Il fotografo della settimana – “Ecce Homo” di Evelyn Bencicova

Evelyn Bencicova
Evelyn Bencicova

La prima volta in cui ho visto la serie “Ecce Homo” della fotografa slovacca ventunenne Evelyn Bencicova sono rimasta a bocca aperta. Come ben sapete, non è il primo lavoro fotografico che indaga il corpo su cui mi sono imbattuta, ma queste foto, in particolare, mi hanno fatto fermare a riflettere su questioni altre dal corpo, direi quasi metafisiche. C’è armonia in queste composizioni, ma c’è anche una grande dose di inquietudine, ci si chiede il perché essi siano messi lì in quelle posizioni, cosa vorrebbe richiamare e significare questa sorta di estensione corporea di luoghi non comuni tipo ospedali, aule scolastiche, uffici.
Intanto io ci penso, voi avete una risposta nel frattempo?

Link utili / Useful links:
Evelyn Bencicova in questo blog | Tumblr | Behance | Instagram | Twitter | Facebook fan page

Via ignant.de

Annunci

6 commenti

  1. Credo che per me l’inquietudine nasca dalle ‘teste celate’.
    Sarò malato io 😀 ma la prima associazione mentale che ho avuta sono state le opere (decisamente più inquietanti) di Giger.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.