Arte & curiosità dal mondo

Le 5 installazioni più suggestive del Desert X 2021

Alicja Kwade ParaPivot (sempiternal clouds). Photo courtesy of Lance Gerber, Alicja Kwade, and Desert X

Alicja Kwade ParaPivot (sempiternal clouds). Photo courtesy of Lance Gerber, Alicja Kwade, and Desert X

Eccoci alla terza edizione di Desert X, la biennale nel deserto che accompagna il Coachella Festival e che ospita ogni anno installazioni site-specific di affermati artisti della scena internazionale. Quest’anno le opere sono 12 e affrontano temi di immigrazione di massa, diritti umani, catastrofe ambientale e altro ancora. La mostra, curata da Neville Wakefield e César García-Alvarez, è gratuita e sarà visitabile fino al 16 maggio.
Qui trovate la mappa con tutte le installazioni di questa edizione. A seguire 5 fra quelle più suggestive.


Titolo: ParaPivot (sempiternal clouds)
Artista: Alicja Kwade
Seduta in cima a una collina accessibile solo dopo una ripida salita di 15 minuti si trova ParaPivot (nuvole semplici) dell’artista berlinese Alicja Kwade, un’opera fatta di telai metallici ad incastro che sembrano sostenere grandi pezzi di marmo bianco che sembrano parti di un ghiacciaio rotto…
Continua a leggere | Video, foto e mappa


Titolo: Never Forget
Artista: Nicholas Galanin
Galanin, un artista Tlingit e Unangax con sede a Sitka, Alaska, fornisce uno sguardo critico alla storia della California e della Coachella Valley con il suo lavoro Never Forget , che enuncia “INDIAN LAND” in caratteri che imitano la scritta di Hollywood, che era originariamente una pubblicità per alloggi per soli bianchi…
Continua a leggere | Video, foto e mappa


Titolo: The Passenger
Artista: Eduardo Sarabia
Sarabia, l’artista di Guadalajara che ha esplorato a lungo la storia dello scambio culturale tra Messico e Stati Uniti, indaga il tema dei viaggi intergenerazionali in The Passenger, un labirinto a forma di punta di freccia realizzato con 350 “petati” uniti o dormienti stuoie tessute da fibre di palma….
Continua a leggere | Video, foto e mappa


Titolo: What Lies Behind the Walls
Artista: Zahrah Alghamdi
Il lavoro dell’artista saudita Zahrah Alghamdi è spesso costituito da strati fitti di vari materiali organici che rappresentano il modo in cui i ricordi prendono forma e alla fine si fondono nell’esperienza di una vita. Il suo lavoro Desert X, What Lies Behind the Walls , è una scultura simile a un muro a grandezza naturale che unisce forme architettoniche dell’Arabia Saudita e della Coachella Valley in strati schiumosi sovrapposti riempiti di cemento, terra e tinture di entrambe le regioni, suggerendo come i paesaggi cambino costantemente….
Continua a leggere | Video, foto e mappa


Titolo: The Wishing Well
Artista: Serge Attukwei Clottey
The Wishing Well dell’artista Serge Attukwei Clottey è composto da due cubi di grandi dimensioni costituiti da fogli di plastica gialla tagliati da contenitori da galloni utilizzati per trasportare l’acqua nel nativo Ghana dell’artista. I galloni furono originariamente introdotti ai ghanesi dagli europei per trasportare l’olio da cucina, rappresentando come simboli visivi del colonialismo e….
Continua a leggere | Video, foto e mappa


LINK UTILI:
Desert X in questo blog | Website | Instagram | Twitter | Facebook fan page

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.