I 5 sensi dell’arte – Antiquarium Arborense: visita al museo tattile per non vedenti

L’Antiquarium Arborense a portata di… mano

Antiquarium Arborense - Museo tattileSapete cosa significa prendere in mano la punta di una vecchia freccia preistorica, una di quelle che avete sempre visto dietro le teche o nei libri di storia? L’ossidiana è fredda e gli spigoli torniti restituiscono tutta la forza del reperto antico. Ti fanno piombare indietro nel tempo, provare la vertigine dell’evoluzione, ti collegano direttamente alla storia dell’uomo. Tutto ciò da dietro la teca non avviene, è diverso.
Tuttavia c’è da dire che quella che ho in mano non è una freccia vera, cioè sì, ma non preistorica. Una sua riproduzione fedele messa lì ad hoc per essere palpata. Per una volta in un museo nessuno ti viene a dire di non toccare, anzi vieni incoraggiato a farlo.

Mi trovo all’Antiquarium Arborense, museo fondato nel 1938 a Oristano. Il museo si divide in due sale: la prima dedicata ai reperti archeologici appartenenti al periodo neolitico rilevati nel Sinis e nelle zone circostanti; la seconda contenente diversi retabli del periodo medioevale.
Antiquarium Arborense - Museo tattileNel 2009 il museo ha inaugurato il percorso tattile per non vedenti e ipovedenti selezionando 30 di questi manufatti provenienti da epoche diverse e facendoli riprodurre da docenti e studenti dell’Istituto d’Arte di Oristano. L’iniziativa è stata fortemente voluta dall’Unione Italiana Ciechi di Oristano e ha ricevuto l’appoggio di diverse istituzioni pubbliche.

Mi trovo lì con la troupe de “I 5 sensi dell’Arte” a girare parte della puntata dedicata agli “Insoliti luoghi dell’arte” che andrà in onda domani 27 aprile alle 21 su Videolina. Ad accoglierci è il professore e archeologo Momo Zucca che, oltre a essere il curatore del museo, è anche un grande estimatore dei reperti ivi esposti. Per prima cosa ci fa visitare tutte le sale illustrandone il contenuto con acceso entusiasmo. Antiquarium Arborense - Museo tattilePoi arriviamo al percorso tattile dove si svolgeranno le riprese. Vi vorrei dire di più ma preferisco che lo vediate direttamente coi vostri occhi, non sarei mai in grado di eguagliare la conoscenza, l’enfasi e la teatralità con cui il professore descrive con minuzia ogni singola opera fino a straripare di lirismo sul Cristo di Nicodemo.
Chiudendo gli occhi e toccando un’anfora etrusca, ci ha fatto sentire la rotondità delle sue curve, il vento sulle navi su cui viaggiava e il profumo dei mercati in cui finiva.
Incredibile tanto fervore.

Antiquarium Arborense - Museo tattileAntiquarium Arborense - Museo tattileTutto ciò si riallaccia, oltre che al mio incipit, a un altro senso del museo tattile. Esso non è indirizzato, infatti, solo a non vedenti e ipovedenti, bensì anche ai bambini e a chiunque abbia il desiderio di toccare le opere.
Tra l’altro “toccare” davvero richiede una visione diversa, più attenta di quella che è solito avere un normodotato. In questo senso sono stati effettuati esperimenti anche con non vedenti che accompagnavano vedenti nel percorso e facevano loro percepire dettagli e sottigliezze che altrimenti avrebbero ignorato.
Il museo tattile prevede anche un percorso propedeutico che fornisce ai non vedenti una migliore comprensione delle opere pittoriche in bassorilievo prospettico. Queste ultime, tra l’altro, Antiquarium Arborense - Museo tattilecostituiscono una novità nei percorsi tattili in Sardegna, rendendo il museo oristanese unico nel genere.

Diciamoci la verità, si tratta davvero di un “insolito luogo dell’arte” con un indubbio valore sociale, quello di abbattimento delle barriere architettoniche che impediscono ai non vedenti la fruizione delle opere museali.
Detto questo, vi lascio alla puntata di domani con qualche foto di backstage. Ah no, scusate. Prima vi voglio dare un assaggio del Prof. Momo Zucca giusto per non apparire come quella a cui piace scherzare. Trovate il video a fine articolo. Enjoy!

LINK UTILI:
Antiquarium Arborense – Website
Antiquarium Arborense – Facebook fan page

I 5 sensi dell’arte su questo blog
Videolina – I 5 sensi dell’arte – Tutte le puntate
Videolina – Diretta streaming

Advertisements

12 commenti

  1. Roberto · · Rispondi

    ..guarda che abbiamo una stretta di mano in sospeso, se ricapiti in zona fai un fischio 🙂

    1. …guarda che non ho mica capito dove stai tu eh?! mah… 🙂

  2. Roberto · · Rispondi

    ….Oristano !!!

    1. Città? Cavolo, ero convinto che stessi più al nord , non chiedermi perché… Ok comunque 😉

  3. Roberto · · Rispondi

    ……citta!! Esagerata, e pitticca sa bidda,!!!! 🙂 ….si, comunque, come tu dici oristano citta!! 🙂

    1. Intendevo Nuoro/Ogliastra ah ah ah conosco la grandezza di Oristano eh?! Comunque capita… di farsi idee che poi non corrispondono alla realtà… Io ti vedevo nel Supramonte coi tuoi ginepri… ehmmm 😉

  4. di certo la sensazione tattile aggiunge emozioni diverse a quelle offerte dagli altri sensi,basti pensare a toccare il pelo di un gatto oltre al solo vederlo perper capire che si percepisce un benessere maggiore ( a meno che uno dei gatti non abbia la fobia …) In ogni modo è già una importante iniziativa per i non vedenti che in tal modo non vengono privati della felicità di gustare a pieno una visita museale

  5. Roberto · · Rispondi

    …..bè, non hai poi visto così male!!! L’Ogliastra la considero la mia seconda patria, c’è anche casa! Il Supramonte e i Ginepri? anche quelli….magari ci potessi star sempre!!

    1. Mmm ti capisco… Molto!
      ps è che mi hai detto che conoscevi Tzia Peppa Floris di Desulo… (fantastica peraltro) 😉

    2. Ma quanto è figa Tzia Peppa Floris? Toh adesso che me l’hai fatta ricordare te la rilancio:
      https://barbarapicci.com/2015/03/11/operart-mario-de-biasi/
      🙂

  6. Roberto · · Rispondi

    …..no, non è che la conoscessi, però quando stavo a Jerzu (dove ho trascorso alcuni anni dell’infanzia) capitava spesso rifornire in un distributore il cui la titolare ci serviva i costume tradizionale del luogo! Proprio come Tzia Peppa Floris 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: