New York day-by-day – Times Square ed Empire State Building (Day 4)

image

A New York sembra che non ci sia un lunedì o sabato o domenica. La città è sempre in movimento. L’atmosfera è fantastica.
Thierry Henry

New York, 20 agosto 2016

Chioschetto sulla 42ima strada, ore 12:29
Finalmente ho fatto quelle 5 ore di sonno indispensabili per farmi sentire nuovamente un essere umano pensante. Caricato lo zainetto di grinta, dunque, ho deciso l’itinerario della giornata e sono uscita di casa determinata a vincere la mia seconda battaglia con la metropolitana newyorkese.

image

Ma come ogni viaggio che si rispetti, gli imprevisti si sprecano e, non appena il sole ha preso a risplendere, metaforicamente parlando, zaaaac! Ecco l’acquazzone. Non metaforico stavolta.
Non sto dando i numeri, ecco cosa è successo. Decido di andare a Times Square e salgo sulla 42ima. Alzo gli occhi e, per la prima volta dacché sto a New York, vengo investita dai grattacieli.

image

image

image
“The Guardians: Hero” (2013) di Antonio Pio Saracino

Non faccio in tempo a farvi il video che segue, apprezzando il contrasto fra le architetture sofisticate dei bestioni rilucenti e un cielo scuro e spavaldo, che il primo goccione mi precipita addosso. Due, tre, quattro e via dicendo.

Per fortuna accanto trovo un chiosco provvidenziale dove prendo un cappuccino e dove mi trovo da almeno un’ora. In lontananza vedo Times Square ma ahimè è impossibile arrivarci, questa non è pioggerella, è il finimondo.

image

Intando osservo il mondo che mi circonda: barboni fradici e incuranti della pioggia che trascinano carrelli della spesa, coppie di fidanzatini che si abbracciano al riparo ombrelloni incapaci di comprenderli, tombini che fumano e traffico in tilt. Clacson impazziti, tipi che sfrecciano con aggeggi avveniristici ai piedi, pullman aperti con turisti dotati di mantelle parapioggia colorate, ambulanze con rumori progettati per trapanarti il cervello. Giuro che ho chiuso gli occhi e ho visto casa, il mare, la campagna e tanto tanto silenzio. Ma non desisto, sono in ballo. Attendo che smetta.

Ristorante sulla via di casa, ore 18:48
Dopo un’oretta buona comunque smette di piovere. Mi fido e vado verso Times Square, percorro la piazza che vi mostro nel prossimo video.

A quel punto torna il mio amico goccione. Con l’amico. E l’amico dell’amico. E così via. Corro alla stazione della metro e fabbrico il video che segue dove vi parlo di Times Square. Non vi rendete conto quanto sia stato difficoltoso visto che dentro la metro non si respira quasi e c’è un caldo asfissiante tanto che sento le gocce percorrere la schiena e penetrare negli shorts, i capelli sul collo bagnati e arruffati dalla pioggia, la schiena indolenzita per il peso di mille guide e apparecchi elettronici. Insomma, un delirio. Ma credo di avercela fatta. Apprezzate lo sforzo anche perché chiunque sia passato per Times Square stamattina mi ha preso per una strana tutta sudata alle prese con un telefonino e una guida in mano che tenta di riprendersi a ripetizione.

East Village, ore 19:45
La seconda tappa di oggi è uno dei grattacieli più famosi al mondo: l’Empire State Building.

image

Ve lo racconto nelle foto e i due video che seguono. Enjoy!

image
Empire State Building – Torre di King Kong
image
Sopra l'Empire State Building
image
Sopra l'Empire State Building
image
Sopra l'Empire State Building

image

image
Sopra l'Empire State Building

Prima di chiudere vorrei darvi qualche aggiornamento sul lavoro di Logan Hicks dal titolo “Story of my life – Bowery wall 2016” di cui vi ho già parlato in precedenza e che sarà ultimato domani. Ecco gli sviluppi con alcuni dettagli. Non è superlativo?

image

image

image

Ecco l’artista al lavoro.

image

Anche per oggi è tutto. Alla prossima! (autocitazione)

“Lei di che confessione è?”
“Di nascita sono di confessione ebraica, poi crescendo mi sono convertito al narcisismo”

(Woody Allen daily pill)

Stay NYed!

Un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.