Fotografia – Inge Morath, una delle prime donne alla Magnum

USA. Untitled. (from the Mask Series with Saul Steinberg), 1962. Photograph by Inge Morath © The Inge Morath Foundation/MAGNUM PHOTOS. Mask by Saul Steinberg © The Saul Steinberg Foundation/ARS, NY
USA. Untitled. (from the Mask Series with Saul Steinberg), 1962.
Photograph by Inge Morath © The Inge Morath Foundation/MAGNUM PHOTOS.
Mask by Saul Steinberg © The Saul Steinberg Foundation/ARS, NY

Inge Morath mi è particolarmente simpatica perché ha realizzato alcune delle foto più iconiche della storia. Avete presente, ad esempio, il lama che si affaccia dal finestrino di una macchina a New York? O la casa mobile che viene spostata? Se siete attenti e seguite la mia rubrica dedicata alla storia, non vi saranno di certo sfuggite. Quindi devo ringraziarla perché ha fornito carburante per le mie elucubrazioni storiche.
USA. New York. Manhattan. 1957. A Llama in Time Square. ©Inge Morath/MAGNUM PHOTOSPer questo motivo sono stata ben felice di scoprire il lavoro di questa fotografa di origini tedesche che, tuttavia, non si limitò a documentare scene di lifestyle americano. Inge visse infatti in Germania durante la Seconda guerra mondiale e scappò a Parigi nel 1949 dove iniziò a collaborare come editrice per Ernst Haas, Robert Capa, e Henri Cartier-Bresson. Quando mostrò le sue foto a Capa, questi la fece entrare a far parte della Magnum Photos. A quei tempi era l’unica donna, insieme a Eve Arnold, a farne parte.
Negli anni successivi viaggiò moltissimo in tutto il mondo (Spagna, Londra, Parigi, New York, Iran, Cina, Unione Sovietica, Italia, Teheran) sperimentando diversi generi: non solo la fotografia documentaria ma anche di moda e ritrattistica.
Nel 1952 lavorò anche nel cinema sul set di “Moulin Rouge” di John Huston. E qualche anno dopo, proprio collaborando per il film “Gli spostati“, conobbe il drammaturgo Arthur Miller, ex marito di Marilyn Monroe, che sposò nel 1962.
Se desiderate approfondire il suo lavoro, vi consiglio il libro Inge Morath: An Illustrated Biography edito dalla Magnum Foundation.
Ecco le immagini, buona visione!

Link utili / Useful links:
Website

Via theguardian.com

4 commenti

  1. Un uso del fotogramma in nero particolarmente attento, preciso, puntuale ma senza scadere nel mero tecnicismo di maniera, vera Maestra Fotografa! La prima foto, le maschere alla Steinberg, mirabilia!
    r.m.

Rispondi a Barbara Picci Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.