Brabs

Matteo Ambu e Barbara Picci @ Fondazione Bartoli Felter, Cagliari

"Stones", bipersonale di Matteo Ambu e Barbara Picci @ Fondazione Bartoli Felter, Cagliari

Luogo: Fondazione Bartoli Felter >> Cagliari
Artisti: Matteo Ambu e Barbara Picci
Titolo: Stones
Curatore: Ivana Salis
Dal 20 febbraio al 7 marzo 2020

Il catalogo della mostra Stones @ Fondazione Bartoli Felter, Cagliari | Foto dell’inaugurazione

Giovedì 20 febbraio alla Fondazione Bartoli Felter si aprirà “Stones”, la mia bipersonale con Matteo Ambu che vedrà esposta parte della nostra ricerca nella e sulla natura, progetto su cui lavoriamo da circa 2 anni. In particolare la mostra sarà incentrata su un materiale specifico, la pietra, che sarà declinata in diversi stili e con l’utilizzo di diverse tecniche frutto di un percorso di conoscenza e crescita consigliato dal materiale stesso. Ognuno di noi ha seguito percorsi diversi, seppur uniti e affini, realizzando le proprie opere in connessione con la propria poetica e indirizzando la ricerca sul rapporto uomo-natura. Ecco dunque le sculture pietrificate di Matteo, che utilizza oggetti riciclati che interagiscono con le pietre fino a diventarne parte e completarle in una nuova essenza formale. O le mie pietre che giocano col principio antigravitazionale fondendo elementi geometrici naturali trovati in Natura.
Ringraziamo Ivana Salis per il testo critico e la Fondazione Bartoli Felter per averci seguito in questo progetto. A fine mostra sarà possibile scaricare il catalogo in formato digitale.
Non vi svelo altro, vi aspettiamo giovedì prossimo!

COMUNICATO STAMPA:
Il giorno 20 febbraio alle ore 18.00 verrà inaugurata presso il Temporary Storing della Fondazione Bartoli Felter in Cagliari via 29 novembre 3/5, la mostra “STONES” degli artisti Barbara Picci e Matteo Ambu a cura della Fondazione con testo critico di Ivana Salis con la collaborazione di Efisio Carbone.
Sarà esposta una selezione delle ultime opere in un interessante ed esaltante processo di creatività.

Visitabile da lunedì a venerdì dalle ore 17 alle 19:30 , festivi esclusi, sino al 7 marzo 2020

Scrive la curatrice:
Una mostra a due voci, quelle di Matteo Ambu e Barbara Picci. Si intrecciano, intersecandosi e incontrandosi in percorsi che legano materie e visioni della natura e dell’uomo. Si trova tutta la poetica dell’object trouvé, accumulato e stratificato come testimonianza e simbolo del tempo presente. Protagonista la dialettica tra artificio e natura, dove è quest’ultima, simboleggiata dalla pietra, a doversi riappropriare di questo tempo e di questo spazio. Nella metafora della pietra come elemento sacrale, ricercata in contesti che riportano alla terra madre, come un rito, si trovano i costituenti del mondo nella loro qualità biomorfica, trovati nell’equilibrio dei volumi che si tramutano in antropomorfiche figure. Infine i fili, duri e rigidi, che serrano la forma nella gabbia della contrapposizione tra il fare della natura e il fare dell’uomo.
Ivana Salis

LINK UTILI:

4 risposte »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.