Il giardino sonoro di Pinuccio Sciola candidato a “i luoghi del cuore” del FAI

Giardino Sonoro - Pinuccio Sciola - Foto dal sito psmuseum.it
Giardino Sonoro – Pinuccio Sciola – Foto dal sito psmuseum.it

Avete sentito che mancano pochi giorni per votare i propri “luoghi del cuore” del FAI – Fondo Ambiente Italiano? Cosa aspettate a votare e così contribuire allo sviluppo di realtà artistico-culturali che hanno bisogno di sostegno per crescere o anche solo sopravvivere? Vi consiglio di dedicare un minuto del vostro tempo a tal fine e, dopo avervi segnalato il museo di Maria Lai a Ulassai, ho un altro suggerimento imprescindibile: il giardino sonoro di Pinuccio Sciola, artista mio conterraneo che non ha bisogno di presentazioni vista la sua rilevanza artistico-sociale.
Le sue meravigliose sculture, custodite a San Sperate, in Sardegna, hanno la singolare peculiarità di una doppia valenza estetica scultorea e sonora. Invito tutti quelli che vengono a visitare la mia isola a conoscere questo museo a cielo aperto approfittando dell’occasione per vedere anche i numerosi murales presenti nella piccola cittadina, murales peraltro il cui primo seme fu innestato proprio dallo stesso artista alla fine degli anni ’60.
Intanto però votatelo in modo da far sì che questa realtà possa continuar a sostenersi e crescere.
A seguire la presentazione dal sito FAI.

Visitare il Giardino Sonoro significa vivere una suggestione unica. Qui, in mezzo a pietre giganti che potrebbero essere state recapitate da Stonehenge se non fosse per le incisioni perfette fatte dal Maestro, sembra di essere arrivati al centro della Terra. Il Museo all’aperto di Pinuccio Sciola “Giardino Sonoro” è un orizzonte di pietre megalitiche pervaso dal profumo degli agrumi. Uno spazio artistico senza tempo, che mette d’accordo tutti i sensi, li amplifica, li contempla. Nel suo “incantato” Giardino le guide accompagnano i visitatori alla scoperta dei suoni diversi che riproducono materiali e lavorazioni differenti. Un modo di assaporare l’arte, uno spazio culturale in cui, con rispetto e creatività, si può persino partecipare e provare l’emozione di accarezzare l’elemento primo e scoprire il suono ancestrale rimasto rinchiuso all’interno della materia per millenni.

Cliccate qui per votare il Giardino Sonoro di Pinuccio Sciola

Link utili / Useful links:
Website | Wikipedia | Instagram | Twitter | Facebook fan page

Annunci

5 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.