OperArt

Gonzalo Borondo cancella un’opera per protesta contro la musealizzazione forzata della street art

L'opera cancellata da Gonzalo Borondo a Torino

L’opera cancellata da Gonzalo Borondo a Torino

Parliamo del senso della street art, del senso originario. Un artista di strada, che si chiama così per un motivo, sceglie di realizzare un’opera su un edificio pubblico inserendola in un contesto ben preciso e donandola alla strada, appunto. Mettiamo che qualcuno, dichiaratamente senza scopo di lucro, porti via quell’opera dalla strada senza il consenso dell’artista, la metta in un museo e faccia pagare i visitatori per vederla.
Secondo voi è corretto verso l’artista che viene completamente bypassato e verso tutti coloro che avrebbero potuto usufruirne pubblicamente? E soprattutto quest’azione cos’ha a che fare con il senso della street art?

Gonzalo Borondo risponde chiaramente a questa domanda:
Questi interventi nello spazio pubblico, infatti, non sono stati realizzati con l’intento di creare oggetti da consumare, ma per dialogare e accompagnare l’ambiente circostante.
Senza il loro contesto, gli interventi non hanno senso, la volontà e l’intento dell’artista sono scomparsi, quindi, alla fine, le opere d’arte non esistono più.

Tutto nasce da un fatto denunciato dallo stesso Borondo:

Anni fa alcuni restauratori erano impegnati a smantellare muri in luoghi abbandonati. Hanno affermato fosse un’azione senza scopo di lucro, ma di recente abbiamo scoperto che alcune opere erano in vendita su Artsy.com. Abbiamo anche trovato una delle opere rubate di Borondo in una mostra a pagamento a Torino, condividendo lo spazio con molte altre trafugate.

L'opera di Gonzalo Borondo a Torino prima di essere cancellata

L’opera di Gonzalo Borondo a Torino prima di essere cancellata

Per denunciare questa tendenza degradante verso il senso stesso della street art, l’artista spagnolo ha cancellato con spray bianco una sua opera esposta al Teatro Colosseo di Torino in occasione di “Street Art in Blu 3“, mostra (a pagamento) che espone 36 tra i più importanti street artist al mondo, come Banksy e Blu. L’opera di Borondo, però, è stata staccata dalla parete senza il consenso dell’autore.

A seguire il video in cui viene cancellata l’opera a Torino:

Molte delle persone che seguono questo blog sono appassionate di street art. Mi rivolgo a voi e vi invito a riflettere sulla questione e a diffondere questa protesta che mi pare più che legittima.

LINK UTILI:
Borondo in questo blog | Website | Blog | Instagram | Facebook fan page

L'opera di Gonzalo Borondo a Torino prima di essere cancellata

L’opera di Gonzalo Borondo a Torino prima di essere cancellata

3 risposte »

  1. Mi ricorda in qualche modo la vicenda di Blu a Bologna anni fa (a proposito, leggo ci sono opere di Blu in questa mostra: ha cambiato idea sulla musealizzazione della street art?), mi permetto, se non è un problema, di riportare cosa scrissi all’epoca sul Blog:

    https://loscalzo1979.wordpress.com/2016/03/15/blu-ha-ragione-e-anche-torto-a-dirla-tutta/

    Anche in questo caso, mi sento di condividere all’incirca la stessa visione sulla vicenda che ho avuto allora.

    Piace a 1 persona

    • Beh sì, ovviamente ci sono dei legami, si tratta della stessa annosa questione. A proposito, ho visitato la mostra di Banksy al Chiostro del Bramante e la sensazione è stata la stessa. 18 euro per una mostra informativa con pochissime opere originali (da collezioni private) e di poco rilievo. Non so perché ma ho percepito dei collegamenti a questa vicenda anche in quel caso. Mi dispiace ma la street art, come ho sempre detto, al museo non ha senso, è come se fosse snaturalizzata, a discapito degli artisti ovviamente… Mah…

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.