Curiosity killed the blogger – Vandog: un furgone-casa all’inseguimento di un sogno

Mike Hudson - VandogVoi direte: ma te ne vai sempre a rincorrere i sogni degli altri? Ebbene sì, almeno finché non riuscirò a realizzare il mio. Intanto prendo spunti e mi faccio coraggio.
A parte gli scherzi, ecco la storia di Mike Hudson, un ragazzo inglese di 25 anni che, nel 2013, ha deciso di stravolgere la sua vita.
Ecco come egli riassume il concept del suo progetto:

1. Quit job (lascia il lavoro)
2. Build campervan (procurati / costruisciti il mezzo)
3. Travel (viaggia)

Mike Hudson - VandogLa fa facile il caro Mike che, armato solo di un furgone vecchio di 10 anni, ha lasciato il suo impiego da ingegnere e, dopo aver trasformato il suo Van in una simil-casa dal nome Vandog, ha preso a viaggiare per il mondo.
Il sogno di tutti, questo è vero, ma la storia di Mike dimostra che, se lo si desidera davvero, si può trasformare in realtà.
Bene, routine contro avventura… Routine contro avv… Sapete che vi dico? Sospendete il giudizio, non opponente resistenza e lasciate che il sogno si faccia inseguire!
Io intanto temporeggio ancora un pochino!

ENGLISH

LINK UTILI:
Vandog – Website
Vandog – Facebook fan page

Via vandogtraveller.com

18 commenti

  1. Tutti noi dobbiamo proteggere il nostro diritto di sognare, se poi riusciamo a realizzare quei sogni, ogni secondo speso per essi è più che giustificato. L’importante è ricordarsi che esiste anche l’altra faccia della medaglia: la cruda realtà. Non possiamo farci cogliere impreparati o i sogni diverranno incubi.

  2. Un sogno (legittimo e) realizzabile se hai vent’anni, appunto, qualche soldo da parte e legami che lo permettano…poi, però, arriva il momento in cui devi “scendere” dalla nuvoletta, infilarti la tuta ed iniziare a costruire i campers e a tracciare ed ad asfaltare le strade su cui viaggerà il sogno di qualcun altro, come è capitato a chi l’ha fatto per rendere possibile il tuo. Sob. Lo so, spoetizzo un tantino…è che è solo mercoledì 😉 Sorry

      • E fai bene, in effetti senza sognare come si arriva alle ferie di fine agosto (le mie)? 😉
        Eppoi, magari, capita che ci sia un sacco di gente il cui sogno sia quello di fabbricare Vans e asfaltare strade…scusa se scherzo, è che nemmeno la mia giornata è stata memorabile.
        Speriamo nella serata (e auguri anche per la tua). Ciao.

  3. cara Barbara! inseguire un sogno non e’ mai pericoloso quanto non averne affatto! io sono federica, con il mio compagno e mia figlia di un anno stiamo vivendo su un furgone a zonzo, abbiamo lasciato il lavoro tempo fa e ora siamo artisti di strada! siamo felici e quando e’ nata nostra figlia ci siamo chiesti: adesso devo cercarmi un lavoro o essere felice? abbiamo optato per la seconda…essere felici per nostra figlia e per noi! ciao!

    • Mi hai fatto venire la pelle d’oca, lo sai? In questo venerdì cupo e standard nel bieco bunker in cui poggiano le mie membra stanche da un anno di ripetitivo lavoro, tu hai acceso una speranza. Come ho avuto modo di scrivere già prima, secondo me tutto è realizzabile ma non tutti hanno le palle per farlo. Bravi, sono contenta per voi e vi auguro buona vita 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.