Arte e curiosità – Scultura – Gli schizzi di filo di Fritz Panzer

Ftitz PanzerCucine, sedie, camion, pianoforti, cassette per la frutta, idranti, radio, lavabi… tutti oggetti estrapolati dalla quotidianità che vengono disegnati, o meglio abbozzati, attraverso il filo metallico.
Si tratta delle sculture dell’artista austriaco Fritz Panzer, opere che ricordano gli schizzi di un designer, che sembrano traduzioni di un disegno o meglio rappresentazioni tridimensionali dello stesso che vengono traslate nella realtà.
Il filo riproduce un’idea dell’oggetto che è la nostra mente, attraverso la memoria, a completare riempendo gli spazi vuoti tra le linee.
È un gioco dialettico che coinvolge il visibile e l’invisibile, l’assenza e la rivelazione, giochino che risulta molto interessante, non trovate?

Link utili / Useful links:
Artnet

Via espacio-blanco.com

Advertisements

4 commenti

  1. Particolare, mi garba! Buona giornata

    1. Molto! Ciao, buona giornata a te 🙂

  2. Senza dubbio l’artista, nel realizzare queste splendide e originali sculture ha avuto molti fili da torcere 🙂 Sarebbe interessante vedere queste opere anche da un’altra angolazione, girarci intorno, perdersi nel groviglio di fili per poi dire: ma guarda, chi l’avrebbe mai detto, sembravano spaghetti metallici senza fine e invece da questa angolazione tutto acquista un senso. Bellissimi questi schizzi ferrosi in 3D.

    1. Sono d’accordo… una sorta di anamorfismo scultoreo… Interessante punto di vista 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: