Venezia – “The artist is asleep” di Yelena e Viktor Vorobyev (Kazakistan) alla Biennale Arte 2017

"The artist is asleep" di Yelena Vorobyeva e Victor Vorobyev

“The artist is asleep” di Yelena Vorobyeva e Victor Vorobyev

Luogo: Venezia >> Giardini della Biennale >> Padiglione Centrale >> Padiglione degli Artisti e dei Libri
Titolo mostra: VIVA ARTE VIVA
Titolo serie: The artist is asleep, 1996
Artisti: Yelena Vorobyeva (Turkmenistan) e Victor Vorobyev (Kazakistan)
Curatore: Christine Macel
Dal 13 maggio al 26 novembre 2017

All one can do is to wait for the sleeping boulder to stir, rub open his eyes and get up.
[Non si può far altro che aspettare che il masso dormiente si muova, si sfreghi gli occhi e si alzi.]

L’artista dorme, non si muove, sta aspettando una ragione per uscire dal letto. È avvolto fra le coperte supino e di lui si vede solo un ciuffo di capelli. È in attesa del momento opportuno in cui si alzerà e inizierà a creare. Probabilmente un capolavoro. O forse no.

"The artist is asleep" di Yelena e Viktor VorobyevThe artist is asleep” è l’opera portata dai due artisti e coniugi kazaki Yelena e Viktor Vorobyev alla Biennale di Venezia. E quale luogo migliore poteva ospitarla se non il Padiglione degli Artisti e dei Libri ai Giardini della Biennale?
In realtà, se devo dirla tutta, svoltare l’angolo e impattarmici, non è stata una gran bella sensazione. Un corpo minuscolo è rannicchiato in un letto d’altri tempi con una sorta di arazzo antiquato, logoro e non teso, decadente come l’atmosfera che si respira. Le pantofole sono rivolte verso il letto come se l’artista vi si fosse lanciato (leggi rifugiato) con urgenza e dal soffitto pende una lampadina costantemente accesa. Sul muro si possono leggere le parole citate a inizio articolo.

Yelena Vorobyeva & Viktor Vorobyev, Photo for Memory. If a Mountain doesn't go to Mahomet, (2002). Courtesy Laura Bulian GalleryOltretutto il solo pensare che quell’artista rimanga in eterna attesa non può che aggravare il senso di inquietudine. Questa forte sensazione mi ha spinto ad approfondire l’opera e la poetica concettuale dei due artisti. La prima cosa che deve esser presa in considerazione è il periodo in cui è stata creata, il 1996, a 5 anni dalla dissoluzione dell’Unione Sovietica e dalla nascita della Repubblica del Kazakistan, luogo dove il duo artistico vive. Tutto il lavoro di Yelena e Viktor Vorobyev è infatti concentrato sull’osservazione del Kazakistan contemporaneo, diviso fra tradizioni locali, cultura post-sovietica e tendenze internazionali. Anche se hanno iniziato le loro carriere in forme tradizionali (Yelena come pittrice e Viktor come scultore), il linguaggio visivo della pratica collaborativa dei Vorobyevs è decisamente concettuale. Il video, la fotografia e la Yelena Vorobyeva, Turkmenistan/Kazakhstan b.1959 / Viktor Vorobyev, Kazakhstan b.1959 / Necessary Additions. Home Archive series (detail) 2010performance sono il loro mezzo primario per documentare le dinamiche post-sovietiche del loro paese. La specificità della loro pratica consiste nel focalizzarsi sui materiali della vita quotidiana che sono spesso raccolti, utilizzati e messi in scena. Essi oscillano tra realtà e finzione, mondo rurale e mondo postmoderno, per cercare di sintetizzare la “democrazia decorativa” del Kazakistan. Per questo l’ornamento e il kitsch diventano il punto di partenza per gesti ispirati e poetici, “Partire da dove siamo” è il motto della coppia.

L’idea del letto e dell’impossibilità di uscirne non è nuova. Nel 1859 lo scrittore russo Ivan Gončarov pubblica Oblomov, il romanzo su un uomo che non riesce a trovare una ragione per uscire dal letto e, di conseguenza, vi ci trascorre la maggior parte delle 600 pagine del libro. Lo scritto viene considerato da autori, critici e accademici come l’essenza dell’anima russa e probabilmente ha dato ispirazione anche ai due artisti. In quest’ottica, “The artist is asleep” potrebbe essere considerata come un’interpretazione oblomoviana e tragicomica sulla lotta per la libertà artistica nel Kazakistan post-sovietico.

Yelena e Viktor VorobyevUn altro spunto innescato dall’opera è il rapporto fra artista e realtà, fra artista e vita. “The artist is asleep”, infatti, mette in risalto l’umanità dell’artista, la fusione tra arte e vita e proclama l’improduttività vitale per l’arte. Nonostante l’importanza del tempo “sprecato” nell’ispirazione, quello dedicato ai sogni e all’attesa, infatti, l’artista addormentato che prepara la sua gloriosa rinascita si contrappone all’artista sveglio e visionario, che ha gli occhi ben aperti. L’arte diventa dunque uguale alla vita e viene intesa come rivoluzione. Solo essa potrà spingere l’artista ad alzarsi e a reagire.

Vi lascio alle riflessioni sul caso. Nel frattempo buona notte o buon risveglio, vedete voi ciò che più vi si addice!

SPECIALE VENEZIA – TUTTI GLI ARTICOLI SULLA BIENNALE

LINK UTILI:
Biennale Arte 2017 – Yelena Vorobyeva & Victor Vorobyev

Annunci

Un commento

  1. […] – A blogger in Venice – Collezione Peggy Guggenheim – Fotogallery della visita alla Biennale Arte 2017 (Giardini) – Carole A. Feuerman (USA) alla Biennale Arte 2017 – “My Horizon” di Tracey Moffatt (Australia) alla Biennale Arte 2017 – Dirk Braeckman (Belgio) alla Biennale Arte 2017 – “Proper Time” di Lee Wan (Corea del Sud) alla Biennale Arte 2017 – “DNA Study” di McArthur Binion (USA) alla Biennale Arte 2017 – Taus Makhacheva (Russia) alla Biennale Arte 2017 – “Tomorrow is Another Day” di Mark Bradford (USA) alla Biennale Arte 2017 – “Sun Stand Still” di Gal Weinstein (Israele) alla Biennale Arte 2017 – “The artist is asleep” di Yelena e Viktor Vorobyev (Kazakistan) alla Biennale Arte 2017 […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: