Curiosity killed the blogger

Waiting for Vienna – La Venere di Willendorf

La Venere di Willendorf

La Venere di Willendorf

Ma guarda tu le coincidenze! Proprio quando sto per catapultarmi nella terra dorata di Klimt e Schiele, ma soprattutto dopo aver realizzato la colorminazione dedicata alla Dea Madre di Cuccuru is Arrius, mi imbatto nella Venere di Willendorf, quella che viene chiamata “uno degli esempi più antichi che si conoscano d’espressione artistica“, un oggettino (probabilmente) votivo datato da 25.000 a 26.000 anni fa che rappresenta proprio una Dea Madre simile a quella in questione.
La statuetta, anche nota come donna di Willendorf, è stata rinvenuta nel 1908 a Willendorf, un villaggio in riva al Danubio a 60 km circa da Vienna. La somiglianza con la Dea Madre nostrana è lampante, la stazza è molto simile e stessa la posizione con le mani a coprire i due seni. La Venere austriaca si differenzia per la prominenza accentuata di glutei e cosce, caratteristica questa tipica delle donne di alcune etnie africane come gli ottentotti o i boscimani. In tecnichese la Dea viene chiamata steatopiga o anche callipigea (dal greco καλλιπύγος, composto di κάλλος, “bellezza”, e πυγή, quindi “dalle belle natiche“) e rientra fra le veneri paleolitiche.

Dea Madre Cuccuru Is Arrius

Dea Madre Cuccuru Is Arrius

Le differenze sono anche nel volto che in questo caso è nascosto da quello che alcuni ritengono essere un copricapo, altri le sue stesse trecce.
La statuina è alta 11 cm, dipinta di ocra rossa ed è scolpita in pietra calcarea oolitica non originaria della zona in cui è stata rinvenuta. Le tesi sulle origini e l’uso di questo manufatto dell’antichità sono tante. Qualcuno associa l’estrema corpulenza e il realismo alla rappresentazione di una donna di elevato stato sociale e ritiene la Venere una sacerdotessa o matriarca con la fissa del selfie. Altri, me compresa, pensano che, vista l’assenza di una base, la statuetta si tenesse in mano e richiamasse piuttosto la divinità come una sorta di amuleto portafortuna. Proprio ciò che mi serviva per il prossimo viaggio nella capitale austriaca.

La Venere si trova al Museo di Storia Naturale di Vienna. Io me lo segno, poi vediamo.

LINK UTILI:
La Venere di Willendorf – Wikipedia

6 risposte »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.