Arte & curiosità dal mondo

Colorminazioni – Studio su Dea Madre vers. 2 [parte 9]

Colorminazione - Dea Madre di Cuccuru is Arrius

Colorminazione – Dea Madre di Cuccuru is Arrius

Dea Madre di Cuccuru is Arrius – Pennarello su cartoncino, 20 x 25 cm

DESCRIZIONE STRUTTURALE
La Dea si staglia nella sua decisa corpulenza. Il ventre è ampio e accogliente, la testa cilindrica e sul capo porta una sorta di velo. I suoi tratti sono forti, il naso plastico e gli occhi due fessure che rendono il suo sguardo imperturbabile. Il corpo è segnato e le linee dividono il busto rigonfio che si staglia nel triangolo del pube. Le sue braccia sono chiuse nel seno che viene coperto dalle mani.

CONCEZIONE TEORICA
Sono due le caratteristiche principali di questa ennesima colorminazione dedicata agli antenati nuragici. La prima è legata al valore simbolico della Dea. Abbiamo già visto, nello studio a essa dedicato, la valenza della Dea Madre nella civiltà nuragica e oltre, visto che le sue raffigurazioni sono state rinvenute (seppure in forme diverse) in tutto il bacino del Mediterraneo. La Dea Madre è simbolo di fertilità e fecondità. Essa è gravida, è madre e creatrice. Su questo versante si erano già rivolti i precedenti studi che l’avevano posta come una sorta di demiurgo immanente in grado di generare vita e di sputare l’uomo nel mondo imperfetto della vita terrena rappresentato dal Caos dei simboli che la circondano. In realtà questi simboli non sono strampalati e dettati dal caso. Essi, nel caso particolare di questa Dea, sono specifici e rappresentano una donna in carne e ossa. Qui si riallaccia il secondo elemento importante che ha determinato la realizzazione della Dea. Essa è stata realizzata per commissione e nasce come simbolo dell’amore e del profondo affetto di un uomo nei confronti della sua donna. Nello specifico sono stata contattata per realizzare questa Dea per il cinquantesimo compleanno di Giusy, una donna (sarda) particolare, amante della cultura nuragica e appassionata di archeologia. Ho cercato di ricavare il maggior numero di informazioni su di lei e ho così evidenziato, oltre alla forza derivante dai classici simboli presenti nelle colorminazioni nuragiche precedenti, diversi temi che la riguardano personalmente, oltre alla forte energia derivata dal gesto del suo uomo che rappresenta uno dei punti più importanti. I simboli che rappresentano questo concetto sono quelli del cuore stilizzato che sono posizionati in alto sui due lati e al cui interno è contenuta la Triplice Dea coi tre aspetti della vita: gioventù, maternità e vecchiaia. La scelta della Dea Madre nasce per volere del committente ed è motivata dal fascino che questa riveste per Giusy. Fra le diverse raffigurazioni della Dea, questa è quella che venne trovata nella necropoli di Cúccuru is Arrius, nelle vicinanze di Cabras (OR), e a cui la donna è particolarmente legata.

CONSIDERAZIONI E PROPOSITI (SEZIONE IN DIVENIRE)
Non è stato semplice realizzare una colorminazione per una persona che non ho mai avuto modo di conoscere personalmente. Ciò che mi ha motivato maggiormente è stato il gesto di suo marito che ha dimostrato una stima e un affetto nei suoi confronti che mi hanno incoraggiata e stimolata nella sua creazione. In realtà questo disegno è una somma di diverse energie: quella di Giusy che l’ha ispirato, la mia che l’ho realizzato e quella dell’amore che l’ha generato.
Tuttavia la difficoltà maggiore è stata quella di separare il disegno dai suoi compari nuragici e dalla sottoscritta. Il caso della Dea Tanit era differente perché è rimasta vicino a me, nella mia Pula natia e in mano a una persona a cui sono profondamente legata. In questo caso ho accettato di allontanarmene solo dopo aver appurato la grande passione di Giusy per la Dea, passione derivata da un carattere forte e curioso che non posso che apprezzare e condividere.
L’amuleto, in questo caso, è rivolto non solo genericamente al bene di questa donna ma anche alla sua famiglia e al suo rapporto con l’uomo che glielo ha dedicato. L’auspicio è che esso si preservi forte e denso di positività.
In questo senso, esso si pone anche come esempio, auspicio e incoraggiamento per gli altri perché coltivino e aspirino nei loro rapporti a serenità e amore. Fra la massa indefinita di questi “altri” ci sono ovviamente anch’io.

DIALOGHI SULLA SERIE:
Studio su Dea Madre [parte 1]
Studio su capo nuragico [parte 2]
Studio su nave Shardana [parte 3]
Studio su Tanit e la sessualità femminile [parte 4]
Studio su Pintadera màndala (gialla) [parte 5]
Studio su Pintadera màndala (rossa) [parte 6]
Studio su Pintadera màndala (arancio) [parte 7]
Studio su sacerdote-guerriero [parte 8]
Studio su Dea Madre vers. 2 [parte 9] (tu sei qui!)

LINK UTILI:
Grande Madre – Wikipedia

10 risposte »

  1. Ma sai che sono proprio belli!
    Sicuramente ogni disegno è degno di approfondimento, zeppo di segni arcaici e simbologie, assolutamente suggestivi!
    Mi piace molto l’uso del nero con quel filo colorato ricorrente!
    Il labirinto ecco quello conosco!
    🙂

    "Mi piace"

    • Ti ringrazio Vanni, è da un po’ che mi sto inoltrando in questo terreno e ho scoperto un mondo che mi appartiene geneticamente ma di cui sapevo ben poco. Inutile dire che mi ha conquistata completamente e intendo continuare a scandagliare e scandagliarmi. L’identità deriva anche dalla storia che ci appartiene no?

      "Mi piace"

  2. La nostra identità culturale ci rende unici e irripetibili, ognuno di noi deve essere artefice delle proprie forme espressive cercandole dentro se stessi, scavando nel passato del mondo che ci circonda, la cultura popolare e le tradizioni sono il nostro patrimonio da curare e proteggere, sicuramente tu sei sulla buona strada e si vede!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.