Fotogallery della settimana [15° invio]

Mother Earth by Nikolay Tolmachev

Mother Earth by Nikolay Tolmachev

Cosa troverete: un fiore dal bulbo porno; una tizia che mostra le chiappe mentre passa un treno della metro; un uomo fatto di fili di mosche; un messaggio per molestatori di donne sfatte; una stanza che fa concorrenza alla casetta del peccato di Hänsel e Gretel; un fiume di libri; un tizio che passeggia in bicicletta sotto una sedia; un ragno gigante e minaccioso che cammina sull’acqua; due amanti “infuocati”; matite colorate travestite da tronchi giganti; una palla resistente alla pioggia; una casetta sull’albero fatta d’albero stesso; le vere sembianze di Donald Trump; un tizio che cavalca un coniglio; una proposta di matrimonio dai contorni (poco) romantici; tre sigarette trucidate; la montagna dell’arcobaleno in Perù; un televisore umanizzato a morte & more…

Annunci

7 commenti

  1. Certo che di allucinanti idee ce ne sono! Ma quella “fiore dal bulbo porno” è terribile.
    Carina la casetta siepe.
    Buon Pomeriggio.
    Quarc

    1. Sì, la creatività non ha limiti! L’autore di quell’opera in copertina ha una poetica particolare ed è stato già trattato in questo blog… E comunque non ha tutti i torti, il titolo dell’opera è Madre Natura 😉
      Ciao, buona giornata 🙂

  2. Nikolay Tolmachev credo catturi l’attenzione rispetto alle opere qui presenti e lo fa con singolare proposta, ovvero un bulbo-organo sessuale femminile, estratto dalla madre terra (a sua volta simbolo di sessualità femminile), da fecondare, ma fecondare come se non con le idee!? Un saluto
    r.

    1. Esatto… nonostante le sue opere siano provocatorie (per i benpensanti di professione), questa mi pare lineare e quasi ovvia… Nel senso che da lì tutto nasce… e il tuo appunto finale mi pare opportuno, sempre che gli stessi benpensanti arrivino a capirlo…
      Ciao Roberto, alla prossima 🙂

  3. sul tema del “UTERO IDEATIVO” ho molto lavorato e continuo a meditarci sopra oltre al mero aspetto “ginecologico” che poco mi intriga come poco mi interessa il moralismo incolto dei benpensanti ma sarebbe articolato discorso, fortuna DonneArtiste (come te) che sanno porsi con ironica, intelligente apertura rispetto al femminino e non solo!
    r.m.

    1. Che noia sarebbe il mondo se fosse distinto per generi e per tutte quelle categorie morali che il nostro indotto culturale ci vorrebbe imporre 😉

  4. certo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: