Sandremo 2017 – Cronagossip da un festival (Semifinale)

Sandremo 2017 - Semifinale

21 gennaio 2017

C’eravate cascati eh?! Io che parlo male di Sandremo… Ma per chi mi avete preso? Sandremo è uno dei pochi festival canori, come vi ripeto ormai da anni, che sta nelle mie corde, non vocali ovviamente, e quello che, per demenzialità cronica, si sposa a meraviglia con questo blog. Si è trattato di una mera trovata pubblicitaria per indurvi a partecipare allungando il braccino, che è sempre un po’ corto, e versando il vostro contributo in beneficenza alle associazioni benefiche a cui sarà devoluto l’incasso della serata. Senza dimenticare il lato ludico della questione: la certezza di tre ore di sporco divertimento fra presentatori, ospiti e concorrenti al limite del grottesco.

Sandremo 2017 - SemifinaleLe attese non sono state tradite. Sabato sera, all’FBI Club di Quartu Sant’Elena, il teatrino sandremese ha messo in atto una delle sue più riuscite rappresentazioni incendiando un pubblico numeroso e palpitante. Lo schieramento è al completo con la vulcanica Annabella Santoni a condurre la serata supportata dall’ormai ben rodato Alessio Alias e da un (finalmente) ritrovato Stefano Angilella. Ad affiancare lo scoppiettante trio non può mancare l’insuperabile direttore d’orchestra Davide Volponi che, oltre a confermare, edizione dopo edizione, le sue indiscusse doti di trasformista, è anche mente creativa e indispensabile tassello organizzativo del festival. Il sindaco della Sandremo 2017 - Semifinalecittà sandremese è sempre, e indiscutibilmente, Sandrone Manca, colui che, oltre ad officiare l’importante evento, è anche addetto al dubbio applausometro usato per misurare l’apprezzamento del pubblico. Manca solo Alessandro Podda, rimpiazzato da un altarino votivo posto a fianco alla sacra, e immancabile, insegna al neon della Macelleria.

Anche le giurie sono schierate: da quella popolare che contempla esimi personaggi del jet set cagliaritano come Uma Trudda, Tiziana Stivale, Nilla Pinza, Lord Osi, Viola Valetutto, Letizia Crasta e Kognak; a quella di qualità, composta da Lilly Mammarua, Alessia Miaccozzi, Laghi Mikka, Caglio di Agnelli e Paolo Sorrirua. A quest’ultimo, interpretato da un impeccabile Sandremo 2017 - SemifinaleFederico De Virgiliis, va il merito di aver ideato e messo in opera la trasmissione in diretta dell’intera serata su Facebook per i numerosi aficionados che, da tutto il mondo, chiedono da tempo di poter assistere all’importante manifestazione. Il discutibile tecnico che ha fatto le riprese sono io, ma tacerò l’esperienza perché non attinente ai fini della storia.

Insomma, una simpatica fiera del surreale che, giusto per adattarmi meglio al contesto, quest’anno ho deciso di raccontarvi in modo tendenzioso e parziale favoreggiando chi si avvicina maggiormente allo spirito del festival e insabbiando il resto.
Ecco dunque i temerari concorrenti che, contro ogni etichetta e buongusto, hanno deciso di affrontare il difficile palco di Sandremo.
Sandremo 2017 - SemifinaleMenzione speciale ai Desertus, vincitori della serata, che hanno mandato il pubblico in visibilio sulle note di “Wonderwall“. La rissa finale fra i componenti della band inglese non ha inficiato il giudizio delle giurie e del pubblico che, anzi, faceva il tifo incoraggiando la scazzottata generale sul palco. Da indiscrezioni, i due fratelli Liam Trend & Noel Titti starebbero pensando di sciogliere il gruppo. Sapremo qualcosa di più nelle prossime ore.
Non sono passati inosservati anche gli Scedausu, in doppia (e corposa) formazione maschile e femminile, che hanno cantato “Non succederà più” facendo scattare l’allerta uditivo del pubblico presente e del quartiere circostante. Meraviglioso nei costumi e per mentalità, il gruppo ha tuttavia conquistato il consenso generale ottenendo la sesta posizione e l’ingresso dunque alla finale.
Un trio che ho apprezzato particolarmente è stato quello composto da Gino Bartocci, Betto Pedala e dalla divina Fra Cardigan. Il vivace schieramento ha affrontato con (evidente) entusiasmo la dura prova regalando Sandremo 2017 - Semifinaleun “Rock ‘n roll robot” che ha infervorato la folla.
Onore al merito ai Coesis che hanno cantato “Pieno di figa” oppps scusate… “Pieno di vita“, anche se a me è sembrato di sentire proprio figa… L’interpretazione della canzone di Jovanotti in becera salsa sandremese ha regalato perle al festival mandando addirittura Sandrone su Marte. Bravi!
Da menzionare anche: il duo Los dos Goods, che si è esibito in una focosa interpretazione di “Mitad y Mitad“; l’effervescente Michela Serri che, con la sua ribelle chioma raggae, ha cantato l’intramontabile “Get up, stand up“; gli ineccepibili e costanti Marcello Bello e i Gianni Belli con “Questo amore non si tocca“; infine The scioccareddas (con special guest Checco Ibba) che hanno “TaTaTaTatto” con maestria sulle note di “Fumo Blu“.

A chiudere la serata è l’apparizione di Sant’Eusebio, accompagnato in processione dai fedeli al canto di “W W Sant’Eusebio, salvatore dell’anima mia…” e da un elegantissimo, seppur accaldato, direttore d’orchestra.
Sandremo 2017 - SemifinaleCome ogni festival che si rispetti, anche Sandremo ha da quest’anno una sigla finale che è stata ideata e firmata da Pedditzi Trasporti.
Non sono mancati i soliti cartelli che caratterizzano il festival dagli albori, i cui noti slogan figurano nelle imprescindibili spilline e gadget vari acquistabili al Mercianda’ tutto-a-(quasi)-un-euro.
Si conclude così questa sofferta semifinale del festival più shcoppiato che esista. Se non ne avete avuto abbastanza, non vi resta che attendere due settimane, il 4 febbraio, data in cui l’infuocato palco dell’FBI ospiterà l’attesissima finale.

In basso trovate una gallery e alcuni video della serata.
“Dall’FBI è tutto.
Barbara Picci, Casteddu.”

N.B. Le associazioni a cui sarà devoluto l’incasso di Sandremo sono l’l’ASD Progetto Filippide Cagliari e Sud Sardegna, Sardegna Medicina per il Progetto Fattore K e Casa Nazaret.

Sia lodato Sandremo!

Link utili:
Sandremo 2017 – Evento Facebook
Sandremo – Facebook fan page

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: