Arte & curiosità dal mondo

I grandi dell’arte – Il genio irriverente di David Černý – Parte 4: i bambinoni bronzei, l’embrione, le macchine rosse e le pistole sospese

David-Cerny - Tower BabiesC’era una volta una torre brutta, ma così brutta che gli abitanti della città dove si innalzava non potevano sopportare che, con la sua fredda e anonima sgradevolezza, oscurasse l’incontestabile bellezza di una delle capitali più belle d’Europa. Per questo motivo si riunirono e parlarono a lungo della questione, finché raggiunsero un accordo: avrebbero incaricato l’artista più estroso della nazione perché trovasse una soluzione per smorzare il pugno in un occhio che arrivava in piena faccia ogni volta che ci si girava a guardarla. E siccome la torre era molto in vista in città, rischiavi di diventare cieco in men che non si dica. La città di cui parlo, per forza di cose, è la bellissima Praga col suo antico Castello e la Cattedrale di San Vito, David-Cerny - Tower Babiescoi suoi palazzi barocchi e rococò, il suo meraviglioso Ponte Carlo e poi… Bu! Ti compare il “palazzo” della televisione, la torre di Žižkov, alta la bellezza di 216 metri,  la più alta della Repubblica Ceca e anche quella considerata la seconda fra le costruzioni più brutte del mondo. La scelta dell’artista, sempre per forza di cose, cadde su David Černý. Fu così che nacquero i bambinoni bronzei (MiminkaBronze Babies o Tower Babies) che, con le loro facce scavate raffiguranti il codice a barre, furono lasciati liberi di gattonare per la triste torre. Alcuni dei bimbetti furono spostati e posizionati anche all’entrata del David Cerny - EmbryoMuseum Kampa, sull’omonima isoletta sul fiume Moldava (vd. foto in galleria).

Sempre per la serie, invece, passeggi per Praga, sollevi gli occhi e cosa ti si para davanti? Un grande embrione pulsante attaccato al tubo di smaltimento della pioggia di un palazzo. Che poi non si tratta di un palazzo qualsiasi, bensì della facciata del teatro Na Zabradlí Divadlo.
L’opera, dal titolo Embryo, fu installata per il cinquantesimo compleanno dell’edificio ed è particolarmente raccapricciante, soprattutto la notte quando viene illuminata dall’interno e sembra pulsare (vd. foto in galleria).

Il centro culturale Meetfactory ospita, invece, due enormi macchine opera di Cerny che è anche fondatore dello stesso centro. David Cerny - Červená autaVi chiederete cosa c’è di strano, d’altronde le macchine sono oggetti della quotidianità, non destano scalpore. Certo, vi risponderei, sempre che non siano attaccate in verticale sulla facciata verdastra di un palazzo… L’opera si chiama Červená auta e, come al solito, rompe gli schemi mostrando, oltre alle auto, anche delle grandi macchie di vernice rosea che sembrano colare dall’alto. Purtroppo non ho trovato nessuna informazione che spieghi il significato dell’opera, come d’altra parte succede per la maggior parte dei lavori di questo stravagante artista, ma insisterò per trovarle come è giusto che sia.

David Cerny - GunsPer finire questa quarta puntata ho tenuto una delle opere più controverse di Černý. Il suo titolo è Guns e rappresenta quattro enormi pistole sospese e messe una di fronte all’altra, un quadrilatero di armi che riproducono i suoni dello sparo e altri rumori inquietanti. L’opera si trova nel cortile dell‘Artbanka Museum of Young Art. Che voglia significare l’inutilità dell’uso delle armi, o il grande fragore che queste generano, boato assordante che impedisce la riflessione e il dialogo fra le genti, ad ogni modo si pone in un atteggiamento polemico verso le armi e la guerra, atteggiamento che io condivido in toto.

Bene, a questo punto le opere rimaste sono davvero poche e localizzate fuori Praga, ma non per questo meno interessanti. Ve ne parlerò nella prossima puntata.

STAY CERNYED!

LINK UTILI:
David Černý – Website
David Černý – Wikipedia
David Černý – Facebook

I GRANDI DELL’ARTE – David Černý:

  1. I grandi dell’arte – Il genio irriverente di David Černý – Parte 1: Carro armato rosa, Entropa e Saddam Hussein aka squalo
  2. I grandi dell’arte – Il genio irriverente di David Černý – Parte 2: la statua equestre rovesciata, gli uomini chini e i pisciatori
  3. I grandi dell’arte – Il genio irriverente di David Černý – Parte 3: due opere incompiute, Freud appeso e Quo Vadis
  4. I grandi dell’arte – Il genio irriverente di David Černý – Parte 4: i bambinoni bronzei, l’embrione, le macchine rosse e le pistole sospese (tu sei qui)
  5. I grandi dell’arte – Il genio irriverente di David Černý – Parte 5: la pensilina bronzea, Metamorphosy e il London Booster




4 risposte »

    • Sono d’accordo… Se le avessi conosciute prima avrei fatto di tutto per scovarle quest’estate. Mi consola il fatto che prima o poi sarò costretta a tornarci per vederle…
      Ciao Sandro, buona domenica 🙂

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.