Shoko Okumura. Finestre di Luce nei Boschi
Dove: Manifiesto Blanco, Milano
Quando: 20 ottobre 2020 – 31 ottobre 2020
Luce e tenebra si escludono, si oppongono e si contrappongono da sempre nelle narrazioni mitiche, religiose e filosofiche, come due forze o principi in lotta: da questa dicotomia sono nate numerose similitudini, metafore e simboli che inducono l’uomo a riflettere su sé stesso e sull’altro da sé, ovvero sul mondo.
La luce: un aprirsi del mondo, nato dal caos (che vuol dire anche tenebra) per giungere al cosmo, alla chiarezza, a quell’ordine e quella armonia che è anche chiarezza della e nella mente che lo concepisce.
Ma l’essere umano non può sopportare troppa luce, e troppo a lungo, senza accecarsi: lo spiegò molto bene Platone nel mito della caverna, e poi molti altri dopo di lui.
Dunque l’esistere dell’uomo, il suo balzare fuori dalle tenebre verso la luce, al momento della nascita, è spesso accompagnato dal pianto: la disperazione per qualcosa di irrimediabilmente perduto per sempre…
Continua a leggere


Marco Angelini / Piotr Hanzelewicz. Lucean
Dove: Galleria Borghini Arte Contemporanea, Roma
Quando: 20 ottobre 2020 – 31 ottobre 2020
Gli astri, Sole e Luna, sono i protagonisti della doppia personale LUCEAN, che Borghini Arte Contemporanea inaugura giovedì’ 8 ottobre, degli artisti Marco Angelini e Piotr Hanzelewicz, a cura di Giusy Emiliano. La mostra ha come spunto di riflessione il ruolo dell’uomo nell’universo a partire dalla teoria eliocentrica. Il centro dell’universo è dunque il Sole, la stella madre, non solo fonte di luce, ma anche di energia che l’uomo cerca di raccogliere e sfruttare a suo vantaggio. Le opere di Marco Angelini si concentrano su questo aspetto e sul modo in cui la tecnologia ha cambiato il nostro rapporto con il Sole: prima l’uomo riceveva passivamente i benefici della luce solare, ora si tenta di catturarla, imbrigliarla e riutilizzarla. L’artista guida l’osservatore in questa narrazione non solo con l’illuminazione interna delle opere, ma anche attraverso i materiali utilizzati che rappresentano la sua cifra stilistica. Secondo un processo creativo fisico e mentale, la materia e gli oggetti si trasformano per mostrare una realtà altra. Superano la funzione per cui sono nati mutando profondamente significato…
Continua a leggere


Alessandra Maxaculi. Secretum
Dove: Micro Arti Visive, Roma
Quando: 20 ottobre 2020 – 31 ottobre 2020
I lavori dell’italo-greca Alessandra Maxaculi , saranno visibili con una modalità originale attraverso un progetto di più ampio respiro curato da Paola Valori, dal titolo “Talent Exchange”. Non sarà una semplice esposizione, bensì un ciclo di mostre che, nella sala più grande degli spazi di Micro, vedrà alternarsi tre percorsi ognuno per un mese, fino a dicembre. Si inizia l’8 ottobre con “Secretum” una serie di opere a incisione.
I monocromi di Alessanda Maxaculi compongono un mosaico suggestivo di disegni, schizzi e incisioni. È una ricca produzione di opere, che ricalcando lo stile dei bulini, delle chine e delle incisioni rinascimentali, pensiamo a Durer, in alcuni casi, si raccoglie in realtà intorno a due colori, il bianco e il nero. Attraverso la miscela resa in modo suggestivo, di queste due sfumature, l’artista traduce un mondo parallelo che ha saputo sapientemente costruire con forme sfuggenti e trame imprecise…
Continua a leggere


Carmelo Macri. Humans. A way of life
Dove: AntiGallery, Roma
Quando: 8 ottobre 2020 – 28 ottobre 2020
La serie di fotografie in mostra in questo undicesimo appuntamento della rassegna FotograficaMONTI porta la firma di Carmelo Macri (Taranto, 1979) ed è radunata sotto il titolo di Humans. A way of life. Se ne comprende subito il senso, che parte dai tanti viaggi dell’autore in giro per il mondo; ma, come scrive la curatrice, Barbara Martusciello, Macri<<nelle sue esplorazioni non dimentica mai di portare e di usare la macchina fotografica e da più di quindici anni le due passioni – il viaggio e la Fotografia – sono strettamente legate. Quindi: Carmelo Macri è un viaggiatore e un fotografo.
Qual è il suo tipo di sguardo?
Come operator è alla continua ricerca dell'altro da sé: è stato in circa ottanta Paesi del mondo sempre cercando di scoprire realtà apparentemente lontane da lui, straniere, meno globalizzate, con un desiderio di conoscenza da portare avanti proprio tramite il suo girovagare e la sosta fotografica. Sì, la sosta: infatti, la sua è una pratica lenta, nel senso che vuole il suo tempo per riuscire a non fermarsi sulla soglia di quanto è osservabile; ma poi lo scatto è istantaneo, ha una sua istintività, è a tu per tu con i soggetti immortalati, sempre allontanando qualsiasi atto predatorio dell'obiettivo…
Continua a leggere


Walk-In Studio. Festival degli spazi e studi d’artista
Dove: Sedi varie, Milano
Quando: 20 ottobre 2020 – 24 ottobre 2020
Dal 20 al 24 ottobre 2020 è in programma la seconda edizione di Walk-In Studio, manifestazione che chiama gli artisti attivi nella città di Milano ad aprire i loro studi e spazi di sperimentazione per organizzare mostre ed eventi che coinvolgano altri autori, attivando così un circuito di scambio e di stimoli comuni e condivisi.
Walk-In Studio sarà aperto al pubblico progressivamente e gratuitamente nell’arco di cinque giorni, per i quali è stabilito e diffuso un programma secondo un principio di prossimità geografica.
Gli eventi di Walk-In Studio si svolgeranno nel corso dell’intera giornata per ognuno dei cinque giorni del festival. Il numero degli eventi sarà bilanciato in modo che questi siano il più accessibili possibile, sia come quantità che come distanze tra diverse locations.
Walk-In Studio metterà in campo anche il talento dei giovani fotografi che stanno studiando all’Accademia di Belle Arti di Brera, il cui occhio restituirà immagini da tutte le mostre e gli eventi, giorno per giorno sul sito web dedicato alla manifestazione…
Continua a leggere


Le ARTEfici del Mondo
Dove: Palazzo Sacrati Crema, Ferrara
Quando: 20 ottobre 2020 – 16 ottobre 2020
La mostra Le ARTEfici del Mondo si apre con unalettura esplorativa emozionale e stilistica per conoscere-riconoscere, mettere in luce e studiare le contraddistinte valenze linguistiche dell’arte di Giovanna Basile, Tiziana Be, Ada Nori, Barbara Ceciliato, Candida Ferrari, Flavia Franceschini, Marinella Galletti, Rosanna Giani, Laura Govoni, Cristina Gualmini, Lari Guidi, Lucia Bubilda Nanni, Teresa Noto, Laura Pellizzari, Federica Poletti, Sima Shafti, Ketty Tagliatti.
Le artiste invitate sono rappresentanti dell’attuale panorama artistico “in divenire”. Protagoniste di ricerche accoglibili come il superamento stesso dei linguaggi dell’arte storicizzati, e “artefici” di tecniche risolte in invenzioni nell’ambito della fotografia, della pittura, scultura e installazione, in opere dagli esiti visivi e formali in cui originalità, bellezza e nucleo denotativo si fondono.
Una doppia rassegna e lettura espositiva; due eventi collegati tra loro…
Continua a leggere


Stefano Sesti / Stefania Floridi
Dove: Il Laboratorio, Roma
Quando: 20 ottobre 2020 – 11 ottobre 2020
Lo spazio espositivo “Il Laboratorio” in Trastevere, a Roma, inaugura il prossimo 6 ottobre una mostra bi personale di pittura che vede protagonisti i due artisti romani Stefano Sesti e Stefania Floridi. Una mostra di opere dalle sfumature e dai caratteri distinti che evidenzia le innumerevoli varianti espressive della tecnica pittorica, che dall’espressionismo astratto di Stefano Sesti conducono, in un percorso espositivo acceso e colorato, alla figurazione naturalistica della Floridi. I due stilemi, i due linguaggi e le singole personalità degli artisti sono contemporanei al nostro sentire, alla nostra quotidiana esistenza, e se da un lato indagano il sentimento e il senso di inadeguatezza dell’uomo nella società, dall’altro recuperano il significato autentico del vivere quotidiano puntando l’obiettivo su oggetti comuni resi protagonisti assoluti di uno spazio compositivo ben equilibrato…
Continua a leggere


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.