L’artista del mese – Fotografia erotica – Turi Avola

Novembre 2015

Turi Avola - The Multiple Game Of PersonalitySensualità e surreale, luci soffuse e ambientazioni atemporali, suggestioni oniriche dal sapore erotico che sembrano appartenere a un multiverso parallelo dedito alla lascivia. Sono gli scatti di Turi Avola, artista di origini siciliane con sede operativa nella capitale. Le sue atmosfere vanno oltre la fotografia: la creazione di set ricercati e la cura dei dettagli sono più il lavoro di un artista eclettico, uno scenografo che scolpisce, dipinge e improvvisa pur di costruire l’esatto scenario partorito dalla sua immaginazione. Solo a questo punto, Turi può scattare e fermare la “performance” in un’opera fotografica che racchiude tutto il resto e che si accompagna a una forte carica emotiva sfociante nell’erotismo. Una bomba sensoriale di cui è impossibile ignorare gli effluvi.

La donna è assoluta protagonista dei tuoi scatti, sembra quasi tu ne voglia scandagliare l’intimità, la psicologia. Per usare le tue parole il “gioco multiplo della personalità”.
Turi Avola - The Multiple Game Of PersonalitySì la donna è assoluta protagonista dici bene. Il gioco multiplo delle personalità nasce proprio da una visione interiore della nostra personalità. Ognuno di noi ha un gioco interiore e poi la donna è sicuramente una fonte inesauribile di ispirazione sia da un punto di vista estetico che da un punto di vista mentale. Non sempre ciò che rappresento con le mie opere è parte interiore della persona che posa e “recita”, ma capita, ed è capitato, che siano “giochi” miei di personalità.

Quindi la donna diventa per te uno strumento per indagare la tua stessa anima? Ne è quasi un riflesso?
Turi Avola - The Multiple Game Of PersonalityNo, la donna non è uno strumento… Assolutamente no. Mi piace realizzare le mie visioni anche provenienti da diversi stati d’animo… che possono essere della persona che posa o mie… che in quel caso chiedo di interpretare.

Capisco e forse mi sono spiegata male: ho parlato di “strumento” non nell’accezione utilitaristica del termine bensì poetica, nel senso che, nella mia personale visione della tua opera, ho la sensazione che il corpo e l’emotività femminile siano un tramite, quasi uno specchio che riflette le emozioni che vuoi esprimere. È così?
Sì, vista in questo modo è vero! Ovviamente l’emotività femminile, come dici, è un tramite, la rappresentazione di chi posa lo è.

Turi Avola - The Multiple Game Of PersonalityA proposito di queste emozioni, ce ne vuoi parlare? Quali sono esattamente?
Le emozioni? Sono dolori, ansie, passioni, estasi e appunto personalità che ci assillano sia in modo positivo che negativo.

Passioni, ossessioni… che sfociano nell’erotismo e nella sensualità. Come avviene questo processo di trasferimento? Cioè come mai utilizzi la sensualità per esprimere queste emozioni?
Non è un processo di trasferimento… Ogni donna ha una particolare sensualità e non si può fare a meno di esaltarla, di trarne beneficio per le mie creazioni.
Io racconto la mia visione, ciò che immagino a inizio set, da lì comincia “la recitazione” che man mano viene affinata e instradata durante lo shooting fino a che la mia visione iniziale non sia completamente rappresentata.

Ossessioni che diventano spesso perversioni psico-erotiche, nel senso che, al di là dell’erotismo, si percepisce questa indagine introspettiva. L’uso del surreale, inoltre, enfatizza ancor di più questa sensazione.
Turi Avola - The Doll In The WoodsSono stato sempre affascinato da immagini o visioni surreali sin da bambino. Successivamente, attraverso i miei studi, ho approfondito questo mondo, anche se non penso abbia un limite come non lo ha il mondo, e mi sono molto avvicinato a una serie di artisti del Dadaismo e del Surrealismo poi. Credo che non ci sia modo migliore di creare se non attraverso ciò che sia oltre la realtà… La realtà ci investe già nel quotidiano.

Parliamo delle tue ultime produzioni. Una è “The multiple game of personality“.
Come già accennato in precedenza, The multiple game of personality è stato il progetto trainante di tutta la mia produzione fino ad ora e che in un certo modo ha stimolato le serie successive.

E “Game in the box”…
Turi Avola - Game in the BoxLo scorso anno a novembre, ho partecipato alla mostra Shock One Shot a Roma, dove ho costruito un’installazione per presentare la serie Sawing a woman in half (la nota illusione della donna tagliata a metà). Durante la mostra poi, guardando l’installazione e le parti del corpo che sembravano uscire dalla cassa, mi è venuto in mente di creare una serie con un corpo sezionato da giochi di luce. La prima serie fu anche pubblicata in esclusiva su Fluffer Magazine.

E infine la serie bianca “Addiction Love” che ti ha fatto vincere la PX3 – Prix de la Photographie Paris.
La serie Addiction Love nasce proprio per partecipare al PX3, più precisamente alla white competition. Mi è piaciuto molto lavorare completamente sul bianco, per me quasi lottano come tipologia di lavoro visto che di solito nelle mie opere c’è una forte presenza del nero. Turi Avola - Addiction LoveÈ stata una particolare sfida e direi anche ben premiata visto che sono tra gli Honorable Mention Winners del Px3.

Leggo nella tua biografia che la fotografia non è l’unica disciplina in cui ti sei cimentato. Scultura, pittura e disegno hanno accompagnato il tuo percorso artistico fin dall’infanzia. Che fine hanno fatto? Sono solo parte di un percorso o convivono attualmente con la fotografia? E in che modo si intrecciano con la tua poetica attuale?
Sì è vero, sono state delle tappe importanti della mia crescita artistica dove ho imparato come la luce disegna il corpo e sopratutto si intrecciano oggi con la fotografia. Nella fase di creazione del set, della scenografia o in particolari accessori.

Idee nuove per il futuro? Stai lavorando su qualcosa?
Certo… sto completando una serie iniziata quasi 2 anni fa, ancora non è stata resa pubblica nemmeno un’opera.
Ho coinvolto 12 ragazze molto diverse tra loro, per una sequenza di 12 opere accomunate solo dalla posa e dalla presenza di accessori creati da me, sarà una sorpresa.
Per il resto sto rivoluzionando lo Studio per creare completamente una nuova scenografia. Stay tuned!

Link utili / Useful links:
Turi Avola su questo blog
Turi Avola – Website
Turi Avola – Tumblr
Turi Avola – Vimeo
Turi Avola – Facebook fan page


12 commenti

  1. Molto belli, bella anche l’intervista e il concetto di sensualità e passione. Non sembra ossessione, ma una visione surreale di quello che a lui suggerisce una certa donna in una certa posa e che riporta sulle foto. Bello.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.