Il corto della settimana – La Carmen di Stromae e l’uccellino di Twitter

Stromae - carmen

Avete presente la Carmen di Georges Bizet? Bene, adesso immaginatela in salsa “Stromae“, il cantautore e rapper belga che accosta l’hip hop e il soul alla musica elettronica. Aggiungeteci una dose di ironia, anche autoinflitta, e arriverete a questo short animato che è stato realizzato dallo stesso artista col regista Sylvain Chomet. Si tratta del videoclip che accompagna l’ultimo estratto dell’album “Racine Carrée” che ha già venduto 34 milioni di copie.
Videoclip della Carmen di StromaeMa passiamo al contenuto. Ciò che rende particolarmente attraente questo video non è infatti solo la musica, peraltro alquanto apprezzabile, quanto il suo significato.
In pratica il video mostra un mondo in cui degli uccellini celesti si impossessano degli uomini e li rendono schiavi fino a fagocitarli ed espellerli in una poltiglia informe. Sapete tutti cosa rappresentano gli uccellini celesti vero? Parlo dei volatili posti a simbolo di uno dei più noti social network, cioè Twitter. Lo scopo del video è proprio quello di criticare l’abuso dei social network e degli smartphone che, nei casi estremi o comunque tendenzialmente, portano alla dipendenza e finiscono per impossessarsi della vita delle persone.
Videoclip della Carmen di StromaeNon è tutto, perché Stromae ci mette in mezzo anche l’amore paragonandolo all’uccellino implicato, il video esordisce infatti con “L’amore è come l’uccellino di Twitter“.
Nel video è lo stesso Stromae a farsi ammaliare dal subdolo uccello e, in compagnia di noti utilizzatori di twitter quali Obama e la Regina Elisabetta, seguirà il suo destino incapace di ribellarsi. Sperando che il nostro presidente del Consiglio non se la prenda per la mancata citazione, vi lascio al video certa che saprete trarne i giusti insegnamenti. Buona visione!

Let’s Short!

Link utili / Useful links:
Stromae – Wikipedia
Stromae – Youtube
Stromae – Twitter
Stromae – Facebook fan page

Via foolsjournals.wordpress.com

14 commenti

    • Non l’avevo visto… ovviamente questi sono dei casi limite. Non credo che la situazione sia così drammatica però i moniti di questo tipo ci stanno, soprattutto se accompagnati da buona musica 😉

  1. Nulla da dire o ridire. Un video fantastico, una canzone che fa riflettere. E aggiungerei che non è esagerata come visione: è la realtà.

      • Sarà che sono parecchio vicina alla mia e alla successiva generazione e vedo tantissimi ragazzi che vivono per i social… è una cosa che mi preoccupa molto :/

      • Beh aspetta, lo sono anch’io e lo siamo un po’ tutti ma l’allarmismo o la generalizzazione con casi estremi non mi pare un buon modo per approcciare il problema. Ormai i social fanno parte delle nostre esistenze e lo saranno sempre più visto che i nostri figli li daranno per scontati. Io credo che sia più costruttivo analizzare con calma e razionalità il momento attuale e applicare il buonsenso a ogni situazione. Soprattutto spetta ai genitori frenare e contenere i limiti.

      • Pensa che ci sono genitori che invece trovano comodo che i ragazzi passino del tempo attaccati al telefono o al pc. Il problema è che c’è noncuranza e placido consenso. Nessuno pensa alle conseguenze.(quasi nessuno)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.