Curiosity killed the blogger

Di palo in Pasqua

Cosa troverete: alberi di Pasqua addobbati con palline di cioccolato, donne frustate e accalappiate al lazo, famiglie che giocano alla guerra delle uova (sode), popoli confusi che sbagliano e festeggiano Halloween, falò scaccia streghe e spiriti maligni, aquiloni arsi vivi dopo il volo, diavoli che frustano chiunque incontrino per strada, fedeli che si crocifiggono dopo essersi autoflagellati in processione e poi…
Uova, agnellini, colombe e pulcini!

Visto che il pippone storico pasquale ve l’ho già rifilato l’anno scorso, quest’anno ho deciso di onorare questa giornata di festa con una serie di curiosità sulle diverse tradizioni che la riguardano. D’altronde questo blog Tradizioni di Pasqua - Germania - l'albero delle uova coloraterispetta la regola del basso profilo domenicale, ragion per cui un giretto per il mondo alla ricerca di curiosità mi pare perfetto per tappare l’assenza del consueto appuntamento dedicato alle foto storiche in bianco e nero.
La verità è che, nei giorni scorsi, mi è balenata l’idea di partire, una cosa veloce, magari due notti e via tanto per prendere aria. Il problema era la destinazione, dove vado, cosa faccio, ma ne ho davvero voglia? Così, a tempo perso, ho fatto qualche ricerca sulle tradizioni pasquali più strane e bizzarre. Dal nostro punto di vista ovviamente.

GERMANIA
In pole position metterei di certo quello che mi piace chiamare l’albero di Pasqua. In realtà il suo nome è albero delle uova o pianta pasquale (Osterstrauch), non ha la forma di un abete e, ogni anno per Pasqua, ravviva le strade di Berlino. Tradizioni di Pasqua - Germania - l'albero delle uova colorateNumerosi piccoli ovetti colorati vengono appesi ai rami di piante e alberelli creando un’esplosione di colore. L’intento è anche quello di dare il benvenuto alla Primavera. Non è un’idea bellissima?
Peccato che l’estremo fascino delle palline colorate in salsa primaverile venga offuscato dalle tradizioni culinarie tedesche in occasione di questa ricorrenza (e oltre). I festeggiamenti partono dal giovedì santo, giornata in cui si possono mangiare solo cibi verdi. Il piatto più quotato è una zuppa alle sette erbe composta da diavolerie vegetali a me sconosciute. Praticamente farei la fame e non potrei neanche consolarmi con l’imperdibile sorpresa dell’uovo di Pasqua perché, al suo posto, viene servito un dolce a forma di agnello spruzzato di zucchero a velo. No, Berlino non fa per me per Pasqua, meglio tornarci in estate e col pranzo al sacco.

SPAGNA
Naufragata l’idea berlinese, ho pensato a Siviglia dove, dopo l’ultimo viaggio, sono quasi di casa. Il cibo qui non sarebbe un problema visti i miei agganci con ristoratori sardi che, in un’occasione come questa, son sicura tirerebbero fuori il maialetto dal cappello.
Tradizioni di Pasqua - SivigliaLe immagini di Siviglia a Pasqua che mi restituisce google, però, sono intrise di rosso: tonache purpuree su uomini incappucciati. Di rosso. No, anzi ne spuntano anche neri, bianchi e blu. Sempre incappucciati.
Inizio a non sentirmi più del tutto a mio agio. Ha tutta l’aria di essere un rito religioso dai loschi retroscena. Approfondisco e vengo a conoscenza della tradizione della Semana Santa. Per una settimana le confraternite organizzano processioni e rappresentazioni teatrali che riproducono la via Crucis. L’evento è molto seguito e richiama migliaia di visitatori ogni anno, ma non richiamerà me. È sicuramente interessante ma sinceramente non mi sento coinvolta dal punto di vista religioso. Siviglia bocciata, magari ci torno d’estate alla ricerca del misterioso uomo intravisto dal castello.

REPUBBLICA CECA
Come ben sapete (?), Praga e la Repubblica Ceca mi son rimaste nel cuore tanto che, dopo la mia ultima visita, ho promesso che ci sarei tornata. Le tradizioni pasquali di cui ho sentito parlare, però, Tradizioni di Pasqua - Repubblica Cecami hanno scoraggiata. Peraltro non ho capito bene come funzionino perché in rete si trovano versioni differenti. Il succo è che le donne regalano il loro ovetto agli uomini. Le teorie diverse riguardano la modalità in cui ciò avviene. Una versione vuole che gli uomini siano dotati di un lazo con cui cercano di accalappiare le donzelle e che queste, una volta catturate, siano colpite dalla Sindrome di Stoccolma che le porterebbe e regalare loro il famoso ovetto. L’altra teoria, invece, vorrebbe che queste, dopo aver regalato, senza alcun senso evidente, le loro preziosità dolciarie agli uomini, siano colpite dagli stessi con la Pomlázka, una frusta fatta di ramoscelli di salice, come augurio di felicità e prosperità. A peggiorare la già traballante posizione di queste masochiste, è il fatto che esse si offenderebbero in caso di non-molestia nei loro confronti, lo prenderebbero come scarso interesse.
Insomma tutti voi capirete quanto sia difficile per me immaginare di venir frustata impunemente in una città straniera per poi ringraziare omaggiando il mio ovetto al torturatore. Praga è tanto bella ma l’ho già vista e credo sia preferibile scegliere qualcosa di nuovo (e meno pericoloso).

ROMANIA
L’occhio cade su Bucarest, non ci sono mai stata. Il menù del pranzo pasquale possiamo farlo quasi passare. Tradizioni di Pasqua - RomaniaOltre alla classica zuppa acida (ciorba), vedo infatti anche l’agnello arrosto e altri stuzzichini commestibili. Beh almeno non morirei di fame.
Resto di stucco, però nel conoscere il giochino di società che si usa fare a tavola in questa occasione. Si chiama “battaglia delle uova” ed è un vero e proprio campionato a cui partecipano famiglia e amici. Ogni concorrente è dotato di un uovo sodo che deve scontrare con quello dell’avversario. Il guscio più forte vince e chi perde viene mangiato. Parlo sempre dell’uovo ovviamente.
Niente, questi giochini non fanno per me e poi son sicura che il mio guscio sarebbe puta caso il più debole e sarei costretta a strafarmi di uova sode. Anche no.

SVEZIA
Tradizioni di Pasqua - SveziaChe ne dite di Stoccolma? Lo smörgåsbord, che a quanto pare è una sorta di buffet, è composto da vari piatti come aringa, salmone, patate, salsicce, uova e polpette. Non so per voi ma per me può andare.
Vado alla ricerca di immagini e mi pare di essere ad Halloween. Come? E soprattutto perché?
Ciò che scopro mi mette in imbarazzo. Da parte loro. Credo siano un po’ confusi gli svedesi. Fanno vestire i bambini da Streghe di Pasqua (påskkärringar), li mettono su una scopa da befana e li fanno andare per le case con la formula del dolcetto scherzetto. A quanto pare, tra l’altro, questa usanza è condivisa anche dai danesi. Sembra una specie di miscuglio di suggestioni derivanti da feste diverse, tutto ciò è simpatico ma non abbastanza da motivare una salita al freddo e al gelo.

FINLANDIA
Tradizioni di Pasqua - FinlandiaSì, vabbè secondo voi me ne vado un week end in Finlandia? Non si tratta solo del freddo, è che non è proprio dietro l’angolo. Comunque non si sa mai.
Vengo distratta dall’immagine di un grande falò. No, di tanti grandi falò. Secondo i finlandesi, infatti, il sabato prima di Pasqua gli spiriti maligni sarebbero liberi di vagare per cui organizzano i kokko, dei grandi fuochi, per scacciarli. Probabilmente li accendono strofinando pietre.
Niente Finlandia e spiriti maligni, i falò solo al mare in estate con fiumi di birra e le bionde trecce.

CIPRO
Tradizioni di Pasqua - CiproI ciprioti, persone di norma tranquille e pacate, a quanto pare, per Pasqua si scatenano mostrando tutta la loro aggressività repressa. Perché? Allora… la tradizione vuole, anche in questo caso, che delle grandi cataste di legno vengano arse pubblicamente. Il problema è che di legna messa a disposizione dal comune non ce n’è abbastanza per soddisfare le richieste per cui sono frequenti risse e scazzottamenti vari per accaparrarsela. Il tutto perché, a fine gara, il falò più spettacolare dà diritto ai suoi creatori di fare gli spacconi per strada per tutto il periodo della festa.
A parte la questione violenza che non è proprio ciò di cui fa piacere godere nella giornata di Pasqua (e oltre), ma poi? a che fine? a me gli spacconi manco piacciono. No, a Cipro ci voglio andare ma eviterò il periodo pasquale.

NORVEGIA
A dispetto del messaggio di pace della Pasqua, in Norvegia questa è sinonimo di assassinio. No, Tradizioni di Pasqua - Norvegianon sto dicendo che i norvegesi per Pasqua giochino ad ammazzarsi fra loro bensì che, in questa occasione, la nazione vada in fissa per i thriller e i gialli tanto che le televisioni locali cambiano programmazione proponendo solo film a tema, le case editrici pubblicano solo libri sul genere e le aziende cambiano packaging dei loro prodotti richiamando morti e intrighi. Nella foto potete osservare lo stile natalizio di una nota azienda produttrice di latte. Inoltre sono organizzate anche rappresentazioni teatrali per strada in cui la popolazione deve scovare l’assassino.
Devo essere sincera, i gialli e i thriller non sono proprio il mio genere preferito. Fu così che saltò anche la Norvegia.

POLONIA
Tradizioni di Pasqua - PoloniaVi ricordate il dolce a forma di agnello della Germania? beh vi dico solo che, rispetto ai polacchi, i tedeschi sono dei buongustai. Come in Germania, anche in Polonia l’agnello è assoluto protagonista di questa festa. Esso viene posto al centro della tavola, è carino e sorride, peccato solo che sia fatto interamente di burro. Esiste addirittura una scuola in cui viene insegnata l’arte di plasmare questi agnelli burrosi pasquali.
Scusate ma il burro non lo digerisco. Niente Polonia.

BERMUDA
Tradizioni di Pasqua - BermudaQuesta mi piace. In pratica, per simbolizzare l’ascesa di Cristo al cielo, gli abitanti delle Bermuda fanno volare in aria una moltitudine esagerata di aquiloni. Quello che rende la cosa particolarmente affascinante è il fatto che essi siano tutti fatti a mano e che la loro realizzazione richieda mesi di lavoro. E tutto per cosa? Poveri aquiloni, la loro vita è breve, essi vengono bruciati subito dopo il volo visto che son lì a rappresentare un evento unico come l’ascensione.
Stavo quasi per farci un pensierino quando mi son ricordata del triangolo. No, il triangolo no, grazie.

SALVADOR
Tradizioni di Pasqua - SalvadorA Texistepeque, in Salvador, esistono dei diavoli incappucciati e vestiti di rosso chiamati Talcigüines che, in occasione della Pasqua, usano perlustrare le strade in cerca di gente da frustare. Poi arriva un tizio vestito da Gesù Cristo che li placa e li lascia sotto il sole per ore a espiare le loro colpe. Il rito simboleggia la lotta di Cristo contro le tentazioni.
Sinceramente l’idea di venir frustata per strada da omoni mostruosi (e magari frustRati) non rientra fra le 10 cose che mi piacerebbe fare per Pasqua (e in generale). Il masochismo non fa per me.

FILIPPINE
Tradizioni di Pasqua - FilippineLo so, stiamo andando molto lontano a livello geografico, mi son fatta prendere la mano. Però non posso non parlavi della tradizione delle Filippine visto che è quella che mi ha scosso maggiormente. Avete presente cosine simpatiche tipo la crocifissione e l’auto-flagellazione? Ecco, nelle Filippine durante le processioni pasquali, i fedeli rivivono le sofferenze di Cristo punendosi in modo plateale. Ma io dico, l’immagine di Cristo non è bastata?

ITALIA
Tradizioni di Pasqua - FirenzeSenza andare tanto lontano, anche in patria abbiamo esempi di singolari riti che caratterizzano questa festività. A Firenze, ad esempio, si tiene lo “scoppio del carro“. In pratica si accende un fuoco con le pietre del Santo Sepolcro arrivate nel capoluogo toscano nel 1099 in occasione delle Crociate. Questo fuoco viene posto su un carro vecchio e sfarzoso che fa il giro della città fino ad arrivare al Duomo, luogo in cui la fiammella viene rimossa e, con la benedizione dell’arcivescovo, partono i fuochi artificiali.
Ho già detto quanto sia refrattaria alle cerimonie religiose? Ah sì, l’ho detto.

SARDEGNA
Colorminazione pasquale by BrabsHo scoperto che è abitudine delle blogger sarde oziare e questa è la tradizione pasquale che, fra tutte, risponde maggiormente alle mie attuali esigenze (e voglie).
Pertanto buona Pasqua sarda (colorminata) e in pace a tutti voi!

Bibliografia:
Tradizioni di Pasqua: le più strane del mondo | Le più assurde tradizioni pasquali | 7 strane tradizioni di Pasqua nel mondo | Le più strane tradizioni di Pasqua del mondo

7 risposte »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.