Il fotografo della settimana – La poetica rivoltante di Daikichi Amano

Daikichi Amano
Daikichi Amano

Francamente non so se ridere, piangere, vomitare o farmela addosso dalla paura!
Sì, perché aver a che fare con gli scatti del fotografo giapponese Daikichi Amano non è affatto per pivelline come me, anzi… Mostri tentacolati che avviluppano corpi di donne, fondoschiena femminili gremite di blatte di ogni specie, animali solitamente considerati ripugnanti addosso a modelle dal coraggio invidiabile (ed encomiabile).
Insomma, uno schifo assoluto che fa trapelare paure primordiali e oscure che procurano la classica botta di adrenalina. Booom!
Enjoy(?)!

ENGLISH

Link utili / Useful links:
Daikichi Amano – Facebook fan page

Via juxtapoz.com

13 commenti

  1. hai detto bene: “rivoltante”! Non abbiamo avuto il coraggio di aprire le foto a schermo intero…..troppo impressionabili? Forse. Complimenti comunque a fotografo…e modelle!

      • Sinceramente non lo so. Credo possa essere legato alla psicologia dell’artista, una sorta di riflesso delle sue paure, o forse al suo gusto dell’orrido o a entrambi. Oppure potrebbe voler stupire e creare ribrezzo nello spettatore anche se… bisogna ricordare le differenze culturali fra il nostro mondo e il Giappone. Tu cosa ne pensi? Ti sei fatto delle idee?

      • Non avevo pensato all’origine dell’artista. Sì potrebbe essere il suo modo di essere sensibile o di far uscire le sue passioni, non credo ci sia solo il voler stupire, è troppo strutturato. E poi c’è il Giappone, così diverso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.