News dal Blog

Calendario Mostre [15/10/2020]

Out-of-blog Barbara Picci

Cosa troverete: Enzo Mari @ Triennale, Milano; Giambattista Piranesi @ Palazzo Poli, Roma; Giulio Paolini @ Castello di Rivoli, Rivoli; Vasco Bendini @ La Galleria Nazionale, Roma; Rä di Martino @ Galleria Monica De Cardenas, Milano; Phanos Kyriacou @ Museo Macro, Roma; Willy Verginer @ Studio d’Arte Raffaelli, Trento; Piotr Uklański @ Galleria Massimo De Carlo, Milano; Claudia Andujar @ Triennale, Milano; Paolo Canevari @ DIP Contemporary Art, Lugano; Sultan bin Fahad @ Rhinoceros Gallery, Roma; Tarik Berber @ Galleria Previtali, Milano; Adolfo Farsari @ Istituto Giapponese di Cultura, Roma; Giacomo Mafrici @ Spazio MUSA, Torino; Petr Davydtchenko @ Spazio Rivoluzione, Palermo; Johan Creten @ Villa Medici, Roma; Velasco Vitali @ Assab One, Milano; Gennaro Regina @ Palazzo Copernico Repubblica, Roma; Progressive Street @ Gli eroici furori, Milano; Maho Sato @ Galleria Chiasso Perduto, Firenze; Massimo Siragusa @ Museo di Roma in Trastevere, Roma; Leonardo Mosso @ Noire Gallery, Torino; Anna Spagna @ Almach Art Gallery, Milano; Andrea Kvas @ Fondazione smART, Roma; Mario Lisi @ Spazio per le Arti Contemporanee del Broletto, Pavia; Marina Tana @ Galleria al 142, Milano; Angelo Zanella e Carlo Pasini @ Lamari Creative Shopping, Milano; “The Performer” @ Millepiani, Roma; “Ore sospese. Un diario italiano” @ Podbielski Contemporary, Milano; “The Waiting Hall” @ A+B gallery, Brescia; “Openwork. Focus on painting” @ SenzaBagno, Pescara; “de_LIMITA: abitare in quarantena” @ Galleria Amy-d Arte Spazio, Milano; “Don’t make snap judgments: a new women’s position” @ Snaphotograph, Firenze


Enzo Mari
Dove: Triennale Milano – Palazzo dell’Arte, Milano
Quando: 17 ottobre 2020 – 18 aprile 2021
Enzo Mari Curated by Hans Ulrich Obrist examines over 60 years of activity of one of Italy’s greatest masters and theorists of design, with projects, models, drawings, thematic insights – with many previously unexhibited materials from the Enzo Mari Archive – and works by internationally renowned artists and designers
Credits
Curated by: Hans Ulrich Obrist with Francesca Giacomelli
Display design: Paolo Ulian
Artistic direction: Lorenza Baroncelli
Cover photo: Enzo Mari, La serie della natura, N.1: la mela, with Elio Mari, silkscreen printing on texilina, Danese Milano, 1961…
Continua a leggere


Don’t make snap judgments: a new women’s position
Dove: Snaphotograph, Firenze
Quando: 15 ottobre 2020 – 20 marzo 2021
A partire dal 15 Ottobre , presso la galleria Snaphotograph di Firenze sarà visibile la mostra “DON’T MAKE SNAP JUDGMENTS: a new women’s position”, l’esposizione curata da Luca Simonetti si propone di dare uno sguardo attraverso opere fotografiche, video installazioni e opere digitali e sculture , alla figura donna ritratta nelle varie estrazioni sociali-politiche e culturali.
Le opere esposte vanno dalla metà del secolo scorso fino ai giorni attuali, sotto forma di dialogo e analizzano in vari approcci il ruolo della donna nella società nei vari decenni che riflettono gli aspetti principali della percezione femminile della vita e della creatività. Il termine “donna” viene quindi utilizzato non in senso stretto, biologico o sessuale. Ciò che la mostra indaga è la donna nella sua proiezione sociale, culturale e politica, e il suo essere rappresentazione simbolica e filosofica di valori fondanti nelle diverse culture e regioni del mondo…
Continua a leggere


Willy Verginer. Rayuela
Dove: Studio d’Arte Raffaelli, Trento
Quando: 15 ottobre 2020 – 28 febbraio 2021
Odles, Steles, Paja, e Planadices: con queste quattro parole ladine, che indicano ciascuna un diverso stadio del legno, Willy Verginer descrive la materia con cui lavora, dando vita a narrazioni sul filo dell’assurdo.
Per “Rayuela”, la sua prima personale allo Studio d’Arte Raffaelli di Trento, l’artista gardenese presenta una nuova serie di lavori il cui tema ruota attorno al “gioco del mondo”, presente in tutte le culture e paradigma della vita stessa. A partire dall’omonimo libro cult di Julio Cortazar, il lavoro di Verginer si snoda attraverso un percorso scultoreo in cui protagonista principale è la materia lignea, lavorata con sapienza artigianale e dipinta secondo la densità simbolica del colore…
Continua a leggere


Andrea Kvas. Blac Ilid
Dove: Fondazione smART – polo per l’arte, Roma
Quando: 15 ottobre 2020 – 26 febbraio 2021
Fondazione smART – polo per l’arte presenta giovedì 15 ottobre il nuovo progetto espositivo Blac Ilid, la prima personale a Roma dell’artista Andrea Kvas a cura di Davide Ferri.
La pittura torna ad essere il linguaggio espressivo che popolerà gli spazi della Fondazione, ma l’approccio di Andrea Kvas è diverso rispetto ad altri artisti, come Federico Pietrella, Gabriele Picco e Valerio Nicolai, ospitati dalla Fondazione con proprie personali in anni passati…
Continua a leggere


Claudia Andujar. la lotta Yanomami
Dove: Triennale Milano – Palazzo dell’Arte, Milano
Quando: 15 ottobre 2020 – 7 febbraio 2021
La mostra Claudia Andujar, la lotta Yanomami inaugura la partnership della durata di otto anni tra Triennale Milano e Fondation Cartier pour l’art contemporain. L’esposizione è la più grande retrospettiva dedicata al lavoro e all’attivismo di Claudia Andujar, che ha trascorso oltre cinquant’anni a fotografare e proteggere gli Yanomami, uno dei più grandi gruppi indigeni del Brasile oggi minacciato dai cercatori d’oro illegali e dai rischi di contagio.
Frutto di molti anni di ricerca negli archivi della fotografa, l’esposizione, curata da Thyago Nogueira, Direttore del Dipartimento di fotografia contemporanea dell’Instituto Moreira Salles in Brasile, presenta l’opera di Claudia Andujar attraverso più di 300 fotografie in bianco e nero o a colori – tra cui numerosi inediti –, una installazione audiovisiva, documenti storici, nonché i disegni e un filmato realizzati dagli artisti yanomami…
Continua a leggere


Giulio Paolini. Le Chef-d’oeuvre inconnu
Dove: Castello di Rivoli, Rivoli
Quando: 15 ottobre 2020 – 31 gennaio 2021
l Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea organizza Giulio Paolini “Le Chef-d’oeuvre inconnu”. Curata da Marcella Beccaria e sviluppata a stretto contatto con l’artista, la mostra personale dedicata a Giulio Paolini (Genova, 1940) in occasione del suo ottantesimo compleanno, prende le mosse da Disegno geometrico, 1960, tra le opere più iconiche e importanti della storia dell’arte contemporanea, definito dall’artista come il suo “primo (e ultimo quadro)”. Presentando un percorso inedito che rilegge oltre sessant’anni di produzione artistica, la mostra include rare opere custodite dall’artista e nuovi lavori appositamente realizzati per il Castello. Le opere di Paolini sono come specchi attraverso i quali l’arte riflette su se stessa. “Fin dalle opere realizzate alla metà degli anni Sessanta – scrive Marcella Beccaria – l’artista rivolge la propria attenzione alle basi ideali e materiali del fare artistico, al luogo dell’atelier e all’occasione della mostra, quali condizioni attraverso le quali l’arte si realizza e si mette in scena…
Continua a leggere


Johan Creten. I peccati
Dove: Accademia di Francia, Villa Medici, Roma
Quando: 15 ottobre 2020 – 31 gennaio 2021
L’Accademia di Francia a Roma – Villa Medici è lieta di presentare la mostra I Peccati, di Johan Creten, a cura di Noëlle Tissier, dal 15 ottobre 2020 al 31 gennaio 2021.
La mostra è organizzata dall’Accademia di Francia a Roma – Villa Medici con il sostegno delle gallerie Perrotin e Almine Rech.
Precursore, inclassificabile e controcorrente, Johan Creten (nato nel 1963) è un artista che si è distinto nel panorama artistico internazionale degli ultimi anni in quanto figura forte, enigmatica e intrigante. Dotato di una visione estremamente attuale della nostra società, egli ha saputo ritagliarsi uno spazio specifico all’interno della scena internazionale della creazione contemporanea…
Continua a leggere


Piranesi Sognare. Il sogno impossibile
Dove: Istituto centrale per la grafica, Palazzo Poli, Roma
Quando: 15 ottobre 2020 – 31 gennaio 2021
Nell’anno 2020 ricorre il terzo centenario della nascita di Giambattista Piranesi (Venezia, 4 ottobre 1720), architetto, fondatore del moderno metodo scientifico di indagine archeologica, designer e imprenditore, noto soprattutto al grande pubblico come incisore tra i più grandi nella storia dell’arte grafica. Il rapporto privilegiato che l’Istituto centrale per la grafica ha con Piranesi, al quale ha dedicato un progetto di studio decennale, si deve principalmente al fatto che tutte le matrici calcografiche incise dall’artista veneziano e bottega in oltre trent’anni di attività sono conservate nella Calcoteca, della quale costituiscono uno dei nuclei più rappresentativi. Acquistato per volere di Papa Gregorio XVI dall’editore parigino Firmin Didot, nel dicembre del 1838, il Fondo di matrici Piranesi si compone di 1191 soggetti (964 autografi, altri incisi dal figlio Francesco o comunque entrati a far parte negli anni della Calcografia Piranesi). L’Istituto possiede, inoltre, l’intera raccolta delle stampe dell’artista conservate nelle collezioni della Calcografia; e alcune serie di particolare pregio sono presenti anche nelle collezioni del Gabinetto dei disegni e delle stampe dello stesso Istituto…
Continua a leggere


Gennaro Regina. Hic et Nunc
Dove: Palazzo Copernico Repubblica, Roma
Quando: 15 ottobre 2020 – 15 gennaio 2021
Tra i lavori esposti, l’Opera donata dall’Artista all’Istituto Nazionale Tumori IRCCS Fondazione G. Pascale di Napoli. Un Vesuvio che, idealmente, “spacca” il virus con un potente fulmine dalle marcate linee e dal colore rosso acceso che sottolineano la rivalsa dell’essere umano nei confronti di questo mostro invisibile. Pop artista convinto, Gennaro Regina ci manifesta in ogni quadro il suo stato d’animo, le sue emozioni più profonde…
Continua a leggere


Massimo Siragusa. Roma
Dove: Museo di Roma in Trastevere, Roma
Quando: 15 ottobre 2020 – 10 gennaio 2021
Attorno alla Roma celebrata dall’iconografia classica, alla città della grande bellezza dal fascino monumentale e un po’ decadente, con i suoi luoghi iconici invidiati dal mondo intero, sorge un’altra città. Nascosta e estranea ai flussi turistici. Un’area abitata e vissuta da oltre la metà dei cittadini romani. Una città caotica, spesso abusiva. Con i suoi cancelli, ringhiere, muri, alberi, reperti archeologici, auto, che si sovrappongono e si confondono in un caos visivo straordinario e unico…
Continua a leggere


Adolfo Farsari. Il fotografo italiano che ha ritratto il Giappone di fine ‘800
Dove: Istituto Giapponese di Cultura, Roma
Quando: 15 ottobre 2020 – 8 gennaio 2021
Le mirabolanti imprese di Adolfo Farsari, avventuriero e fotografo nel Giappone di fine ‘800, rivivono nelle 64 immagini della mostra, espressioni della fotografia in bianco e nero colorata a mano dopo la stampa, detta Yokohama Shashin. Ne esce il racconto struggente di un Giappone in lento e ineluttabile divenire, descritto nei topos estetici destinati a costituire l’immaginario occidentale in tema fino ai giorni nostri…
Continua a leggere


Mario Lisi. Less is more
Dove: Spazio per le Arti Contemporanee del Broletto, Pavia
Quando: 15 ottobre 2020 – 31 dicembre 2020
Si intitola Less is more la nuova personale del fotografo pavese Mario Lisi (classe 1962) e inaugura giovedì 15 ottobre nello Spazio per le Arti Contemporanee del Broletto di Pavia. Promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Pavia e aperta fino al 31 dicembre, la mostra presenta una trentina di “scatti al buio” dell’artista, una selezione di lavori rigorosamente in bianco e nero appartenenti alla Stripes Collection.
Less is more si ispira al principio – coniato dall’architetto tedesco Ludwig Mies van der Rohe – per cui il “di più” si ottiene creando e plasmando sul concetto di essenzialità, ed è proprio così che Mario Lisi ottiene il miglior risultato fotografico, il “di più” a cui ogni artista agogna…
Continua a leggere


Paolo Canevari. Landscape
Dove: DIP Contemporary Art, Lugano
Quando: 15 ottobre 2020 – 20 dicembre 2020
LANDSCAPES include alcuni tra gli ultimi lavori realizzati da Paolo Canevari, appartenenti alla serie Monuments of the Memory – Landscapes, 2020 e Stains, 2020. La serie di questi ultimi lavori si basa sull’uso di un materiale come punto di partenza per l’interpretazione dell’opera. Recuperando le pagine bianche iniziali e finali di vecchi libri, fogli e vecchie stampe e lasciandoci cadere o stendendo sopra dell’olio industriale combusto, utilizzato come un vero e proprio colore o inchiostro, l’artista crea per osmosi paesaggi collinari e suggestive visioni cosmiche, buchi neri e materie oscure. L’utilizzo di olio esausto, quintessenza dell’inquinamento, diventato per osmosi macchie o paesaggio, porta ad una riflessione sull’inquinamento in senso piu’ ampio. L’inquinamento della natura ma anche quello delle notizie e del pensiero. La macchia che lentamente copre la nostra vita e inquina il nostro quotidiano…
Continua a leggere


Ore sospese. Un diario italiano
Dove: Podbielski Contemporary, Milano
Quando: 15 ottobre 2020 – 19 dicembre 2020
Podbielski Contemporary propone un progetto espositivo, un omaggio intimo dedicato all’Italia. Tale progetto nasce dalla volontà di riunire sensibilità visive che, per quanto cronologicamente e geograficamente distanti, sono accomunate da un’indagine sugli spazi vuoti e sul tempo sospeso. Le opere in mostra costituiscono una summa di lavori incentrati sul paesaggio italiano, inteso come portatore di valori condivisi, vettore di storia e di memoria – una sorta di contraltare rispetto ai non-luoghi definiti dall’antropologo francese Marc Augé, per cui la vista delle rovine ci fa intuire l’esistenza di un tempo che non è quello di cui parlano i manuali di storia o che i restauri cercano di resuscitare. È un tempo puro, non databile, assente dal nostro mondo d’immagini, di simulacri e di ricostruzioni…
Continua a leggere


Sultan bin Fahad. Frequency
Dove: Rhinoceros Gallery, Roma
Quando: 16 ottobre 2020 – 10 dicembre 2020
Dal 16 ottobre al 10 dicembre rhinoceros gallery ospita Frequency, la prima personale dell’artista saudita Sultan bin Fahad a Roma.
Negli spazi espositivi di rhinoceros, nuovo art hub voluto da Alda Fendi e progettato da Jean Nouvel, sarà possibile visitare le sei installazioni site specific…
Continua a leggere


Vasco Bendini. Realismo Organico
Dove: La Galleria Nazionale, Roma
Quando: 15 ottobre 2020 – 29 novembre 2020
La Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea offre al pubblico l’occasione di riscoprire la multiforme produzione di Vasco Bendini, artista infaticabile nell’alimentare una ricerca poliedrica che vede l’uso di mezzi espressivi differenti, dalla carta di giornale, alla tela, alla lana di vetro, ai cartoni, alla gommapiuma, alle resine, alle candele consumate, al neon e alle plastiche varie.
Bendini è un anticipatore di tendenze, precursore dell’Informale e, sia pure per un brevissimo periodo, iniziatore dell’Arte Povera..
Continua a leggere


Angelo Zanella / Carlo Pasini. Re (e) voluzione
Dove: Lamari Creative Shopping, Milano
Quando: 15 ottobre 2020 – 29 novembre 2020
Giovedì 15 ottobre alle ore 19:00, presso il concept store LaMari Creative Shopping, Il Mondo del Vetro inaugura la stagione espositiva con la mostra “Re (e) volution – Angelo Zanella & Carlo Pasini”.
Un confronto e un dialogo attraverso le opere di questi due artisti, accomunate dagli stessi soggetti, gli animali, ma con linguaggi artistici molto diversi.
Da un lato troviamo gli animali fantastici di dimensioni naturali di Carlo Pasini, dove puntine da disegno, spilli e pietre danno vita a un universo in cui la fantasia si è dispiegata verso l’esotico, lo stravagante, il meraviglioso e l’inconsueto…
Continua a leggere


Rä di Martino. Allunati
Dove: Galleria Monica De Cardenas, Milano
Quando: 15 ottobre 2020 – 28 novembre 2020
In a time like ours, marked by confusion of values and acceleration, even many of the myths and mythologies that have always marked and influenced our perception of the universe – known or simply imagined – have lost value, forgotten or weakened in their impact, altered in their meaning, scattered in a multiplicity of signs in which it is increasingly hard to see our own image. Something, however, has survived to foster our sense of myth; more ancestral events or those belonging to a recent past are still capable of resurfacing in a more or less conscious way, of establishing a common, universal perception. One of them is undoubtedly the landing on the moon in July 1969. That experience – on the crest between modernity and postmodernity – has represented and still represents the dominion of the unknown, the supremacy of human reason over chaos, the tangible grasp of what had shortly before represented the most distant of exotic presences. Then as now…..
Continua a leggere


Velasco Vitali. Goldwatch
Dove: Assab One, Milano
Quando: 15 ottobre 2020 – 28 novembre 2020
GOLDWATCH è la storia per immagini di quei giorni di contagio e di reclusione, narrati e dipinti fra le mura di un giardino, quello adiacente allo studio. Una metafora di quel momento di vita, in cui le ore sono tutte uguali e lo spazio ha assunto una nuova dimensione, forzatamente intima, come lo scorrere del tempo, da reinventare e rimisurare.
Lo schema perimetrale quadrato, simile a un quadrante di orologio, è stato suddiviso in 24 sezioni, angoli di natura ripresi dal vero giorno dopo giorno “en plein air”, mentre la vegetazione procedeva nell’esplosione primaverile, incurante del mondo che si era fermato…
Continua a leggere


Tarik Berber. Seven Sisters
Dove: Galleria Previtali, Milano
Quando: 15 ottobre 2020 – 21 novembre 2020
30 tele create durante il soggiorno a Londra e ispirate a Seven Sisters Road, una via londinese che ospita attualmente un anello di vecchi olmi piantati in memoria di sette sorelle, figlie di altrettante famiglie nobili che dal 1600 continuano a rinnovare questa antica tradizione.
Pittore di origini bosniache ma di formazione classica (diplomato all’Accademia di Belle Arti di Firenze), Tarik Berber dipinge le sue tele addizionando allo sfondo rosso cadmio segni grafici di forte impronta dureriana…
Continua a leggere


Piotr Uklański
Dove: Galleria Massimo De Carlo, Milano
Quando: 15 ottobre 2020 – 20 novembre 2020
Mostra personale.
Continua a leggere


Giacomo Mafrici. Ritorno altrove
Dove: Spazio MUSA, Torino
Quando: 15 ottobre 2020 – 15 novembre 2020
APRE LO SPAZIO MUSA CON “RITORNO ALTROVE” OPERE IN CARTA LOKTA DI GIACOMO MAFRICI, STUDENTE DELL’ACCADEMIA DELLE BELLE ARTI DI ROMA E BORSISTA DELLA FONDAZIONE CECILIA GILARDI…
Continua a leggere


Phanos Kyriacou. at. this moment
Dove: Museo Macro, Roma
Quando: 15 ottobre 2020 – 15 novembre 2020
La mostra fa parte di SUPPLEMENTO, una serie di progetti, espositivi e non, che offrono libere digressioni rispetto ai formati di Museo per l’Immaginazione Preventiva, la cui programmazione partirà a dicembre. SUPPLEMENTO continuerà ad accompagnarla in parallelo, con commissioni speciali e collaborazioni, sia all’interno che al di fuori del museo, esprimendo la sua identità tentacolare.
Il progetto espositivo di Phanos Kyriacou è pensato per gli spazi aperti del cortile centrale del MACRO dove l’artista presenta un nuovo gruppo di lavori. Dal 15 ottobre al 15 novembre, una comunità di diverse opere concepite come un’unica grande installazione darà modo al visitatore di esplorare le relazioni tra condizioni e stati della materia che caratterizzano il lavoro di Kyriacou…
Continua a leggere


Petr Davydtchenko. Perftoran
Dove: Spazio Rivoluzione, Palermo
Quando: 15 ottobre 2020 – 15 novembre 2020
PERFTORAN Uno stridìo acuto, fendente come una lama, si sovrappone al rumore sordo di ossa frantumate. Con sguardo glaciale Petr Davydtchenko consuma un terribile pasto. Nella fronte ha tatuato il logo di un’influente azienda farmaceutica, un colosso americano impegnato nella sperimentazione di un vaccino contro il Covid-19. Suo malgrado, il piccolo chirottero espia la pena di oltre un milione di vite spezzate. È il simbolo malato di un’epidemia difficile da domare e di un’abietta speculazione politica e finanziaria. Lontano dagli ideali della cultura capitalistica e globalizzata, Petr Davydtchenko propone un suo personale antidoto al virus, affermando che il vaccino BAT funziona e che verrà prodotto in edizione limitata. Una cura accessibile, avulsa dall’economia del profitto, che si pone come un’efficace alternativa al quel Santo Graal ricercato dalle multinazionali…
Continua a leggere


The Waiting Hall
Dove: A+B gallery, Brescia
Quando: 16 ottobre 2020 – 15 novembre 2020
Alla fine del XX secolo, il pensatore francese Félix Guattari ha avvertito del ritorno della questione della soggettività all’inizio del nuovo millennio. Ha incoraggiato tutte le discipline a combinare la loro creatività per scongiurare la barbarie e l’implosione mentale che potrebbero risultare dall’accelerazione che le nostre vite tecnologicamente mediate portano con sé.
Oggi osserviamo come si stanno realizzando le sue previsioni: assistiamo ad un aumento dei disordini psichici e sociali dovuti al proliferare di fenomeni ed eventi che sfuggono al nostro controllo. In effetti, non abbiamo nemmeno il tempo di pensarci in modo critico..
Continua a leggere


Leonardo Mosso. Algorythm
Dove: Noire Gallery, Torino
Quando: 15 ottobre 2020 – 14 novembre 2020
Mostra personale.
Continua a leggere


The Performer
Dove: Millepiani, Roma
Quando: 15 ottobre 2020 – 9 novembre 2020
I lavori raccolti nella mostra The Performer in occasione di WeFo20 rendono esplicito ancora una volta il ruolo del mezzo fotografico già evidenziato a partire dagli anni ’60, con le esperienze delle arti performative nel processo di creazione e diffusione, così come di documentazione, analisi e interpretazione dell’atto performativo.
Elemento chiave è il gesto, come in ogni tipo di esecuzione performativa, che sia artistica, teatrale, coreografica, musicale ecc.. gesto inteso come un insieme di segni di un linguaggio corporeo e primitivo, come codici culturali che riguardano il comportamento, attraverso il quale l’esecutore cerca il contatto, il coinvolgimento e spesso la partecipazione attiva…
Continua a leggere


de_LIMITA: abitare in quarantena
Dove: Galleria Amy-d Arte Spazio, Milano
Quando: 15 ottobre 2020 – 4 novembre 2020
Delimitati, rinchiusi, confinati, isolati: ognuno a casa propria
Tra arte ed architettura, la galleria Amy-d Arte Spazio di Milano presenta, dal 15 ottobre al 04 novembre 2020, il progetto economART “de_LIMITA: abitare in quarantena”, a cura di Marco De Santi, presente in duplice veste di artista e professore presso la Scuola di design_Politecnico di Milano.
Nato dalla collaborazione tra la galleria di ricerca milanese e il laboratorio di “Fondamenti del Progetto” dei professori Marco De Santi, Giovanna Piccinno, Gabriella Zuco, e la supervisione di Stefano Gigliotti e Alice Zingales, accomunati da tematiche legate al momento emergenziale e alla sostenibilità ambientale legate all’habitat, riporta i risultati dell’esperienza didattica svolta totalmente on-line, durante i mesi di lockdown italiano.
Gli studenti, alla loro prima esperienza progettuale, hanno collaborato tra di loro da remoto, divisi in gruppi virtuali e senza mai incontrarsi fisicamente, elaborando disegni, modelli e video…
Continua a leggere


Marina Tana. Human Forest
Dove: Galleria al 142, Milano
Quando: 15 ottobre 2020 – 31 ottobre 2020
L’Amazzonia è per tutti il polmone verde della Terra. Pochi si soffermano sul fatto che è un luogo inestricabilmente connesso agli esseri umani che da sempre lo abitano, testimoni diretti della sua unicità e degli stravolgimenti sociali e ambientali che attualmente lo minacciano.
A causa della recente pandemia di Coronavirus, le popolazioni indigene sono ancor più in pericolo, in assenza di adeguate cure sanitarie e mezzi di sostenamento, nel mirino di governi e interessi economici che le sovrastano.
Il progetto Human Forest nasce da un’esperienza di viaggio in solitaria nel cuore dell’Amazzonia (dall’Ecuador al Brasile)…
Continua a leggere


Anna Spagna. Rifrazioni plastiche
Dove: Almach Art Gallery, Milano
Quando: 15 ottobre 2020 – 30 ottobre 2020
Almach Art Gallery presenta ANNA SPAGNA “rifrazioni plastiche” – 1987/2020 dal Nouveau Réalisme alla Poesia Visiva Inaugurazione giovedì 15 ottobre, dalle 17 alle 21 (in mostra fino al 30 ottobre) Nel lungo periodo di quarantena vissuto in Italia nella primavera del 2020, dovuto alla pandemia mondiale di Covid-19, Anna Spagna ha colto l’opportunità di mettere a frutto il tempo a disposizione per immergersi, anima e corpo, in una nuova ricerca artistica, da cui è scaturita una serie di opere inedite, esposte presso Almach Art Gallery in occasione della mostra “Rifrazioni plastiche” a cura di Luca Temolo Dall’Igna. In questa scelta si può cogliere l’eco delle sperimentazioni artistiche e letterarie del movimento della poesia visiva, attivo soprattutto dagli anni ‘60 in un clima neoavanguardista…
Continua a leggere


Stations
Mostra fotografica del gruppo Internazionale “Progressive Street“

Dove: Gli eroici furori, Milano
Quando: 15 ottobre 2020 – 28 ottobre 2020
Israele, Australia, Argentina, Lituania, Indonesia, Spagna, Inghilterra, Giappone, Italia…e ancora…tante sono le nazionalità dei fotografi che espongono a Gli eroici furori, all’interno del palinsesto Photofestival Milano 2020.
Nel mondo globalizzato, antiche o modernissime, affollate di giorno e vuote di notte, le stazioni sono luoghi carichi di memorie e di sentimenti tra chi torna dopo un lungo viaggio e chi ci lascia per intraprendere un tragitto, sporgendosi dal finestrino, lasciandoci con un gesto.
Il passaggio, il transito nelle Stazioni come luogo simbolico del passaggio della vita: è il senso dato dai trenta fotografi autori delle immagini che emergono da vari punti di vista, rese poi con colori squillanti o con fascinosi bianchi e neri, fissate per sempre dall’occhio fotografico di ricerca…
Continua a leggere


Maho Sato. 14855 fili
Dove: Galleria Chiasso Perduto, Firenze
Quando: 15 ottobre 2020 – 18 ottobre 2020
Abitare il proprio corpo, questionare tutto per conoscersi e arrivare alla sintesi di un bianco silenzioso, abitare la sensazione del vuoto per un po’ finchè diventa scomoda. Maho inizia allora a lanciare timidamente un filo e poi un’altro finché si diramano come dei gesti in una cartografia accennata. Fili che diventano legami, ad ogni incontro con il territorio, con il gesto dell’altro, la mappa si fa sempre più chiara, si scopre che è un divenire che non può esistere nella quiete ma nell’atto di offrire per poi ricevere e trasformare se stessi e anche l’altro…
Continua a leggere


Openwork. Focus on painting
Dove: SenzaBagno, Pescara
Quando: 15 ottobre 2020 – 17 ottobre 2020
Testo di Silvano Manganaro Scriveva, ormai parecchi decenni fa, Harold Rosenberg: “Un quadro o una scultura contemporanei sono una specie di centauro, fatto per metà di materiali artistici e per metà di parole”1. Un definizione quantomai riuscita che spiega bene la situazione artistica del XX come del XXI secolo. Parole che devono essere ascritte tanto alla critica quanto all’artista stesso. Fosse anche un pittore. Ovvero colui che, nella vulgata comune, dipinge e basta; tutto concentrato nell’atto formale dello stendere dei colori su una tela. Benché già Leonardo da Vinci sostenesse che “la pittura è discorso mentale”2, mai quanto oggi la parola ha fatto irruzione in questa tecnica artistica, da un lato come “soggetto” del dipinto stesso (i caratteri tipografici compaiono sulle tele occupandone, in alcuni casi, la totalità dello spazio disponibile), dall’altro come sintagma di un discorso che non serve a “giustificare” il lavoro artistico ma ne diventa complemento. La ricerca che attualmente Andrea Martinucci (Roma, 1991) sta portando avanti fa fare un passo più in là a questo sconfinamento della pittura in un contesto narrativo; un progetto fatto anche di parole…
Continua a leggere


1 risposta »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.