Streetart – Speciale Ragusa FestiWall 2017: Sebas Velasco, Zoerism

Ragusa Festiwall

Ragusa FestiWall 2017
Public Art Festival
24//30 settembre 2017

Ecco comunicato stampa e immagini dei primi due muri realizzati a Ragusa per il Festiwall 2017.

“È iniziato l’ultimo weekend di FestiWall e i cantieri proseguono senza sosta, gli artisti stanno trasformando il centro storico di Ragusa con le loro opere, portando in città il meglio dell’arte pubblica internazionale.
A concludere i primi due muri di FestiWall 2017 sono lo spagnolo Sebas Velasco e il francese Zoerism.”

FestiWall 2017 - Sebas Velasco - Il Suonatore Gino - photo credits Marcello Bocchieri

FestiWall 2017 – Sebas Velasco – Il Suonatore Gino – photo credits Marcello Bocchieri

Sebas Velasco ha scelto come protagonista della sua opera Giorgio “Gino” Nobile, il
proprietario di Magic Music, l’unico negozio di vinili della città. Rendendo omaggio alle vibranti note di Ragusa e della sua gente, Sebas Velasco, conosciuto per le sue opere mozzafiato, realizza “Il suonatore Gino”, in cui ritrae Giorgio “Gino” Nobile, un punto di riferimento della cultura musicale della città.
In seguito alla ricerca dell’artista sul territorio, e grazie ad una passione per Fabrizio de Andrè, Sebas ha conosciuto Gino, che da 40 anni si dedica a “lasciarsi ascoltare” come il personaggio de “Il Suonatore Jones”, opera del cantautore italiano.
Fanno da sfondo al ritratto i dischi che l’artista ha trovato nel negozio: i Clash, Anthony Braxton, Maddy Waters, i Nirvana, gli Iron Maiden, che compongono il background musicale condiviso dall’artista e da Gino, ritratto come fabbricante di suoni e custode generoso, con molti ricordi da raccontare “e nemmeno un rimpianto”.”
ENGLISH VERSION

LINK UTILI SEBAS VELASCO:
Sebas Velasco in this blog | Website | Flickr | Instagram | Facebook fan page

FestiWall 2017 - Zoerism - photo credits Marcello Boccheri

FestiWall 2017 – Zoerism – photo credits Marcello Boccheri

“Poco distante, in una vecchia stazione di servizio su via Marsala, interviene Zoerism, dando prova ancora una volta della sua capacità di fondere strutture meccaniche ad architetture complesse. «In questa vecchia stazione di benzina volevo realizzare qualcosa connesso al luogo – afferma l’artista – il muro si trova in un incrocio tra quattro strade, per questo ho scelto di dipingere una grande macchina che viene sbalzata fuori dal traffico. Ad uno sguardo più attento si nota che l’auto al posto del motore ha i pedali, è un giocattolo, che crea immediatamente un legame con l’aspetto sognante e ludico dell’infanzia. Nella parte destra invece c’è un rimando ai manifesti pubblicitari vintage, alle vecchie tecniche di stampa, con vecchi segni tipografici.
Il muro è visibile da differenti prospettive e anche da molto lontano, dal ponte, è per questo che ho scelto questo disegno, nella stessa prospettiva della strada ma leggermente spostato in un’altra direzione. Il colore inoltre è utilizzato cercando un legame con la luce naturale che contribuisce a rendere il soggetto realistico e allo stesso tempo surreale».”

LINK UTILI ZOERISM:
Zoerism in this blog | Website | Flickr | Instagram | Facebook fan page

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: