News dal Blog

Calendario Mostre [341] – 09/09/2020

Out-of-blog Barbara Picci

Cosa troverete: Franco Guerzoni @ Museo del Novecento, Milano; Loris Cecchini @ Museo del Novecento, Milano; Vera Kox e Igor Hosnedl @ RIBOT gallery, Milano; Marco Cianciotta @ Spazio E_emme, Cagliari; Mimosa Echard @ Galleria Martina Simeti, Milano; “The Sand Threshold” @ Mars, Milano; Lucia Lamacchia e Franco Raggi @ Galleria Francesco Zanuso, Milano; “A proper distance” @ HUB/ART Gallery, Milano; “Grenze – Arsenali fotografici. III Edizione” @ Ex Arsenale Militare, Verona; “Gesti di rivolta. Arte, fotografia e femminismo a Milano 1975-1980” @ Nuova Galleria Morone, Milano; “Come prima meglio di prima” @ Casa Corbellini Wassermann, Milano; La Collezione di Erling Kagge @ Museion, Bolzano

Franco Guerzoni. L’immagine sottratta
Dove: Museo del Novecento, Milano
Quando: 9 settembre 2020 – 14 febbraio 2021
Il Museo del Novecento presenta la mostra “Franco Guerzoni. L’immagine sottratta”, a cura di Martina Corgnati, un affondo nell’opera dell’artista modenese in programma dal 9 settembre 2020 al 14 febbraio 2021. La mostra segna il ritorno di Franco Guerzoni nella città dove hanno avuto luogo alcune delle sue principali esposizioni e prosegue l’indagine condotta dal museo sui protagonisti e i movimenti che hanno contrassegnato il panorama artistico italiano nella seconda metà del Novecento.
In mostra, al quarto piano del Museo del Novecento, nella sala Archivi, le opere realizzate dall’artista nell’ultimo decennio: un itinerario intorno alla parete, un topos per Guerzoni. Pareti vecchie e scrostate, ricche di intonaci e rigonfiamenti, precarie per crepe, graffi, affioramenti, muffe e salnitri, sono protagoniste prima, agli esordi, di scatti fotografici utilizzati come supporto del suo lavoro; poi saranno evocate sulla tela: pareti-palinsesto dai molteplici, evocativi affioramenti sulle quali si è articolata tutta la sofisticata archeologia personale dell’artista modenese. Le immagini, rovine vere o più frequentemente simulate e suggestivamente ricostruite attraverso la pittura, sono poste in dialogo con lavori dei primissimi anni Settanta nati dalla collaborazione con gli amici fotografi Luigi Ghirri e Franco Vaccari. La mostra continua con l’ultima ricerca di Franco Guerzoni intitolata Intravedere: piccole stanze di materiale gessoso che galleggiano come libri aperti, ma la cui immagine è nascosta, appunto “sottratta” allo sguardo dell’osservatore…

“WALKING. Movements North of Bolzano” – La Collezione di Erling Kagge
Dove: Museion, Bolzano
Quando: 11 settembre 2020 – 14 febbraio 2021
Museion apre la stagione autunnale con “Walking. Movements North of Bolzano” la mostra sulla collezione privata del celebre esploratore norvegese Erling Kagge. Appassionato d’arte, autore di fama internazionale ed editore indipendente, nel suo percorso Kagge non si lascia imbrigliare in classificazioni rigide. Museion si è inserito in questa molteplicità di interessi e vocazioni, invitando Erling Kagge come guest curator a curare una mostra sulla posizioni artistiche più significative, che lo hanno influenzato nel corso degli anni. Per l’occasione, Kagge ha selezionato oltre 60 opere di 30 artisti e artiste del Nord Europa (tra dipinti, disegni, fotografie e sculture) in un affascinante percorso da Oslo a Bolzano.
A cura di Erling Kagge, guest curator 2020.

Invito 2020. Loris Cecchini. Premio Acacia 2020
Dove: Museo del Novecento, Milano
Quando: 9 settembre 2020 – 31 gennaio 2021
n occasione di MIART e dell’Art Week 2020 promossa dal Comune di Milano Assessorato alla Cultura, il Museo del Novecento presenta INVITO 2020, la mostra dedicata all’artista vincitore del Premio ACACIA – Associazione Amici Arte Contemporanea Italiana, che per il quinto anno trova sede nelle sale del museo, consolidando la felice collaborazione tra realtà pubblica e privata, con l’obbiettivo comune di conservare e approfondire lo studio delle più recenti sperimentazioni artistiche.
L’edizione del 2020, la diciassettesima, vede protagonista Loris Cecchini (Milano, 1969), uno degli artisti italiani più affermati a livello internazionale, con le opere Waterbones (177) e Aeolian Landforms (Dahkla 137C), del 2020, che grazie alla generosità di ACACIA entrano a far parte della collezione del museo.
Il lavoro recente di Loris Cecchini trae linfa dalla meditazione sul concetto di “organismo”: un sistema in continua evoluzione che si auto-genera, costruendo la propria crescita a partire da un modulo, come avviene in architettura o nell’analisi del linguaggio…

Vera Kox – Igor Hosnedl: In conversation / Chapter #2
Dove: RIBOT gallery, Milano
Quando: 30 settembre 2020 – 7 novembre 2020
Giunge al secondo capitolo il nuovo progetto della galleria inaugurato lo scorso marzo con la doppia personale di Stefano Perrone e Przemek Pyszczek che mette di volta in volta in dialogo il lavoro di due artisti. Questa volta è il turno della tedesca Vera Kox (1984), che si esprime con sculture in resina, gesso e vetro, e Igor Hosnedl (1988) artista ceco che parte dal disegno per realizzare dipinti dai soggetti stilizzati.

Grenze – Arsenali fotografici. III Edizione
Dove: Ex Arsenale Militare, Verona
Quando: 9 settembre 2020 – 2 novembre 2020
L’Istituto Design Palladio, in collaborazione con Scavi Scaligeri – Comune di Verona – Assessorato alla cultura e il patrocinio di Università IUSVE, presentano la terza edizione di Grenze, Festival della fotografia contemporanea e internazionale.
La direzione artistica e la curatela del festival sono di Simone Azzoni, docente e critico d’arte, Francesca Marra, fotografa, e Arianna Novaga, docente e studiosa di fotografia.
Il tema di quest’anno è Als Ob, “come se”. In tedesco è dubitativo: forse è così, è come se lo fosse e quindi, prima o poi, lo sarà, altrimenti pazienza. “Come se” è una profezia che si auto-realizza. Si proietta nella realtà un’ipotesi e la si vive come se fosse vera. Il “come se” è una supposizione che, per il solo fatto di essere stata pronunciata, genera l’evento: poco male che sia vero oppure no. Als Ob apre scenari verso realtà possibili, misura e altera la distanza tra il visto e il vedente.
Sette le location espositive che accoglieranno i fotografi dell’edizione 2020 e fitto il programma dell’edizione di quest’anno, tra appuntamenti in città e fuori le mura…

Gesti di rivolta. Arte, fotografia e femminismo a Milano 1975-1980
Dove: Nuova Galleria Morone, Milano
Quando: 9 settembre 2020 – 31 ottobre 2020
Sebbene sin dallo scorcio degli anni Sessanta a Milano (come in tutta Italia) siano attivi gruppi femministi, in ambito artistico e fotografico è soltanto dalla metà del decennio che molte autrici si avvicinano, attraverso la loro pratica, a temi legati al femminismo e alla condizione della donna nella società contemporanea. Gli approcci, i linguaggi e le modalità con cui esse affrontano le varie questioni riferibili ad un ambito così socialmente significativo sono differenti, ma tutte riconducibili ad un unico soggetto: la donna.
Anche a Milano molte artiste, procedendo lungo una personale traiettoria, non necessariamente legate alla militanza, oppure agendo all’interno di gruppi femministi o politici, si impegnano a riflettere sull’identità femminile e sul ruolo della donna nella società moderna. Di questo ricco tessuto culturale, delle ricerche condotte dalle artiste attive a Milano in quel momento, dà conto questa mostra che nel mettere a confronto le differenti modalità espressive delle varie protagoniste restituisce un quadro chiaro di una situazione tanto fertile e interessante.
La mostra sarà accompagnata dal volume “Gesti di Rivolta” edito da enciclopediadelledonne.it e sarà arricchita da materiali e documenti dell’epoca…

Come prima meglio di prima
Dove: Galleria Massimo De Carlo – Casa Corbellini Wassermann, Milano
Quando: 9 settembre 2020 – 9 ottobre 2020

A proper distance
Dove: HUB/ART Gallery, Milano
Quando: 9 settembre 2020 – 3 ottobre 2020
Il 9 settembre 2020 HUB/ART ha il piacere di inaugurare a partire dalle ore 18:30 la mostra collettiva “A proper distance” a cura di Greta Zuccali, visitabile fino al 3 ottobre prossimo, con il supporto delle società GAG London Equity Capital e Interface Facility Management.
L’evento vedrà la partecipazione degli artisti Paolo Basso, Antonio Bernardo, Pietro Campagnoli, Giovanni Fava, Eugenio Galli, Luca Marianaccio, Noah, Valentina Porcelli e Letteria Russo.
Durante il lockdown tutte le mostre in programma sono state sospese e tutta l’attività creativa e comunicativa della galleria si è spostata su Instagram.
Li è nata l’idea di una Call for Art. Gli artisti, chiamati a condividere i loro lavori utilizzando un hashtag e una parola chiave, sono poi stati selezionati per realizzare un evento fisico nello spazio espositivo Hub/Art. Così nasce “A proper distance”…

Lucia Lamacchia / Franco Raggi. Icaro delle cadute.
Dove: Galleria Francesco Zanuso, Milano
Quando: 9 settembre 2020 – 1 ottobre 2020
La mostra “Icaro delle cadute”, esposta presso la Galleria Francesco Zanuso dal 10 settembre al 1 ottobre, è il racconto per immagini di Lucia Lamacchia e Franco Raggi intorno al tema della caduta evocata nel metaforico viaggio di Icaro. Un connubio concettuale e iconico caratterizza le opere dei due artisti dove i soggetti che cadono, realizzati da Lucia Lamacchia, trovano luoghi simbolici sui quali atterrare nei lavori di Franco Raggi. Un parallelismo che allude al mito di Icaro sia per quanto concerne l’atto della caduta, sia nel ricordo di suo padre, Dedalo, architetto e creatore, in questo caso, di strutture pronte ad accogliere e attenuare lo schianto. Lucia Lamacchia dal 2010 dedica la sua ricerca artistica allo studio del vuoto. Le figure che ritrae, persone, animali e oggetti sono rappresentati in caduta libera, in posizioni differenti, con atteggiamenti di resistenza o di abbandono nei confronti della gravità. Attorno a loro, lo spazio totalmente bianco del foglio descrive il vuoto, l’assenza, che, in una sorta di gioco fra elementi contrapposti con i personaggi disegnati, assume fondamentale importanza. La selezione di opere in mostra, realizzate fra il 2018 e il 2020, presenta persone e animali; si passa da un boxeur ad una calciatrice che nel movimento atletico perdono l’equilibrio, da un bambino e una donna che compiono un salto nel vuoto, fino a un direttore che a braccia aperte, sprofonda in uno spazio sconosciuto…

The Sand Threshold
Dove: Mars, Milano
Quando: 9 settembre 2020 – 3 ottobre 2020
MARS presenta “The Sand Threshold”, una mostra a cura di Fabio Carnaghi, Riccardo Lisi, Yimei Zhang.
La mostra coinvolge artisti che operano in Italia, Cina e Svizzera, nella riflessione critica sulla soglia fragile della circolazione, dello scambio e della condivisione tra viralità globale e libero pensiero. L’idea di un habitat più che mai soggetto allo sfaldamento degli schemi culturali assodati dalla convenzione e dall’abusata dinamica di sistema, si esprime nella pratica indipendente e trasversale di otto artisti: Lorenza Boisi (Milano, 1972), Lucas Herzig (Zürich, 1988), Jia Kun (Cina, 1988), Yari Miele (Cantù, 1977), Gil Pellaton (Biel/Bienne, 1982), Cassidy Toner (Baltimore, 1992), Devis Venturelli (Faenza, 1974), Yimei Zhang (Guiyang, 1990).
Opening: entrata libera
Dal 10 settembre 2020: le visite alla mostra al di fuori dell’opening sono possibili su prenotazione a mars.mailto@gmail.com (nel rispetto delle norme di distanziamento sociale le visite su prenotazione saranno fissate in base a gruppi di visita con un numero limitato di visitatori alla volta).

Marco Cianciotta. Post coitum omnis artifex triste
Dove: Spazio E_emme, Cagliari
Quando: 9 settembre 2020 – 25 settembre 2020
Il 9 settembre a partire dalle 18,00 Spazio E_EMME ospiterà POST COITUM OMNIS ARTIFEX TRISTE, la prima mostra in Sardegna di Marco Cianciotta. Artista di adozione milanese, formatosi alla scuola di Luciano Fabro, Tommaso Trini, Antonio Dias, Idetoshi Nagasawa e Jole De Sanna, esporrà una selezione del suo ultimo progetto. In mostra saranno presentate tele, carte e tavole di legno con garze, pigmenti e foglia d’oro realizzati tra il 2016 e il 2020. Al suo attivo diverse mostre personali e collettive in Italia e all’estero. Ha prtecipato alle fiere internazionali dell’arte di Bologna e Basilea. Marco Cianciotta – POST COITUM OMNIS ARTIFEX TRISTE dal 9 al 25 settembre 2020 da mercoledì a venerdì ore 18.00/20.30 Spazio E_EMME, via Mameli 187 Cagliari http://www.spazioeemme.com On March 6, starting at 6.00 pm Spazio E_EMME will host POST COITUM OMNIS ARTIFEX TRISTE, the first exhibition in Sardinia by Marco Cianciotta. An adopted Milanese artist, trained at the school of Luciano Fabro, Tommaso Trini, Antonio Dias, Idetoshi Nagasawa and Jole De Sanna, will exhibit a selection of his latest project in progress. On display will be canvases, papers and wooden boards with gauze, pigments and gold leaf made between 2016 and 2020. To his credit, several solo and group exhibitions in Italy and abroad. He has participated in the international art fairs of Bologna and Basel.

Mimosa Echard. Un bout de toi Salomon
Dove: Galleria Martina Simeti, Milano
Quando: 20 settembre 2020 – 11 novembre 2020
Prima personale in Italia per Mimosa Echard (1986), artista francese che utilizza materiali disparati come piante, cibo e oggetti trovati per comporre i suoi lavori. Nel 2021 Echard sarà protagonista di una personale ospitata al Palais de Tokyo di Parigi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.