Fotografia – La poesia calma della Russia di Emil Gataullin

Emil Gataullin
Russia, Vologda Region, Ferapontovo village, 2003, Boys performing so-called “sun” on a swing with a monastery in the backdrop.

A far conoscere in Occidente la fotografia del fotografo russo Emil Gataullin è stata questa foto che vedete in alto, i due ragazzi a testa in giù su un’altalena. Lo scatto, assieme ad altri sempre in bianco e nero, ha infatti vinto, nel 2014, l’Alfred Fried Photography Award.
Le sue immagini dipingono la vita di un villaggio russo nella regione Korolyov, vicino a Mosca, luogo dove Emil Gataullin ha passato l’infanzia insieme alla nonna e lo zio. Qui il giovane fotografo svolgeva una vita agreste, dedicandosi all’allevamento, alla pesca e alla raccolta di funghi. Un luogo molto diverso dalla capitale frenetica in cui viveva coi genitori e che gli è rimasto tanto impresso da portarlo a trasferirvisi da adulto con la moglie e la figlia.
In questa soave tranquillità, egli ha modo di osservare con lentezza gli abitanti del piccolo villaggio e di estrapolarne la quotidianità in un racconto visivo poetico e malinconico. Non trovate anche voi?
Ecco la gallery, buona visione!

LINK UTILI:
Emil Gataullin in questo blog | Website | Vimeo | Instagram | Facebook

Via ignant.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.