Appunti di viaggio

Sandremo 2012 – Cronagossip da un festival (Terza serata – Finalissima)

Boom di presenze sabato nelle sale dell’FBI. Il locale di Quartu Sant’Elena è stato preso d’assalto dalla folla inferocita per la Sandremo 2012finalissima della grande kermesse canora in beneficenza che ogni anno vivacizza tre serate cagliaritane, improvvisando uno show di grande qualità nel panorama cabarettistico “pigliainculo” del capoluogo sardo. Le aspettative non sono state deluse, perché la serata ha mantenuto il buon ritmo delle precedenti, anzi, a dire il vero, c’è stata un’impennata con una grande varietà di ospiti di pregio.

Dopo l’Orchestra Mario Canello della prima serata, gli Almamediterranea della seconda, stavolta ad intrattenere il pubblico di Sandremo 2012“Aspettando Sandremo” sono stati i briosi Jazzy Boys, che hanno creato la giusta atmosfera coinvolgendo il pubblico in allegri balletti. Questo divertente riscaldamento ha preparato gli animi alla  grande gara che è stata introdotta dagli insostituibili presentatori Stefano ed Annabella che, col loro consueto entusiasmo contagioso, hanno annunciato i vari ospiti in gara e quelli speciali.

Menzione speciale fra i concorrenti va sicuramente al vincitore: ricciuto uomo con un’apparenza d’altri tempi, Ivano ha inebriato la giuria e fatto Sandremo 2012scoppiare l’applausometro con le sue partecipate e sentite interpretazioni di Mal. Secondi classificati  gli Skazzos, che, al di là della loro incontestabile bravura, brillano anche e soprattutto per la loro grande perseveranza, visto che ogni anno si ripropongono entusiasmando il pubblico. Si confermano anche quest’anno, con le loro esuberanti performance, come grandi protagonisti del festival, assicurandosi ad honorem la partecipazione anche per l’anno prossimo.

Gli ospiti speciali hanno lasciato un segno indelebile, invece, nella mia Sandremo 2012sensibilità. Indimenticabili e degni del mio profondo rispetto i taglialegna, che hanno cantato una canzoncina da “Biancaneve e i sette nani” che ha generato una lacerazione profonda nel mio nostalgico animo da bambina, facendo riaffiorare le mie remore verso quella turpe fiaba popolare. La fidanzata del taglialegna solista ed il coro hanno dato inoltre quel tocco in più che ha reso la loro esibizione veramente di grande coraggio.

Da citare anche il cantautore Mauro Porcu, con il grande tormentone sardo del momento: “Ta bellu”, che ha infiammato la platea del locale. Accompagnato dalla bravissima ballerina che ha mostrato il balletto tipico che accompagna il pezzo, e dal Sandremo 2012 coro eccellente per gli ipnotici ritornelli, il dinamico cantante ha confermato le voci di chi vede la sua musica come un filone rivoluzionario nel panorama musicale isolano, tanto da poter essere uno dei candidati favoriti come prosecutore della tradizione macarenica, anche se applicata ad un contesto stilistico differente. Si tratta infatti di una fusione ben amalgamata di musica house da discoteca e una flessione popolare indubbia dovuta sia al testo della canzone, che al subentrare di strumenti tipici della tradizione. L’aggiunta del balletto rappresenta inoltre quella perla di originalità che ha definitivamente conquistato gli astanti.

Per finire abbiamo assistito all’esibizione dei cattivissimi Sex Pistols, ribattezzati Sec Pistò, famosissimo gruppo punk rock britannico resuscitato per l’occasione. Sandremo 2012Nonostante i componenti fossero molto somiglianti ad alcuni noti ed insospettabili professionisti della scena cagliaritana più in, essi si sono esibiti impeccabilmente, sfiorando la perfezione dei vecchi concerti, rimasti per sempre nella memoria dell’umanità. I volti crudeli da vero rock duro, le calzamaglie attillate con pacchi esagerati sbordanti hanno aggiunto brio e vivacità alla loro ineccepibile performance.

Oltre che agli imbattibili supereroi ed ai Sitiengels, corpo di sicurezza che ha assicurato l’assenza di rogne per tutta la durata del festival, una Sandremo 2012nota di merito va  al figlio di Signor Mameli: il grandissimo Al Podda, re incontrastato dei travestimenti ed insostituibile domatore dell’applausometro, che sabato è stato arricchito dal tocco di stile della mano morta, protesi affascinante che ha contribuito all’infallibilità del sofisticato congegno elettronico.

Elemento unico e caratterizzante di Sandremo sono anche i cartelli, utilizzati per regolare gli umori ed i comportamenti del pubblico o per i Sandremo 2012consigli sugli acquisti. Quest’anno memorabili sono stati, su quest’ultimo fronte: “Unghie nere 3 euro”, “Pastella dell’inguine 11 euro”, “Topa in umido 1 euro”, “Murene fresche”, solo per citarne alcuni. Ad incitare il pubblico hanno contribuito invece i: “Uacciu Uari”, “O bellu cantendi”, “Ti Spa20” e “Evribadi Arrodugo”. New entry del festival, ma citazione storica di nicchia, l’ineguagliabile “Molto meglio Simo P” che, dopo anni d’incubazione, ha sbaragliato la scena cartellonistica odierna, andando a finire anche nella accessoristica sandremiana con le spilline e le magliette da collezione.

Purtroppo dobbiamo porre la parola fine a questo appuntamento imperdibile che ha accompagnato i sabati (solitamente) apatici Sandremo 2012 della nostra città. Con doveroso rispetto e fervente commozione, saluto quindi questo Sandremo ed aspetto ansiosa la prossima edizione, con la certezza di nuove ed imperdibili sorprese che gli estrosi organizzatori sapranno di certo inventarsi.
A tal proposito, è d’obbligo menzionare il lavoro di tutti quelli che hanno partecipato alla buona riuscita del festival e che hanno lavorato nell’ombra, ma non per questo sono stati meno indispensabili, come Chrystelle e tanti altri.

Sia lodato Sandremo!

Link utili:
Cronagossip da un festival (Prima serata – Eliminatorie)
Cronagossip da un festival (Seconda serata – Ancora Eliminatorie)
Pagina facebook

Credits:
Foto (C)2012 Marilena Riello – Blog | Flickr
Tutti i video nel mio canale youtube



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.